Reggie, lo Shar Pei trovato per strada con diversi problemi di salute

Questo meraviglioso cagnolone ha avuto la fortuna di incontrare le persone giuste che lo hanno aiutato a farcela

La storia di questo cagnolone che si chiama Reggie non è iniziata nel migliore dei modi. Lui aveva una famiglia, ma da un giorno all’altro, si è ritrovato a dover cavarsela da solo. Non aveva idea del perché fosse finito per strada.

La sua ex famiglia, però, non aveva più alcuna intenzione di occuparsi di lui. Così, senza avere il minimo risentimento, lo hanno abbandonato per strada. Il povero Reggie si è ritrovato tutto solo e non sapeva sopravvivere alla vita da randagio!

Con il cuore a pezzi, il cagnolone ha vagato a lungo in cerca di un po’ di cibo e di un posto sicuro, ma non ha mai avuto fortuna. Le sue condizioni di salute non facevano altro che peggiorare e la sua pelle iniziava ad irritarsi sempre di più.

APPROFONDIMENTO: Tutto sullo Shar Pei

Lo Shar Pei è una razza impegnativa. Le sue rughe hanno bisogno di attente cure, ma Reggie non le aveva mai ricevute. Purtroppo ad un certo punto, a causa proprio di quest’ultime, non riusciva più a vedere nulla. Si stava lasciando andare in strada!

Quando un volontario lo ha trovato, ha capito subito che doveva agire immediatamente per salvarlo. Così dopo averlo portato dal veterinario, il cagnolone ha iniziato a ricevere tutto l’aiuto di cui aveva bisogno. La sua pelle era messa malissimo.

Reggie ha dovuto subire un intervento per stare meglio, una specie di lifting per tirare su le rughe e iniziare a vedere di nuovo il mondo che lo circondava. Nonostante tutte le sofferenze, lui era molto felice di aver trovato il posto giusto.

Per questo bellissimo Shar Pei le cose sono finite ancora meglio. Mentre cercava una famiglia per sempre, una coppia si è innamorata di lui e si è presentata al rifugio. Da quel momento tutto è cambiato e ora Reggie sta vivendo la vita che ha sempre sognato: circondato dall’amore e dalla felicità. Niente poteva andare meglio per lui! Ha avuto il lieto fine che meritava!

LEGGI ANCHE: Lea e Gastone, i cani da salvataggio scelti per gli Europei di Nuoto

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati