Pidocchi nel cane, può prenderli? Tutto ciò che c’è da sapere

Il benessere di Fido è prioritario, ecco perché è importante prevenire e curare i pidocchi nel cane. Vediamo tutti i dettagli utili

Può sembrare strano, ma anche il nostro amico a quattro zampe potrebbe doverci avere a che fare. Sono dei parassiti che non colpiscono solo gli esseri umani, ma anche i pet.

La pediculosi canina è una condizione rara, ma possibile. I pidocchi non sono altro che dei parassiti che possono masticare la pelle oppure succhiare il sangue del soggetto interessato, bipede o quadrupede che sia

I pidocchi del cane si attaccano all’uomo? È da precisare che al momento non sono stati riscontrati casi del genere e viceversa. A queste e ad altre domande cercheremo di dare risposta passo dopo passo.

Indice

I pidocchi nel cane e negli umani

Cosa sono i pidocchi del cane

Pidocchi cane, i sintomi più frequenti

Le cause maggiori dei pidocchi nel cane

Pidocchi cane, trattamento

Pidocchi cani, prevenzione

I pidocchi del cane si attaccano all’uomo

I pidocchi nel cane e negli umani

cane con i pidocchi

La cura del nostro amico a quattro zampe è prioritaria, purtroppo ci sono tante malattie e problemi di salute da scongiurare e con i quali fare i conti, la prevenzione quindi è l’arma migliore.

Per tenere alla larga il nemico è bene conoscerlo. Quindi cominciamo subito col dire che i pidocchi dei cane non sono gli stessi di quelli che si insinuano nella cute degli esseri umani.

Le conseguenze, però, sono simili, motivo per cui si tratta di un problema da risolvere prima possibile. In questo modo si evitano fastidi e sintomi più difficili da debellare.

Infatti, anche se inizialmente non pare nulla di grave, se la condizione di Fido viene trascurata può complicarsi e provocare l’insorgenza di altre patologie. Monitorare il proprio amico a quattro zampe, con dei controlli periodici dal proprio veterinario di fiducia, è un’abitudine auspicabile.

Cosa sono i pidocchi del cane

pidocchio del cane al microscopio

I pidocchi sono degli animaletti molto piccoli, con sei zampe, che si insinuano nella e tra i peli del nostro amico a quattro zampe. Sono molto resistenti e tenaci, perché dotati di forti artigli a forma di uncino. In questa maniera riescono a sopravvivere, e si cibano di secrezioni sebacee o del sangue del soggetto ospitante. Esistono tre tipologie da tenere alla larga:

  • L’heterodoxus spiniger è lungo circa 2,5 millimetri ed è molto raro in Europa;
  • Il linognathus setosus si ciba del sangue del cane e può essere lungo dai 1,5 ai 2,5 mm di lunghezza, predilige la testa, il collo e il torace;
  • Il trichodectes canis può misurare da 1,5 a 2 mm di lunghezza. Può trasmettere anche il Dipylidum caninum e colpisce specialmente la testa, il collo, le orecchie e il dorso.

Due di queste possono provocare la formazione di parassiti intestinali, conosciuti anche come elminti. Evitarli o debellarli prima possibile fa la differenza.

Fra i sintomi troviamo un fastidioso prurito, quindi bisogna aguzzare la vista e contattare lo specialista. I pidocchi del cane sono neri, ma quelli adulti sono più grandi, gialli o marroni.

È facile che siano confusi con la forfora, ma se spazzoliamo Fido con regolarità individuarli non è poi così difficile. A differenza dell tuttavia è possibile comprendere se si tratta di pidocchi, spazzolando il cane. La forfora, a differenza dei parassiti, infatti cade.

Pidocchi cane, i sintomi più frequenti

cane si gratta

I pidocchi nei cani sono rari, ma possibili. Sapere individuare i segnali tipici della loro presenza, quindi, è importante per contrastarli. Se notiamo uno o più di questi sintomi, facciamo una capatina dal veterinario:Prurito incontrollato;

  • Irrequietezza;
  • Nervosismo;
  • Arrossamento e irritazione della pelle;
  • Perdita dei peli, in particolar modo sul collo, orecchie, schiena, inguine e retto;
  • Anemia;
  • Letargia;
  • Tenia del cane.

Questa sintomatologia è così fastidiosa da rendere il cane irritabile e inattivo. È necessario quindi intervenire rapidamente per evitare che possa soffrire più del dovuto ed evitare ulteriori problematicità causate da questo parassita.

Le cause maggiori dei pidocchi nel cane

cucciolo di cane ha prurito

Fra le cause più frequenti dei pidocchi nei cani c’è la scarsa igiene, ma non è l’unica motivazione, fra le più frequenti:

  • Il contagio da parte di un cane infetto;
  • Le passeggiate al parco, il soggiorno nei canili, la frequentazione dei wash dog e tutti quei luoghi in cui si trovano o sono passati altri esemplari;
  • La condivisione dalla stessa cuccia, del lettino oppure degli spazi chiusi da parte di due o più amici a quattro zampe.

Va precisato che il ciclo vitale di un pidocchio inizia con la femmina che depone sulla pelle del soggetto ospite delle piccole uova di colore giallo o bianco. Nel giro di circa una settimana, si schiudono liberando i piccoli che – dopo qualche giorno – diventano adulti. Rimangono in vita circa un mese, arco di tempo nel quale il processo si ripete.

Pidocchi cane, trattamento

bagno al cane

La prima fase del trattamento contro i pidocchi che colpiscono i cani consiste in un bagno ad hoc, con uno shampoo specifico. Si possono applicare anche degli spray e altre polveri efficaci. A volte lo specialista consiglia la tosatura e, a tal proposito, può tornare utile sapere come tosare il cane.

Inoltre è possibile rimuovere eventuali pidocchi vivi e/o morti, attraverso un pettine antipulci. Proprio per il loro ciclo vitale, che come appena accennato, è di circa 30 giorni, è possibile continuare il trattamento con i prodotti sopracitati anche per 4 settimane.

Bisogna prestare particolare attenzione alle cagnoline in stato di gravidanza, perché queste risultano particolarmente sensibili ai prodotti anti-pidocchi e agli antiparassitari in generale. In ogni caso il veterinario potrà consigliare la terapia più adeguata, soprattutto in base allo stato di salute e alla condizione clinica specifica.

Inoltre, in caso di conferma, Fido deve essere messo in quarantena e non deve assolutamente avere contatti con altri cani fino al completamento della terapia. È possibile infine che il veterinario decida di reintegrare il ferro, le vitamine e i minerali.

Fra i possibili rimedi per i pidocchi del cane, teniamo a mente di asciugare attentamente il cane con un asciugamano e con un asciugacapelli (alla minima potenza così da non bruciarlo e da non infastidirlo troppo con il rumore.

Inoltre, in commercio ci sono dei collari e delle pipette da applicare dopo la rimozione dei parassiti. In questo modo, vengono eliminati quelli più resistenti e duri a morire.

Fondamentale è farsi consigliare dal veterinario circa i prodotti e i medicinali da utilizzare come trattamento anti pidocchi dei cani. Infatti, solo lui ha un quadro clinico completo e può individuare eventuali pregressi clinici o caratteristiche di razza che possono incidere negativamente.

Se il nostro amico a quattro zampe è ancora cucciolo, è necessaria ancora più attenzione. Le dosi e i prodotti devono essere prescritti anche tenendo conto dell’età del soggetto in questione.

Pidocchi cane, prevenzione

pettinare il cane

Per evitare una nuova infestazione di pidocchi nei cani, è necessario pulire accuratamente o, ancora meglio, buttare tutte le coperte dove solitamente il cane trascorre il proprio tempo. Tutto il resto della casa – dal pavimento ai tappeti, ai mobili – devono essere puliti in maniera accurata e minuziosa.

Anche se non esiste una prevenzione efficace al 100%, è fondamentale applicare con regolarità gli antiparassitari per cani. Portiamoli con costanza a visita dal veterinario di fiducia, così da scoprire per tempo eventuali problemi da risolvere.

I pidocchi del cane si attaccano all’uomo

cane odora

In ultima analisi, vediamo se ci sono rischi per noi compagni di avventura bipedi. Uno dei dubbi più frequenti, quando si devono gestire i pidocchi nei cani, riguarda il passaggio all’uomo. Al momento non ci sono studi che dimostrino una tale eventualità.

Anche se trascorriamo tanto tempo a stretto contatto con loro, li coccoliamo e lasciamo anche che dormano insieme a noi nel letto, non c’è questo pericolo. Ricordiamo infatti che i parassiti che si attaccano a Fido non sono gli stessi che colpiscono gli esseri umani.

LEGGI ANCHE: Il cane può prendere i pidocchi dai bambini?

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati