Addestrare il cane a camminare senza fermarsi: ecco come fare

Portare a spasso i cuccioli non è semplice. Serve tanta pazienza, soprattutto quando si fermano. Come addestrare il cane a non fermarsi?

Le prime passeggiate di Fido sono complicate. Tende spesso a fermarsi e a non voler proseguire il tragitto. È possibile addestrare il cane a non fermarsi?

I problemi durante le prime passeggiate li riscontriamo tutti. Il cane non è abituato, è in un ambiente nuovo, fuori dalla sua zona comfort. Inoltre, Fido è ancora molto giovane, non abituato ad obbedire e spesso, anche un po’ capriccioso. Addestrare il cane a non fermarsi non è complicato, richiede solo un po’ di tempo e un po’ di pazienza.

Compromessi

Durante la passeggiata si è in due. Per poterla svolgere in tranquillità è necessario scendere a compromessi col nostro cane. In che senso? Il cane dovrà seguire il nostro passo, ma è pur vero che noi dobbiamo considerare le sue esigenze.

L’ideale è una passeggiata di pari passo, con le “dovute” pause che Fido richiede. Durante la passeggiata, infatti, il cane esplora. Per questo motivo, ha bisogno di un margine di libertà che lo lasci libero di odorare, osservare e ascoltare.

cani al guinzaglio

Il problema sorge se il cane si scoccia di camminare. Tutti i padroncini possono confermare che almeno una volta sia successo: il cucciolo si siede per terra e non vuole più saperne di avanzare.

Quello su cui bisogna lavorare è proprio questo, le tempistiche. Dettare delle tempistiche durante la passeggiata è fondamentale. Fido sa che può fermarsi, ma sa che non può farlo per molto. Col tempo, inizierà a gestire questi tempi. Il tuo aiuto però è necessario.

Cosa serve

Indubbiamente servono tempo, pazienza e ricompense. Determinati risultati non si possono raggiungere già dalla prima giornata. Ricorda inoltre, che ogni cane ha dei tempi personali. Non fidarti di chi sostiene che il proprio cane abbia imparato in un giorno.

Lascia a Fido il tempo che serve per poter apprendere in tranquillità, senza stressarsi troppo.

cane seduto sul prato

Considera anche, che il cane è ancora cucciolo e non è abituato al territorio nuovo. Potrebbe non voler proseguire la passeggiata anche per paura o per disagio.

La scelta del guinzaglio da utilizzare è fondamentale ed è preferibile non cambiarlo durante l’intero percorso. Dovrai tirare qualche colpetto per stimolare il cucciolo a muoversi e indirizzarlo nella direzione giusta.

Cosa fare

Prima di tutto, come anticipato, trova il guinzaglio più adatto al tuo cane. Sarà necessario per spingerlo a camminare. Una volta trovato quello giusto, si può procedere con l’addestramento.

La prima fase, prevede l’insegnamento del comando “annusa”. È il comando che, una volta appreso, gli permetterà di capire quando può fermarsi. Ovviamente non sarà necessario farlo per molto tempo, ma solo durante il periodo di addestramento.

addestrare il cane a non fermarsi

Successivamente, il comando “annusa” deve essere intervallato da “cammina”. Questa alternanza serve per far capire al cane che ci sono dei tempi per potersi fermare e dei momenti in cui bisogna camminare.

Se proprio non vuole saperne di camminare, dai un colpetto in avanti col guinzaglio per stimolarlo a riprendere il percorso. Ogni volta che Fido effettua correttamente l’esercizio, premialo.

La ripetizione e la costanza sono molto importanti. Maggiore sarà la ripetizione, minore sarà il tempo che Fido impiegherà per imparare. Ovviamente le tempistiche di apprendimento variano da cane in cane.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati