Addestramento cani

L’equilibrio mentale e fisico del nostro amico a quattro zampe passa da un corretto stile di vita. Quando lo adottiamo, quindi, insieme al supporto del veterinario di fiducia e di un etologo esperto, dobbiamo pensare alla sua educazione.

L’addestramento dei cani è fondamentale. La socializzazione, infatti, è una fase che è bene cominciare sin dai primi mesi di vita e va gestita con attenzione. Degli errori in questo periodo possono avere delle ripercussioni a vita nella nostra piccola palla di pelo.

Solo professionisti qualificati

I corsi di addestramento per cani, soprattutto se non si è dei cinofili esperti, non vanno improvvisati. Possono essere davvero essenziali per la crescita dei nostri amici a quattro zampe appena adottati.

Sulla carta si tratta di un’ottima idea, l’importante è affidarsi a personale qualificato. Per farlo bisogna saper cercare trainer e strutture certificate, che ci diano garanzie.

L’esperienza al primo posto

Validi corsi di addestramento bisogna che siano tenuti presso strutture idonee e da allenatori esperti. Alcune volte si tengono presso negozi specializzati o in ambulatori veterinari: dipende dall’argomento del corso e dalle esigenze spazio-temporali.

Le tariffe possono variare, l’importante è ottenere quello per cui si paga. Chiediamo certificazioni che attestino la preparazione dell’addestratore, e accertiamoci che il luogo dove si svolge il corso sia adeguato allo scopo. La sicurezza del nostro amico a quattro zampe è e deve restare al primo posto, sempre.

Strutture adeguate

I corsi, in genere, si tengono una volta alla settimana per uno o due mesi: dipende poi dal tipo di allenamento. Spesso capita che si diano degli obiettivi da raggiungere a casa tra una sessione e l’altra.

Le lezioni dovrebbero comprendere le basi per l’addestramento dei cani e il comportamento futuro del piccolo amico a quattro zampe. Socializzazione, comunicazione, obbedienza, consigli per la vita in casa.

La socializzazione è fondamentale!

La socializzazione è la parte più importante, la base per tutto il resto. Fa in modo che il nostro adorato Fido riesca a relazionarsi con persone, situazioni e luoghi nuovi.

Insomma, così impara a interagire con tutti gli attori in gioco mettendo al primo posto il rispetto per il prossimo. Il fine, oltretutto, è quello di evitare che diventi pauroso o aggressivo. Se così dovesse essere, infatti, vivrebbe male lui e metterebbe in pericolo l’incolumità degli altri.

Questa fase è bene che venga seguita e supervisionata da un comportamentista che sappia il fatto suo, che abbia consapevolezza su come si debba procedere in un momento così delicato della crescita del nostro amico a quattro zampe.

La gestione dentro casa

Sempre più proprietari mostrano l’esigenza di gestire Fido in casa. Diventa sempre più importante la pulizia dell’ambiente domestico e che il mobilio venga preservato da attacchi più o meno evidenti e rovinosi.

Ecco che i corsi di addestramento per cani prevedono informazioni utili sull’allenamento in casa e sull’addestramento in cassa. Far sentire sicuri i proprietari di saper gestire la convivenza è un valore aggiunto per gli etologi moderni.

L’obbedienza in primis

Prima di tutto, i corsi per principianti dovrebbero comprendere alcuni comandi di obbedienza di base . Per lo meno, dovrebbero spiegare come insegnare al cane il comando rotola, seduto e come abituare un cane al guinzaglio. Tutte situazioni di vita quotidiana che devono essere gestite nel migliore dei modi se si vuole che il rapporto con il proprio amico a quattro zampe sia di qualità e che tutti gli attori in gioco siano sereni e tranquilli.

Alcuni addestratori si concentrano anche su altro: come insegnare al cane il comando fermo e vieni. Sono tutte informazioni utilissime per la gestione della propria piccola palla di pelo. Per ottenere obbedienza una cosa è certa: bisogna avere l’ausilio di un clicker per cani e non dimenticare il rinforzo positivo in allenamento.

Problemi comportamentali, come affrontarli al meglio

Non sempre tutto fila liscio si dall’inizio. Ogni esemplare ha delle esperienze pregresse e dei traumi che lo condizionano nell’interazione con il prossimo.

Se il nostro Fido dovesse averne, non dobbiamo arrenderci o preoccuparci. Il più delle volte è sufficiente un po’ più di pazienza, coccole extra e metodo per fare in modo che si fidi di noi. Il punto cruciale è fargli capire che non tutti gli esseri umani sono uguali, cattivi e che di noi può fidarsi.

I corsi di addestramento per cani che siano validi devono comprendere delle lezioni sulla gestione e la risoluzione dei problemi comportamentali più frequenti.

Masticare, saltare e gemere quando lasciati soli sono quelli che quasi tutti gli amanti di Bau hanno dovuto imparare a gestire. Dare informazioni utili all’addestratore su problematiche precise può essere d’aiuto.

Un buon etologo poi non dimentica mai l’importanza di una sempre maggiore comprensione del perché il cane si comporti in un modo o in un altro. Solo la consapevolezza porterà a una risoluzione definitiva ed efficace delle storture comportamentali.

Non si finisce mai di imparare

Gli etologi, gli addestratori e il veterinario di fiducia danno le basi per la gestione di un quadrupede che, come tale, ha un linguaggio diverso dal nostro. Decenni e decessi a strettissimo contatto con il nostro amico a quattro zampe, però, ci ha dato anche l’opportunità di ridurre il divario comunicativo invitabile tra due specie così diverse fra loro.

In realtà, comunque, un po’ come accade a noi bipedi con gli esami e le prove che la vita ci mette davanti, non si finisce mai di imparare e conoscere il proprio amico, di insegnargli cose nuove e di conoscerne sul suo conto. Infatti, nemmeno noi finiamo mai di conoscerlo e di imparare da lui.

L’amore è l’ingrediente principale

Avere un cane in giro per casa è un’occasione continua di crescita. L’adozione, infatti, non salva solo la vita del cane, ma anche quella di chi lo accoglie nella propria esistenza. Conoscerà valori come l’amore incondizionato e la fedeltà senza se e senza ma.

Una buona abitudine è quella di sfidarlo, nuove abilità e nuovi comandi o trucchi stimolano l’apprendimento e il rapporto cane – proprietario. Esistono anche dei corsi di livello avanzato che si focalizzano su esigenze specifiche. L’addestratore, quando è bravo, è anche in grado di guidare verso un’eventuale percorso successivo.

A prescindere dai piani che possiamo avere per il nostro amico a quattro zampe per una sua crescita emotiva e fisica ideale, non dimentichiamo mai qual è l’aspetto veramente importante nella sua vita. L’amore è quello che non deve mai mancare. Deve sentirsi considerato rispettato e coccolato. La sua gratitudine migliorerà anche noi come esseri umani.

Cucciolo di cane randagio, come addomesticarlo?

cucciolo di cane randagio come addomesticarlo

Lo hai visto per strada e proprio non ce la fai a continuare ad andare avanti facendo finta di nulla. Sembra così solo e indifeso,…

Come insegnare al cane a camminarti accanto?

complicità cane ragazza

Il nostro quadrupede è famoso per la fedeltà e l'obbedienza, ma come puoi insegnare al cane a camminarti accanto? Non è difficile, se segui tutti i passaggi

Esistono cani che non imparano o tutti hanno una possibilità?

cane attento

È stato scientificamente provato che i cani riescono ad ascoltare e addirittura capire le nostre conversazioni. Ovviamente non tutti, ma i cani comprendono molto più di…

Come si diventa allevatori Enci, tutto quello che c’è da sapere

cuccioli di cane marroni

Chi ama davvero gli animali e fare diventare la passione un lavoro deve farlo con cognizione di causa. Come si diventa allevatori Enci, quindi? Stiamo…

Dog handler, cosa è e come ci si diventa

cane da esposizione

Il dog handler cosa è? Una figura sempre più in voga nel mondo della cinofilia. Si prende cura del nostro amico a quattro zampe, ma come? Tutti i dettagli

Tipi di addestratori per il cane, una piccola guida per l’educazione di Fido

cane in addestramento

Sapere quali sono i tipi di addestratori per il cane è importantissimo per seguire un percorso consapevole e mirato. La fase di socializzazione, infatti, che…

Cucciolo di cane non sente i comandi, che fare?

cucciolo di cane non sente i comandi

Cucciolo di cane non sente i comandi, è grave? Come bisogna intervenire? Quando prendiamo un cucciolo, queste domande sono quasi d’obbligo. Vogliamo che sia tutto…

Farsi ubbidire dal cane: metodi infallibili e consigli

carlino color miele e carlino nero

Per molti padroncini farsi ubbidire dal cane sembra quasi un’impresa impossibile. Fido non li ascolta, fa sempre di testa sua, non riconosce nel suo padrone…

Come insegnare il riporto al cane, velocemente

ragazza gioca con il suo cane

Come insegnare il riporto al cane? Il riporto è uno degli esercizi più belli, utili ma anche divertenti da insegnare al nostro quattrozampe. Il suo…