Cane che abbaia, quando è un problema?

Il cane che abbaia non dovrebbe destare preoccupazione: è la sua caratteristica identificativa. Ci sono delle situazioni però in cui diventa un problema

Il cane che abbaia lo fa per esprimersi: è il suo tratto distintivo, il suo linguaggio principale (insieme a quello del corpo). Nessuno storcerebbe il naso se vedesse un cavallo nitrire o un uccellino cinguettare, non si porterebbero a fare un addestramento specifico e non verrebbero mai rimproverati.

abbaio del cane

Molte volte però si crede che i migliori amici dell’uomo non debbano abbaiare o ringhiare. Ci sono regolamenti che lo proibiscono, contesti in cui è permesso e altri in cui è severamente vietato, pena anche multe salatissime o peggio.

Il cane abbaia, facciamocene una ragione

Il cane che abbaia si sta comportando da cane, è molto semplice. È una sua prerogativa che, soprattutto se siamo propensi all’adozione, dobbiamo accettare.

cane dietro staccionata

Ciò nonostante le espressioni vocali canine possono raggiunge decibel significativi e costituire un problema per la collettività, per l’ambiente circostante con cui, volenti o nolenti, dobbiamo convivere.

Riconoscere un disagio

Una volta accettato il cane che abbaia, magari nelle ore e nei modi consentiti dalla legge, bisogna però imparare a interpretare il suo linguaggio. Dobbiamo capire quando va tutto bene e quando invece c’è qualcosa che non quadra, e lui sta cercando di dircelo.

cucciolo di cane

A volte il nostro amico a quattro zampe ha bisogno di attenzione, è stressato o ‘urla’ perché nessuno lo ascolta quando cerca di comunicare normalmente. Capitolo a parte è il cane che ulula, e può valere la pena approfondire l’argomento.

Può accadere occasionalmente o in un contesto di ironia e ilarità, ma quando c’è ansia o stress accumulati Fido si esprime con la bocca; non tanto diversamente da noi, se ci pensiamo.

Bisogna rispondere la grido di aiuto

Qualsiasi sia la causa bisogna trovare una soluzione, non si può ignorare un grido – o meglio un abbaio – di aiuto. Diventa indispensabile trovare la causa del problema, capire che tipo di lamento si ha di fronte e interpretare le circostanze, il contesto di riferimento.

cane che ulula

Così si possono identificare i modi per minimizzare l’abbaiare, risolvere il problema che ha scatenato il disagio e far tornare tutto alla normalità, a una condizione di serenità.

Le cause

Il cane che abbaia potrebbe essere spaventato da qualcosa che interpreta come una minaccia, potrebbe essere stressato o soffrire di ansia da separazione (perché passa tanto tempo da solo o magari ha dei traumi pregressi legati all’abbandono).

cane beagle

Potrebbe abbaiare per attirare la nostra attenzione e per altri mille motivi: più lo conosciamo però, più saremo in grado di leggere il suo linguaggio e aumentare il grado di complicità tra di noi.

Conclusioni

L’obiettivo non dovrebbe essere quello di fare smettere di abbaiare Fido per sempre, ma di portare un cane che abbaia al livello e all’intensità consentiti dal buon senso comune, cosicché il nostro amato quadrupede non sia mal sopportato dai vicini, o addiruttura odiato.

cane che protesta

Se non riusciamo a risolvere autonomamente potrebbe tornare utile rivolgersi a un etologo o a un veterinario esperto in comportamento canino. Il più delle volte individuare la causa e cercare di risolvere il problema sul nascere può essere risolutivo. In caso contrario potrebbe essere necessario un periodo di addestramento.

Articoli correlati