Seamus il cucciolo di Pastore tedesco e cantante della canzone che porta il suo nome (VIDEO)

Molti conoscono Seamus il cucciolo di Pastore tedesco, il reale protagonista del brano "Seamus" del Pink Floyd, composta agli inizi degli anni Settanta

Chi è amante dei Pink Floyd conoscerà sicuramente la canzone “Seamus” diventata famosa in tutto il mondo. Il motivo di tale successo deriva da Seamus il cucciolo di Pastore Tedesco che ha attivamente partecipato alla produzione della canzone. Il brano risale al 1971 e risultò impossibile riprodurla live durante i concerti; soltanto una volta il gruppo ha suonato la canzone dal vivo con un altro cane.

Seamus il cucciolo di Pastore tedesco era il cane del frontman del gruppo e il gruppo decise di scrivere una canzone che portasse il suo nome; la canzone è stata inserita nel disco “Meddle” del 1971. In merito a quanto fino adesso detto, è normale chiedersi cosa abbia spinto i Pink Floyd a produrre la canzone. Come sopra citato il cane ha partecipato attivamente, ululando per tutta la durata della canzone. L’idea di inserire l’ululato del cane all’interno della canzone è nata per caso. Un giorno Seamus si trovava a casa di David Gilmour che se ne prendeva momentaneamente cura; il leader del gruppo ad un certo punto si accorse che ogni volta che suonava la chitarra, il cane iniziava ad ululare. Ci sono, inoltre, 5 cose che potrebbero far ululare il tuo cane.

Gilmour decise quindi di inserire l’ululato di Seamus il cucciolo di Pastore Tedesco all’interno della canzone che avrebbero registrato il giorno seguente. La canzone non ebbe il successo sperato; la critica non aveva accettato ben volentieri la presenza degli ululati di un cane; la band però era particolarmente divertita ed entusiasta per la presenza del peloso all’interno della traccia. La canzone, per ovvie ragioni, era quasi impossibile da riprodurre ai concerti. Ma Come ride un cane? Ecco tutti i modi in cui dimostra di divertirsi; sicuramente il peloso si sarà divertito molto con il gruppo.

La band decisa di eseguirla solo una volta, al concerto di Pompei; il peloso però non era il reale Seamus il cucciolo di Pastore tedesco, ma era un Wolfhound russo di nome Nobs. Questo stralcio di musica racconta un rapporto bellissimo tra un cane e degli uomini; la loro amicizia era così forte che la band ha deciso di registrare per sempre il suono della sua voce. È un modo per ricordare il dolcissimo Seamus. Questo cane vivrà per sempre e vive ogni volta che qualcuno decide di ascoltare “Seamus”. È impossibile non amare i cani: 8 foto che te lo confermeranno.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati