Potenza, la lupa che viveva in città è stata sterilizzata e rilasciata in natura

La lupa che per qualche mese ha vissuto nella periferia di Potenza è stata sterilizzata e rilasciata in natura: adesso potrà vivere libera

La vicenda della lupa di Potenza si arricchisce di un nuovo episodio. Tutto è cominciato a Marzo dello scorso anno, quando sono iniziate ad arrivare le prime segnalazioni dell’avvistamento dell’animale.

Da quel momento, la storia attorno a questa bellissima quadrupede ha iniziato a interessare non solo i giornali locali, ma anche quelli nazionali.

Tantissime persone hanno chiamato per segnalare nuovi avvistamenti e alla fine è intervenuto anche l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale. Si tratta dell’organo più importante quando si parla di tutela della fauna selvatica.

Lupo che osserva

Quali sono le differenze tra un cane e un lupo? In effetti non è facile individuare immediatamente quale animale abbiamo di fronte, tanto che per molto tempo a Potenza si è pensato che la lupa fosse solo un cane randagio.

Qualcuno però ha iniziato a sospettare che l’animale potesse non essere un cane. Alla fine lo scorso 8 Dicembre gli esperti hanno catturato la lupa. Hanno così prelavato i campioni da analizzare e hanno scoperto la verità: erano di fronte a un bellissimo esemplare di un anno e mezzo di lupo appennino.

Primo piano di un lupo

Gli esperti hanno deciso di rilasciare la lupo munita di collare Gps, ma lontano dai pericoli della città. Nel giro di poco tempo, la lupa è tornata a Potenza, forse ormai troppo abituata alla vita di città. Lo scorso 23 di Marzo, alcune persone hanno segnalato l’accoppiamento tra la lupa e un cane randagio e da lì è scattato l’allarme per il rischio di ibridazione.

Gli esperti hanno quindi catturato di nuovo la lupa, per poi sterilizzarla. Adesso la bellissima quadrupede è stata liberata e pùò vivere la sua vita felice nel Parco Regionale di Gallipoli Cognato, lontano dai pericoli della città.

Ti è piaciuto questo contenuto? Allora leggi anche Attori e artisti nella parte del visone in gabbia per fermare gli allevamenti: «Io, nato per essere ucciso» (video).

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati