Tumori cerebrali nei cani: cosa sapere

Come riconoscere i sintomi e trattare i tumori cerebrali nei cani; questa condizione è davvero pericolosa e purtroppo quasi sempre mortale

Quando si ha un cane è necessario stare sempre attenti alla sua salute. Purtroppo alcune malattie come i tumori cerebrali nei cani sopraggiungono senza preavviso. La tempestività e una buona dose di fortuna possono riuscire a salvare la vita del vostro cane e garantirgli comunque una buona qualità di vita.

cane dal veterinario

Cos’è il tumore cerebrale

Per tumore cerebrale ci si riferisce ad una neoplasia che interessa per l’appunto il cervello.

cane che guarda

Questo può essere distinto in due livelli:

  • Primario, ovvero un tumore che è nato e cresciuto direttamente nel cervello; è possibile infatti notare che la massa, in questo caso, interessa direttamente le cellule cerebrali;
  • Secondario, ovvero un tumore metastatico, ovvero è un tumore che si è diffuso anche nel cervello, la cui origine è da collocare nell’osso o nella cavità nasale del cane;
  • Solitamente tutti i cani che hanno superato i 5 anni possono incombere in questo problema; tuttavia esistono delle razze canine più predisposte al problema rispetto ad altre, come ad esempio i cani affetti da dolicocefalia, ovvero quei cani che hanno la testa e il naso lungo, come nel caso del Collie.

Cause e sintomi

Le reali cause dell’insorgenza dei tumori cerebrali nei cani non sono state ancora chiarite; si presume che l’insieme di fattori genetici, ambientali, dietetici e chimici possono essere coinvolti in questa malattia.
Per quanto riguarda la sintomatologia, quello più comune è caratterizzato da movimenti involontari compiuti dal cane, provocati direttamente dal cervello. Inoltre è possibile notare in un cane affetto da tumore cerebrale:

  • Convulsioni nel cane;
  • Aggressività;
  • Coscienza alterata;
  • Ipersensibilità al dolore;
  • Problemi alla vista;
  • Movimenti scoordinati;
  • Andatura dinoccolata;
  • Inappetenza;
  • Letargia;
  • Minzione incontrollata

cane che guardaQuesti risultano essere tutti sintomi invalidanti; se il vostro cane dovesse presentare parte di questa sintomatologia, è necessario ricorrere al parere del vostro veterinario, che dopo accurata visita, si accerterà se effettivamente il vostro cane soffre di questa patologia.

Diagnosi

Se il vostro cane dovesse palesare alcuni dei sintomi è il caso di rivolgervi al vostro veterinario che eseguirà numerosi test per comprendere meglio la problematicità del vostro cane. Il veterinario comincerà facendo un emocromo completo e test dell’urina.

cane nero

Effettuerà la biopsia tissutale perché sembra essere l’esame più attendibile per diagnosticare eventuali tumori cerebrali nei cani ed eseguirà delle radiografie a raggi X e ultrasuoni per individuare il tumore primario ed eventualmente e sfortunatamente anche quello secondario. Infine effettuerà la risonanza magnetica al cervello per confermare la diagnosi.

Trattamento

Se sfortunatamente è stato diagnosticato un tumore al cervello, il veterinario ha 3 opzioni con cui poter cercare di sconfiggere la malattia:

  • Radioterapia;
  • Chemioterapia;
  • Chirurgia

Radioterapia e chemioterapia hanno lo scopo di rimpicciolire il tumore e di tenere sotto controllo eventuali complicazioni come l’edema cerebrale, ovvero un accumulo di liquidi stanziatosi nel cervello. È possibile inoltre che il veterinario prescriva una cura farmacologica per cercare di affievolire gli effetti collaterali dei tumori cerebrali nei cani. Purtroppo però il trattamento non risulta essere di lunga durata; al massimo il cane potrà sopravvivere per massimo altri 3 anni, ma che sfortunatamente risultano sempre troppo pochi.

cane a spassoNei casi dove risulta impossibile riuscire a salvare la vita del cane, il veterinario potrà proporre, tra le altre opzioni, anche di praticare l’eutanasia nel cane; questa viene applicata solo e soltanto se il veterinario ha più volte appurato che non c’è più nulla da fare.
Purtroppo i tumori cerebrali nei cani risultano essere fatali; è possibile cercare di rallentare il processo della malattia. In ogni caso è consigliabile avallarvi del parere di un esperto, che potrà consigliarvi più dettagliatamente in merito alla salute del vostro cane.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati