Uova di pulci nel cane: come sono e come eliminarle

Uova di pulci nel cane: cosa fare? Come riconoscerle? Ecco tutti i rimedi per cercare di toglierle e soprattutto per eliminare il prurito

La salute del nostro amico a quattro zampe ci è più cara di ogni altra cosa al mondo, per questo potremmo spaventarci qualora trovassimo delle uova di pulci nel cane. Una situazione, questa, tutt’altro che piacevole, ma che non deve buttarci nello sconforto e, anzi, invitarci ad agire tempestivamente e con prudenza.

La prima cosa che molti proprietari si chiedono è come agire. Sappiamo, infatti, che scorgere questi parassiti sul pelo dell’amico del nostro quattro zampe non è mai piacevole, soprattutto in virtù del fatto che queste possono moltiplicarsi in brevissimo tempo.

Al di là della sensazione spiacevole che possiamo provare alla visione della comparsa delle uova di questo parassita, dobbiamo pensare al nostro cucciolo e al malessere da lui percepito. Dobbiamo preservare anche la sua salute, in quanto, la nascita delle pulci può portare a diversi problemi non indifferenti.

Acquistare il giusto prodotto in farmacia è sicuramente la soluzione migliore per intervenire prontamente e risolvere il problema, ma ovviamente è sempre opportuno avvalersi della consulenza di uno specialista. Vediamo insieme come comportarci.

Uova di pulci nel cane: cosa sono?

Se abbiamo trovato delle uova di pulci nel cane è opportuno intervenire tempestivamente dato che, è chiaro, che una vera e propria infestazione è in atto. Non datevi la colpa se non siete riuscita a intervenire prima, il tutto può cominciare grazie a solo due pulci, che in pochi giorni fanno anche centinaia di uova sul manto del nostro amico a quattro zampe.

uova di pulci nel cane

In tal caso, una volta schiuse, sarebbe un vero problema per il cane. Il prurito potrebbe iniziare a tormentarlo, e potrebbe essere più fastidioso di quello tra cane e prurito agli occhi. Il problema è che una pulce femmina inizia a produrre uova dopo soli due giorni che si nutre da un ospite.

In questo caso ovviamente “l’ospite” è il cane. Se addirittura ci sono le uova, vuol dire che si dovrà agire tenendo conto di varie fasi. Prima di tutto è bene anche chiedere consiglio ad un veterinario, in modo da saper valutare la situazione e assegnare il prodotto giusto da usare.

Sintomi e accorgimenti

Scovare una vera e propria infestazione di uova di pulci nel cane non è così difficile. Se ci accorgiamo, infatti, che il nostro animale domestico si gratta sempre oppure si morde il pelo quasi ossessivamente, probabilmente è stato morso da una pulce.

Queste sono cose che possono capitare, soprattutto quando ci muoviamo insieme ai nostri animali domestici in grandi spazi verdi per consentirgli di sfogare tutta l’energia che hanno a disposizione. Le pulci, però, possono arrivare anche da altri cani o gatti con cui sono stati contattati.

Il vero problema non è la pulce in sé, che può essere eliminata in tempi brevi, quanto più una vera e propria infestazione che può avvenire quando una o più pulci scelgono il manto del nostro cucciolo peloso per deporre le loro uova.

Intervenire tempestivamente è fondamentale soprattutto se il cane vive in un abitazione domestica, a maggior ragione se questa è frequentata anche da bambini.

Tuttavia vogliamo rassicurarvi, nonostante le pulci possono trasmettere malattie di varia natura, in Italia questo sembra assai raro.

Il problema primario è il dolore che le punture di pulce provocano nelle persone e negli animali. Va da sé che se il nostro cane ha le pulci o le sue uova, queste presto si schiuderanno facendo nascere tantissimi parassiti pronti solo a morderlo.

Uno dei segnali più evidenti e riconoscibili che vi conduce alla diagnosi delle uova di pulci nel cane è quella del prurito ossessivo e compulsivo che riguarda fido.

Se notate questo atteggiamento ripetersi nell’arco di più giorni, spazzolate bene il pelo e ispezionatelo per trovare i parassiti.

Cosa fare in caso di uova di pulci nel cane

A quel punto, se le vostre supposizioni erano esatte e il pelo morbido del vostro cagnolino è diventato terreno fertile dei parassiti, dovete correre ai ripari per evitare una situazione spiacevole per fido e per voi stessi preservando l’intero ambiente domestico.

Per capire bene cosa fare, prima di tutto occorre analizzare il manto peloso del nostro amico a quattro zampe. Dopo di che, una volta chiara la situazione, è opportuno accompagnare l’animale domestico dal veterinario che lo tiene in cura.

Prima, infatti, di acquistare un apposito prodotto per le pulci dei cani, in modo da sterminarle tutte e il prima possibile, rivolgetevi sempre a uno specialista che saprà consigliarvi il prodotto migliore e che soprattutto vi aiuterà a controllare al meglio la situazione per non creare disagi.

pulci nel cane

Purtroppo infatti non è detto che basti mettere il prodotto. Questo prima di tutto deve essere messo sul pelo del cane con una certa regolarità, ma non solo. Quello che si deve controllare è anche cosa succede nei giorni successivi all’applicazione.

Potrebbe verificarsi infatti il fatto in cui le pulci adulte siano state uccise, ma le uova invece si devono ancora schiudere. In questo caso è utile aspettare e continuare a mettere il prodotto o comprarne uno in grado di distruggere anche le uova.

Come riconoscere le pulci sul cane e in casa

Potrebbe capitare che alcune delle uova che avete notato si sono già schiuse o che, le stesse pulci che hanno depositato le loro uova sul manto del cane siano ancora attaccate al vostro animale domestico. A questo punto tocca a voi riconoscerle, non solo sulla pelle dell’animale, ma anche all’interno della vostra abitazione.

Se avete infatti paura che una o più pulci si siano staccate dall’animale e stiano gironzolando indisturbate per i vostri ambienti domestici prestate bene attenzione a cosa vi dicono i vostri occhi.

Controllate, in primis, sul mando dell’animale: le pulci hanno un aspetto marrone che vira sul rossiccio e sono lunghe circa due millimetri. Le aree preferite dalle pulci, quelle alle quali si attaccano, sono la testa, il collo e le zone posteriori, sono queste, infatti, quelle più prese di mira.

Dove cercare i parassiti sul cane e in casa

Una diagnosi veloce non vi servirà, dovete infatti prestare particolare attenzione alla pelle dell’animale per capire, anche se, c’è la presenta di piccoli puntini neri conosciuti come lo sporco di pulce.

Si tratta di escrementi neri davvero molto piccoli, ma anche indicano la presenza di feci di pulci adulte che possono essere paragonati al pepe macinato. Un buon metodo per identificarle, può essere quello d utilizzare una spazzola antipulci e riporla poi su un foglio di carta bianca: operazione questa che renderà più facile notare la presenza di questi piccoli escrementi.

Vi consigliamo anche di prestare molta attenzione alle zone frequentate dal cane, è lì che potrete trovare altri escrementi di pulci che vi confermeranno la presenza di questi parassiti in casa. Verificate la cuccia, la moquette e i tappeti.

Uova di pulci nel cane, come prevenirle

Nessun genitore canino vorrebbe mai trovarsi in una situazione del genere, purtroppo però con un animale domestico dobbiamo mettere in conto che la presenza di uova di pulci nel cane si possa verificare di tanto in tanto.

Dobbiamo dirvi che non è affatto facile prevenire questo problema del cane, anche perché non si tratta di igiene, ma di altro. Il punto è che l’amico a quattro zampe potrebbe essere anche l’esemplare più pulito del mondo, ma potrebbe contrarre in un attimo le pulci da un altro cane, o dal parco.

cane pulci

Sicuramente una pulizia accurata del cane e una sana e frequenta osservazione possono aiutarvi a prevenire le pulci e, meglio ancora, le loro uova. Ma ci sono anche degli strumenti creati appositamente per la prevenzione dei parassiti.

Per prevenire è bene ogni tanto mettere sul suo pelo appositi prodotti che possano proteggerlo dagli attacchi di questi parassiti. Oltre a questo, è bene anche utilizzare un pettine solo per il cane, quando lo si spazzola.

Trattamenti antipulci e altri strumenti

Ora che abbiamo imparato a riconoscere le pulci degli animali domestiche, dobbiamo capire come sconfiggerle. Come anticipato, qualora vi trovasse di fronte ad una vera e propria infestazione, il consiglio è quello di rivolgervi direttamente al vostro veterinario di fiducia.

Il consiglio è quello di tenere il cane in un ambiente sempre pulito e di spazzolare e lavare con cura il pelo dell’animale, con specifici prodotti, in maniera periodica. Il veterinario vi consiglierà il prodotto migliore antipulci del cane tra fiale e collare da utilizzare per proteggere il vostro animale domestico.

L’osservazione è uno dei metodi migliori per contrastare una infestazione nata a causa delle uova di pulci nel cane. Le uova sono molto piccole, di una grandezza di circa 0,5 millimetri, e si presentano ovali e bianche. Le loro dimensioni rendono difficile l’osservazione.

C’è un altro strumento però molto utile per imparare a riconoscere uova e pulci presenti sul manto dell’animale ed è la spazzola antipulci. Si tratta di un particolare strumento creato appositamente per rendersi conto della presenza di parassiti di varia natura annidati nel pelo del nostro cane.

Aiutatevi sempre con un foglio di carta bianco, per riconoscere le pulci e di uno scuro per riconoscere le uova. Non dimenticate, inoltre, di controllare la cuccia del cane, i tappeti e le moquette per scoprire se le pulci o le uova si sono annidate anche lì.

Articoli correlati