Questo cane è rimasto bloccato sotto le rocce per ben 6 giorni, ma il suo amico umano non si è mai arreso

Bon è un simpatico cane della Corea del Sud, che si è ritrovato protagonista di una storia davvero assurda: un brutto incidente che fortunamente si è risolto con un lieto fine. Un giorno come un altro il cane è uscito con il suo padrone per una passeggiata nel bosco, dove era solito divertirsi rincorrendo scoiattoli e uccellini.

Ma non tutte le giornate sono uguali. Senza rendersene conto, preso dall’euforia di rincorrere un animaletto, il cane è caduto in una buca fatta di rocce, impossibili da spostare con la forza di un solo uomo. Quando il padrone si è reso conto dell’accaduto, è subito corso a cercare aiuto, così da vedere se fosse possibile tirare fuori il suo amico a quattro zampe. Ma niente sembrava poter salvare il cane dalla situazione in cui si è era infilato.

LEGGI ANCHE: La mamma umana fa yoga e uno dei suoi cani decide di farle un “regalino”

Insieme, i soccorritori hanno addirittura cercato di spaccare le rocce per liberare Bon, ma a nulla è valso lo sforzo. Nel frattempo, il cane rimaneva intrappolato sotto le rocce, anche se veniva nutrito attraverso un tubo e monitorato costantemente da una telecamera. In questo modo tutti hanno potuto verificare le condizioni del cucciolo, per verificare che non gli accadesse nulla di grave.

Tutte queste attenzioni hanno permesso a Bon di sopravvivere in questa difficile condizione per ben sei giorni. Poi, fortunatamente, è arrivata la soluzione: un esperto di geologia ha proposto di utilizzare una macchina idraulica per spostare le rocce e liberare il cane. E così è stato. Bon è stato liberato! E può tornare ad abbracciare il suo padrone, talmente preoccupato da aver subito portato il cucciolo in un centro veterinario. Ma le sue condizioni erano perfette, e il piccolo è già pronto a correre di nuovo!

LEGGI ANCHE: Pur di proteggere il suo cane dagli altri cani, quest’uomo lo prende in braccio a dispetto del peso

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati