Un cucciolo di cane sopravvive ad uno tsunami in Giappone (VIDEO)

Un cane sopravvive per tre settimane solo dopo uno tsunami che ha colpito una parte del Giappone; l'abbraccio con la padrone è commovente

Le catastrofi naturali colpiscono l’uomo quanto tutti gli esseri viventi, cani compresi; nell’aprile del 2011 un cucciolo di cane sopravvive ad uno tsunami di proporzioni gigantesche. Il peloso al momento del salvataggio si trovava sopra un tetto di una casa ormai distrutta; questo, infatti, si trovava al largo della costa nord-orientale del Giappone.

Il cucciolo di cane sopravvive al disastro naturale grazie al suo coraggio e alla sua determinazione; lontano dalla sua proprietaria, fortunatamente il peloso è riuscito a sopravvivere. Grazie ad un notiziario locale che aveva dato la notizia del salvataggio del peloso, il cane e il proprietario hanno avuto la possibilità di riabbracciarsi. Il piccolo peloso si chiama Ban e, dopo il salvataggio, si trovava in un centro per la cura e la riabilitazione dei pelosi. Ci sono 4 cose fondamentali da fare se hai smarrito il cane.

La guardia costiera locale ha trovato e salvato il cane che si trovava, come accennato, sul tetto di una casa distrutta; più precisamente si trovava a circa due km al largo di Kesennuna, nella parte orientale del Giappone. Il cucciolo di cane sopravvive così al disastro provocato dall’onda anomala e che lo ha costretto a stare in mare da solo per tre settimane. Al momento del salvataggio, i salvatori hanno descritto il cane come stanco ed emaciato. Lo hanno quindi condotto nel rifugio che aveva ospitato altri pelosi che erano stati separati dai rispettivi proprietari. Nuotare è stato indispensabile per il peloso; poi questi è riuscito a salire sul tetto della casa. Il Cucciolo di cane, può nuotare? A quanti mesi Fido impara a galleggiare?

Fortunatamente questa storia ha un lieto fine; Ban e la sua proprietaria si sono trovati e si sono riabbracciati. Sfortunatamente non tutti i pelosi hanno avuto la stessa sorte di Ban. Molti pelosi non sono riusciti a sopravvivere e altri non hanno più abbracciato i padroni che hanno perso la vita. Quando si vive un disastro simile, bisogna sempre ricordare l’importanza di avere accanto chi si ama. Prendere un cane significa anche purtroppo vivere momenti così terribili; il distacco infatti è davvero orribile, sia per il padrone che per il cane. Ban e la sua proprietaria sono stati davvero molto fortunati ed entrambi difficilmente dimenticheranno questa esperienza; che si sarebbe potuta rilevare davvero tragica per entrambe le parti. Un Cane traumatizzato, come si comporta?

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati