Pericoli estivi per il cane: tutti i rischi da evitare

La bella stagione è il momento ideale per trascorrere del tempo con Fido, ma attenzione ai pericoli estivi che potrebbero mettere a rischio il cane

L’estate è la stagione del sole, dei colori e delle lunghe passeggiate, l’ideale per trascorrere dei piacevoli momenti con Fido. Ma attenzione, perché i pericoli estivi per il cane sono dietro l’angolo!

Quando la temperatura si alza, aumentano anche i rischi per i nostri animali domestici, perciò dobbiamo prendere tutte le precauzioni possibili per tenerli al sicuro.

Facciamoci trovare preparati! Ecco quali sono i pericoli estivi per il cane e cosa possiamo fare per proteggerlo nel migliore dei modi.

Indice

Ustioni alle zampe

cane sull'asfalto

Avete mai sentito l’espressione “Fa così caldo che potrei friggere un uovo sull’asfalto”? Chi vive in città sa che la pavimentazione stradale (così come i marciapiedi) possono diventare incandescenti, dal momento che sono continuamente esposti al sole cocente della bella stagione.

Questo è, però, uno dei pericoli estivi più rischiosi per il cane, che come ben sappiamo passeggia con le zampe direttamente a contatto con queste superfici. Fare quotidiane passeggiate è un ottimo esercizio sia per noi che per i nostri amici a quattro zampe, anzi in estate diventa ancor più bello perché non abbiamo il problema del freddo o della pioggia.

Quando fa troppo caldo, però, il rischio c’è e dobbiamo prendere le dovute precauzioni. I cani hanno cuscinetti morbidi e sodi sotto le zampe, ma per quanto possano essere resistenti si possono danneggiare facilmente, specialmente se entrano a contatto con alte temperature. Pensateci bene, anche noi non potremmo mai e poi mai camminare a piedi nudi sull’asfalto cocente!

Ecco perché dobbiamo proteggere le zampe di Fido evitando ustioni e bruciature anche molto gravi. Come fare? Innanzitutto evitiamo di uscire nelle ore di punta, quando le temperature raggiungono il picco massimo durante la giornata e diventa faticoso sopportare il caldo. Possiamo anche “testare” l’asfalto prima di farvi passeggiare Fido, toccandolo con un dito per verificare che sia praticabile.

Ma non solo. Possiamo anche cercare percorsi alternativi (ove possibile) in modo da evitare completamente l’asfalto o i marciapiedi troppo caldi, preferendo magari dell’erba fresca. E, se volete un aiutino in più, provate anche gli stivaletti per cani, che servono proprio a proteggere zampe e cuscinetti dalle ustioni.

Laciare il cane in automobile: assolutamente no!

cane in automobile

Non smetteremo mai di ripeterlo, non dobbiamo mai e poi mai lasciare il cane chiuso nell’automobile, neanche per un minuto. È un errore che può costare caro ai nostri amici a quattro zampe, uno dei pericoli estivi più rischiosi per un cane che si ritrova letteralmente a “cuocere” in uno spazio stretto e super caldo.

Una sofferenza inutile che qualsiasi padroncino con un po’ di sale in zucca non dovrebbe neanche mettere in conto. Non si fa con i cani, con i bambini e con nessun altro. L’abitacolo delle auto in estate diventa un vero e proprio forno e lasciare Fido a una simile temperatura, senza la possibilità di uscire e cercare un riparo più fresco è un gesto da irresponsabili.

Non importa se vi dovete allontanare per pochi secondi, non pensateci nemmeno!

Colpo di calore e disidratazione nel cane

cane che dorme

Il colpo di calore è uno dei maggiori pericoli estivi per il cane, esattamente nello stesso modo in cui lo è per noi. Può succedere ovunque: in automobile, quando passeggiamo sotto il sole cocente, quando andiamo in spiaggia o anche in casa stesso, magari se teniamo il nostro cane in giardino.

E non importa se il cane è di piccola taglia oppure grande, se è a pelo corto o a pelo lungo. Tutti i quattro zampe sono esposti al rischio di prendere un colpo di calore in estate e dobbiamo fare di tutto per evitarlo. I sintomi sono evidenti e possono diventare davvero molto pericolosi: il cane diventa letargico, inizia a respirare male, si rifiuta di mangiare, non fa la pipì. Sono tutti segnali che indicano che il cane è disidratato.

Non sottovalutiamo questi sintomi e le conseguenze che potrebbero avere sulla salute di Fido. I cani in estate (ma anche nelle altre stagioni) devono sempre avere acqua fresca da bere a disposizione, sia in casa che quando usciamo per portarli a fare una passeggiata o una gita al mare. È buona norma bagnare le zampe e il collo, anche il musetto in modo da mantenere la temperatura corporea a livelli accettabili. E – non dimentichiamolo – dobbiamo sempre fornirgli dei ripari, freschi e all’ombra.

Se è vero che il colpo di calore può essere pericoloso per tutti i cani, ricordate che alcune razze sono maggiormente predisposte ai problemi respiratori e dobbiamo stare ancor più attenti. Si tratta dei cosiddetti cani brachicefali, che possiedono una conformazione del muso tale da impedirgli di respirare come gli altri quattro zampe. Tra questi troviamo Carlini, Bulldog Francesi, Boston Terrier, Boxer, Shit-Tzu, Cavalier King Charles Spaniel, Pechinese, Affenpinscher.

Se vogliamo davvero goderci l’estate con Fido, dobbiamo renderla piacevole anche per lui!

Scottature solari

cani a pelo lungo

C’è un errore da principianti che può mettere seriamente a rischio il cane in estate: tosarlo. Molti padroncini credono (sbagliando) che i cani a pelo lungo si debbano tosare quando fa molto caldo. Pensano di fargli un favore, quando in realtà li mettono di fronte al rischio di scottature solari anche gravi.

Il mantello di Fido non è soltanto un bel vedere, ma soprattutto una barriera protettiva per la pelle e l’intero organismo. Non è vero che eliminando il pelo il cane soffre meno il caldo, anzi in questo modo non facciamo altro che esporlo direttamente ai raggi solari con tutto ciò che ne consegue.

Vada per una spuntatina, ma non tosate mai il cane in estate. La pelle deve restare protetta e senza pelo questa protezione va a farsi benedire. Per quanto riguarda i cani a pelo corto o quelli nudi, si pone il problema contrario: non avendo il pelo, la pelle è sempre esposta ai raggi solari e dobbiamo esser noi ad aggiungere una protezione. Ecco perché potete farvi consigliare dal veterinario una crema con protezione solare, con la stessa funzione di quelle che utilizziamo noi quando andiamo al mare.

Pulci e zecche nel cane

cane con le pulci

Ed eccoci agli altri grandi due pericoli estivi per il cane: i parassiti. È vero che dobbiamo proteggere i nostri quattro zampe da pulci e zecche durante tutto l’anno, ma non dimentichiamo che in estate questi minuscoli ospiti proliferano maggiormente e sono molto più aggressivi.

Sempre con il consiglio del veterinario, usate degli appositi antiparassitari che potete acquistare sotto forma di spot on o spray, a seconda delle esigenze. In questo modo garantirete a Fido una protezione continua, specialmente quando esce per fare una passeggiata o frequenta zone ricche di vegetazione come parchi e giardini.

Non dimenticate che pulci e zecche non sono fastidiose solo per una questione di prurito. Questo è il sintomo più superficiale, ma dietro nasconde delle insidie davvero rischiose per i cani: i parassiti possono essere vettori di malattie molto gravi che mettono a rischio la stessa vita di Fido.

Attenzione a mare e piscine

cane nero in spiaggia

Purtroppo spesso siamo proprio noi con le nostre convinzioni a mettere a rischio la vita di Fido. Per questo è sempre bene informarsi prima di prendere iniziative che potrebbero avere conseguenze sulla sua salute. Oltre a chi crede che tosare il cane in estate sia una buona idea, c’è anche chi è convinto che tutti i cani sappiano nuotare allo stesso modo e possano andare liberamente al mare o in piscina senza problemi. Sbagliato!

Tutti i cani possiedono il naturale riflesso del nuoto, quello che li porta a muovere le zampine ritmicamente quando si avvicinano all’acqua per intenderci. Ma non è vero che tutti, indistintamente, abbiano lo stesso rapporto felice con mare, piscine e simili. Alcuni quattro zampe rischiano seriamente di annegare perché non sanno nuotare e, una volta immersi nell’acqua, si ritrovano in difficoltà.

Ecco perché, specialmente con i cani di piccola taglia e in generale con quelli dalle zampe corte, è sempre meglio munirsi di giubbotti di salvataggio fatti apposta per loro. Bisogna prestare particolare attenzione ai cani brachicefali, ai cuccioli, ai cani anziani e ai cani con le zampe corte come i Bassotti.

Cibi pericolosi per il cane in estate

snack al cane

Sebbene l’estate sia la stagione più bella per organizzare cene all’aperto, grigliate e barbecue in compagnia di amici e parenti, facciamo attenzione. Nell’euforia del momento potrebbe venirci in mente di dare qualche assaggino del nostro cibo a Fido, ma non tutti i cibi vanno bene per i quattro zampe in estate. Anzi, alcuni sono proprio pericolosi.

Pensiamo ai grandi classici come uvetta, cipolle, aglio che possono essere tossici per i cani se consumati in grandi quantità e dovrebbero restare proprio fuori dal loro menu. Ma anche la carne che mangiamo noi può nascondere delle insidie: pollo disossato, hamburger e hot dog vanno bene, ma in piccole quantità. Sono pericolose, invece, le carni con l’osso, specialmente il pollo che ha ossa molto piccole che potrebbero bloccarsi nella gola di Fido.

In definitiva, esistono dei pericoli estivi per il cane ed è un fato di fatto. Ma con qualche accorgimento possiamo rendere le vacanze super (e senza rischi) anche per Fido!

LEGGI ANCHE: 10 attività da fare con il cane d’estate, imperdibili e divertenti

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati