Cane fa pipì nell’orto: come fare a dissuaderlo e a salvare le piante?

Se il cane fa la pipì nell’orto le nostre verdure bio, coltivate con tanto amore, sono a rischio. Ecco perché lo fa e come possiamo evitarlo

cucciolo di cane curioso

Il cane che fa la pipì nell’orto può essere dissuaso, non prima però di aver capito la ragione per cui lo fa. Se le macchie sono quelle della pelliccia pezzata del nostro amico a quattro zampe, non c’è nessun problema da dovere affrontare; differente è se lo sorprendiamo nelle vicinanze dell’appezzamento di terreno che stiamo coltivando con tanta cura e di cui andiamo molto orgogliosi.

Ecco allora che vale la pena cercare di capire cosa lo rende così invitante e scoprire qualche piccolo trucco per evitare che il nostro adorato Fido renda vani tutti i nostri sforzi e mortifichi il nostro pollice verde.

È davvero colpa del cane?

Cane fa pipì nell'orto: come fare a dissuaderlo e a salvare le piante?

Prima di rimproverare il nostro fedele amico solo in teoria responsabile del misfatto, e al fine di essere certi di mettere in pratica il rimedio più adeguato, dobbiamo assicurarci che l’autore del danno sia davvero il nostro Fido.

Una volta capito che il cane fa la pipì nell’orto, ed è proprio il nostro, per evitare che non cresca nemmeno un ortaggio, ci sono delle valide soluzioni da mettere in pratica. Diverse chiazze marroni, delimitate da erba verde scuro, ci dicono che il danno è causato dall’urina.

Per salvaguardare il giardino, al di là del fatto che una parte sia stata adibita a orto o meno, è importante capire la ragione che porta il nostro amico a quattro zampe a essere particolarmente dispettoso: tiriamo con delicatezza il manto erboso maltrattato e valutiamo lo stato delle radici.

Se non sono state intaccate, si può intervenire per delimitare i danni; se invece appaiono deboli, potrebbe trattarsi di un problema più serio e bisognerà avvalersi dell’intervento di un professionista esperto nel settore. A tal proposito potrebbe tornare utile approfondire le motivazioni per le quali il cane distrugge le piante del giardino. In questo modo sapremo anche come impedirglielo.

Perché la pipì danneggia gli ortaggi?

Il cane che fa la pipì nell’orto danneggia frutta, verdura e la vegetazione in generale, a questo punto non ci resta che conoscere il nostro nemico – l’urina – e neutralizzare i suoi effetti indesiderati. L’alta concentrazione di azoto dell’urea e dei sali associati, infatti, bruciano l’erba e le piante in genere.

Ecco perché l’effetto che si ha è quello di un terreno pezzato. Il composto chimico fa reazione e corrode tutto quello con cui entra a contatto, facendo letteralmente terra bruciata attorno a sé, letteralmente.

Dipendente dalla razza?

Cane fa pipì nell'orto: come fare a dissuaderlo e a salvare le piante?

Qualsiasi esemplare ha un’urina corrosiva, questo non dipende dalla razza, ma ci sono degli aspetti che possono rendere più complicato da risolvere il problema. Aspetti che è meglio conoscere: in questo modo forse il cane non fa la pipì nell’orto. La prima distinzione da fare riguarda il sesso. Maschietti e femminucce si comportano tendenzialmente in maniera diversa.

Le femmine, visto che urinano in un’unica soluzione e in un solo posto, creano più danni dei maschietti che marcano il territorio (e che di conseguenza fanno meno pipì e la distribuiscono in un’area più ampia). Lo stesso vale per i più giovani (di entrambi i sessi) che tendono ad accovacciarsi quando fanno i bisogni.

A incidere c’è anche la frequenza con cui si fanno le passeggiate quotidiane e quindi i bisogni. I cani che escono più spesso e sono liberi di incanalare correttamente le proprie energie sono tendenzialmente più obbedienti e hanno meno ragioni per essere dispettosi. Un amico a quattro zampe frustrato infatti può anche arrivare a mangiarle le piante.

L’addestramento può essere una soluzione

Il cane fa la pipì nell’orto? Il rimedio può essere allenarlo affinché non lo faccia più, lì e in altre zone interdette. Il nostro consiglio è di creare un’area di ghiaia da destinare a lettiera per cani per il nostro fedele amico; oppure, in alternativa, di spingerlo a scegliere dei luoghi meno visibili e lontani dai nostri amati ortaggi, quelli che aspettiamo con pazienza che maturino e siano pronti per essere gustati. Il loro sapore sarà tutta un’altra cosa, a patto che nessuno li rovini con la pipì.

Questa però non è un’impresa facile: avvalersi del contributo di un professionista del settore, di un addestratore esperto potrebbe essere la soluzione più saggia e meno stressante per tutti gli attori in gioco. Forse potremmo spendere un po’ di più, ma ci guadagniamo in salute e tempo. E, si sa, il tempo è denaro. La socializzazione è meglio che avvenga già dalle prime settimane di vita, in questa ottica potrebbe essere lungimirante valutare i corsi di addestramento per cuccioli.

L’importanza dell’alimentazione

Cane fa pipì nell'orto: come fare a dissuaderlo e a salvare le piante?

Per evitare che la pipì del cane rovini il prato davanti casa o l’orto, si può tentare di dare al nostro amico a quattro zampe alcuni integratori che contengono degli enzimi in grado di bilanciare il pH delle urine, così da renderle meno acide.

Prima di optare per un rimedio simile, però, chiediamo il parere del nostro veterinario di fiducia: è bene stare attenti, ed essere certi che non entrino in gioco eventuali controindicazioni ed effetti collaterali di qualche tipologia. Oltretutto prestiamo particolare attenzione in caso di calcolosi renali o vescicali.

Gli effetti dell’acqua

Cane fa pipì nell'orto: come fare a dissuaderlo e a salvare le piante?

Il cane fa la pipì nell’orto? Un rimedio valido, immediato e che può essere adottato da tutte le tasche è quello di pulire l’area con dell’acqua. In sostanza, è sufficiente diluire l’urina e diminuire il suo potere corrosivo.

Se poi dobbiamo ancora concimare il terreno o rinnovarlo, è consigliato optare dei prodotti agricoli più resistenti. In commercio ormai ne esistono per tutte le esigenze e di tutti i tipi.

Da non prendere per nessuna ragione in considerazione sono i trattamenti chimici: possono danneggiare le zampe del nostro amico e anche il raccolto. In estrema ratio, si può decidere di rastrellare la parte rovinata e piantare nuovamente i semi corrispondenti all’ortaggio che vogliamo cresca, tenendo ovviamente conto delle tempistiche necessarie per la maturazione.

Se non siamo stati capaci di evitare che la pipì del nostro cane vada a finire nell’orto, possiamo rimediare usando dei prodotti che contengono gesso. Aggiungiamone qualche cucchiaio al terreno e innaffiamo delicatamente, quindi copriamo il punto da ripristinare per impedire altre irruzioni canine. Ripetiamo il procedimento solo se necessario, visto che rallenta la coltivazione.