Cane fa il bagno al mare, tutto quello che è o non è concesso

Come comportarsi in spiaggia con Fido? Soprattutto, se il cane fa il bagno al mare, cosa è concesso e quali sono i rischi da evitare? I dettagli

Le belle giornate sono finalmente arrivate e abbiamo tutti quanti la voglia di andare al mare per godere di una giornata in pieno relax. Se poi siamo i padroni di un cucciolo, abbiamo tutte le intenzioni di portarlo insieme a noi per godere del sole, del mare e del divertimento.

Ma come comportarsi in spiaggia con un cane? Il nostro amico a quattro zampe, se non espressamente vietato dai cartelli all’ingresso dell’area balneare, possono assolutamente stare con noi, ma è opportuno seguire delle regole per una convivenza felice e serena tra tutti i bagnanti.

Ecco allora che ci sono delle regole da seguire, per la sicurezza di Fido e di tutti gli altri attori in gioco, quando il cane fa il bagno al mare. Si può liberare o è meglio tenerlo al guinzaglio? Ci sono degli accorgimenti da seguire perché l’esperienza sia sicura e piacevole per tutti. Scopriamole insieme.

Indice

Portare il cane al mare, si può fare?

Cosa non può mancare se il cane fa il bagno al mare

Cane fa il bagno al mare, lo lascio libero?

Cane fa il bagno al mare, i rischi

Cose da fare per divertirsi

Portare il cane al mare, si può fare?

cane in acqua

Assolutamente sì, non ci sono leggi che lo vietano, potrebbero solo esserci delle regolamentazioni di tipo regionale o comunale che lo impediscono. Quindi se non espressamente vietato da cartelli il nostro cucciolo può godere insieme a noi di una splendida giornata di sole e relax in spiaggia.

Tuttavia, se il cane fa il bagno al mare, è importante seguire alcune e semplici regole per evitare che disturbi gli altri avventori, che faccia i suoi bisogni in spiaggia o che corra da un parte all’altra della battigia disturbando o spaventando chiunque gli capiti a tiro perché preso dall’euforia. Come fare allora?

Cosa non può mancare se il cane fa il bagno al mare

cane in spiaggia

Le vacanze pet friendly sono sempre più frequenti. Il legame sempre più simbiotico con il nostro amico a quattro zampe ci impedisce (per fortuna) di separarcene anche se solo per qualche giorno. Inoltre, le strutture ricettive – alberghi, B&B e ristoranti – sono sempre più attente alle esigenze sia dei bipedi che dei quadrupedi. A tal proposito, ecco quali sono le leggi sui cani al ristorante.

Tornando però all’argomento della nostra analisi, partire attrezzati alla volta della spiaggia non è un dettaglio di poco conto. Lo facciamo sia per noi che per le altre persone presenti al mare. In questo modo, infatti, garantiremo la tranquillità di tutti, la nostra piccola palla di pelo in primis. Ricordiamo sempre che ci servono:

  • Sacchetti per i bisogni: è sempre opportuno portare i contenitori appositi per la popò di Fido, e raccoglierla per evitare di lasciare la spiaggia sporca. Non è corretto nei confronti degli altri bagnanti;
  • Regole precise: la buona educazione è la prima regola da seguire. Se riconosciamo che il nostro è un cane sempre eccitato e che, quindi, preso dall’euforia può disturbare la quiete di una bella giornata al sole, evitiamo di portarlo (se non dopo aver seguito dei corsi di addestramento per cuccioli);
  • Facciamo in modo che ci ascolti e che non corra dietro ad ogni pallone e bambino e che non schizzi gli altri in acqua. Se il nostro amato Bau ci ascolta non abbiamo nulla da temere.
  • Cibo e acqua fresca: sempre a portata di mano il suo cibo, ma soprattutto acqua fresca. Se il vostro cane non è molto abituato a stare al sole è sempre bene avere una bottiglia solo per lui e garantirgli una zona d’ombra. Inoltre, facciamo sì che la testa sia regolarmente bagnata. Così si evita il colpo di calore nel cane.

Non esistono regole sempre valide e che non possono cambiare o adattarsi alle singole situazioni, ma è importante tenere a mente che una giornata al mare deve rilassare noi e far divertire anche il nostro amico a quattro zampe, nel pieno rispetto delle regole del buon vivere comune. A tal proposito, ecco quali sono le leggi sui cani in spiaggia.

Cane fa il bagno al mare, lo lascio libero?

cane e padrone al mare

Se il cane fa il bagno al mare quali sono le linee di demarcazione che non dobbiamo superare? Si tratta di una domanda molto comune, soprattutto quando ci troviamo di fronte a una situazione nuova, ossia che il nostro amico a quattro zampe non ha mai visto un a spiaggia e probabilmente non sappiamo come potrebbe reagire.

Step by step

Avrà paura? Si tufferà senza troppa tensione? Sono tutte domande lecite alle quali proveremo adesso a darvi delle risposte chiare. Se si tratta della prima volta al mare col nostro cucciolo ci basterà seguire poche e semplici regole per farlo divertire e fargli apprezzare la gita fuoripista. E, sì, potremo lasciarlo libero dal guinzaglio e farlo divertire. Ma attenzione:

  • Non forziamolo: l’approccio con l’acqua del mare deve essere assolutamente spontaneo e libero. Non conosce questo nuovo mondo e molto probabilmente all’inizio sarà un po’ difficile farlo entrare in acqua. Lasciamolo libero o possiamo prenderlo in braccio ed entrare piano piano con lui;
  • Evitiamo l’acqua improvvisamente fredda: molto probabilmente non reagirebbe bene allo sbalzo repentino di temperatura e sarebbe un rischi per la sua salute, soprattutto se è stato molto tempo sotto il sole;
  • Facciamo il bagno con lui: quando e se liberamente sarà entrato in acqua, stiamogli accanto, facciamogli capire che non c’è nulla di pericoloso, ma che è davvero spassoso nuotare insieme;
  • Giochi: portiamo tutto quello che porteremmo al parco (o quasi). Palline, ossi e tutti i suoi giocattoli preferiti. Si tratta di oggetti familiari lo aiuteranno a stare a proprio agio e che lo faranno divertire.

Insomma, basta pensare con la testa della nostra piccola palla di pelo e non dimenticare nulla che un cane vorrebbe con sé in un contesto del genere. Poi, soprattutto se siamo alla prima esperienza, chiediamo consiglio al nostro veterinario di fiducia e lasciamo che sia lui a guidarci. A tal proposito, ecco le cose che devi avere se passerai l’estate insieme al cane.

Cane fa il bagno al mare, i rischi

cane che salta

Non ci sono particolari rischi per il cane che fa il bagno al mare, anzi: rappresenta un ulteriore luogo dove il nostro amico a quattro zampe potrà sfogarsi e divertirsi lasciandosi alle spalle lo stress accumulato. Infatti, la spiaggia è un ottimo luogo per incanalare correttamente le energie: vale sia per i quadrupedi che per i bipedi. Ovviamente è opportuno tenere sempre gli occhi ben aperti e che portare con noi tutto quello che serve per garantire la sicurezza di tutti. Stiamo sempre accanto a Fido, non bisogna mai perderlo d’occhio.

Ma quali sono i rischi se dovessimo portare il nostro cane dove non è consentito? Attenzione sempre ai cartelli fuori dalla zona balneare e assicuriamoci di trovarci in un luogo sicuro, sia per noi che per il nostro cucciolo. Portiamo sempre con noi il guinzaglio e la museruola, perché in alcuni casi è consentito l’accesso ai cani purché opportunamente ‘accompagnati’.

Ad ogni modo, prima di avventurarci con il nostro cane a guinzaglio in spiagge isolate, facciamo un check veloce sui siti dei Comuni di appartenenza per capire se sono state introdotte delle regole che vietano l’ingresso o altre restrizioni che potrebbero rovinarci i piani. Meglio stare tranquilli no?

Pericolo di multe?

Discorso a parte invece per i lidi privati. Ognuno può decidere autonomamente se consentire l’ingresso ai cani oppure no, e in questi casi fare in modo che ci siano degli spazi dedicati a loro. I lidi devono attrezzarsi e disporre di alcune e semplici regole.

Oltre a una zona dedicata a loro e opportunamente recintata, viene chiesto ai padroni se i cani sono stati vaccinati, in alcuni casi, di esibire il libretto sanitario dove sono disponibili tutte le informazioni relative allo stato di salute dell’esemplare in questione.

Facciamo dunque sempre attenzione e documentiamoci sulle spiagge libere e i lidi balneari privati. Sono previste delle multe per chi non segue le regole e porta lo stesso il proprio cucciolo al mare: si va da sanzioni di 150 a quelle di 400 euro. Inoltre tutti i padroni devono necessariamente rispondere di eventuali danni provocati dal cane, sia agli oggetti che – soprattutto – alle persone.

Cose da fare per divertirsi

cane gioca con le onde del mare

Se il cane fa il bagno al mare è sicuramente un’esperienza gratificante, ma ci sono tantissime altre attività da praticare insieme al nostro amico a quattro zampe se siamo in spiaggia con lui.

L’importante è tenere sempre bene a mente quali sono le regole da rispettare non mettere mai in pericolo la sua incolumità e quella degli altri attori presenti.

Correre sulla spiaggia

Sempre con raziocinio e senso di responsabilità, quindi rimanendo all’ombra durante le ore più calde della giornata. Possiamo correre insieme al nostro amico a quattro zampe lungo la costa. Un ottimo modo per fare un corretto esercizio fisico e incanalare le proprie energie.

Queste sono esigenze che vanno rispettate in Fido, ma che fanno bene anche a noi. Non a caso i latini dicevano “mens sana in corpore sano”. Non c’è solo il quartiere o il parco sotto casa, d’estate le possibilità aumentano e vanno sfruttate tutte fino a quando non si mette in pericolo la salute degli attori in gioco: questa linea di demarcazione non va assolutamente superata.

Scavare come se non ci fosse un domani

Si tratta di una pratica che amano quasi tutti i pelosi, ma alcuni sono davvero degli appassionati incalliti. A tal proposito, può tornare utile sapere quali sono le razze di cani che scavano più delle altre.

La sabbia è della consistenza giusta per rendere felici e appagati degli escavatori viventi. Noi, con le nostre palette e i secchielli, non possiamo certo competere con il ‘potere edilizio’ del nostro amico a quattro zampe!

Gita in barca

Se Fido non soffre il mal di mare e le imbarcazioni sono messe in sicurezza, partendo dalla battigia, possiamo sempre ipotizzare un bel giro al largo. L’importante è tenere sotto controllo il sole che picchia ed evitare che possa danneggiare sia noi che il cane.

A tal proposito, non tutti sanno che i cani possono mettere la protezione solare. Non solo possono ma devono essere protetti adeguatamente e, escludendo una loro autonomia, siamo noi a dovercene occupare per tempo. Ecco cinque consigli per portare il cane in barca senza doversene pentire.

Dormire sotto l’ombrellone

Soprattutto se abbiamo raggiunto le ore più calde, è bene che tutti i presenti si mettano sotto l’ombrellone o in una zona dove i raggi non possano arrivare.

In questo lasso di tempo, potremmo approfittarne per fare un bel riposino prima di tornare a casa o di farsi un altro tutto in acqua. L’importante è non esagerare con le ore da passare al mare!

Giocare a frisbee

Giocare, per il nostro amico a quattro zampe, dopo dormire, è il passatempo ideale, il preferito in assoluto. Ecco allora che portare delle palline o il disco volante è tra le cose da fare con il cane in spiaggia per poter passare qualche minuto in allegria.

Salti, tuffi in acqua, recuperi all’ultimo secondo: sono tutte situazioni che rendono davvero euforico il nostro amico a quattro zampe. Dopo vorrà solo tornare a casa a riposare, magari sognando quanto fatto di bello nelle ore precedenti.

Rotolarsi sulla sabbia

Un altro passatempo che i cuccioli di cane, ma anche quelli di uomo, amano fare è certamente quello di rotolarsi sulla sabbia. Fido lo fa per provare refrigerio in riva al mare o semplicemente per giocare e chiedere qualche coccola extra.

Insomma, gli spunti per una giornata in allegria non mancano e non sono ancora finiti. Un solo luogo e tanto divertimento, quasi da confondere. Ma, niente paura, il nostro amico a quattro zampe sa sempre quello che vuole e anche come chiedercelo. In tal senso, è bene saper interpretare correttamente il linguaggio del cane.

LEGGI ANCHE: Portare il cane al mare: 6 suggerimenti per una vacanza perfetta

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati