Il cane ha mangiato la Stella di Natale: è pericoloso per Fido?

Che succede al cane che ha mangiato la Stella di Natale? Ecco cosa sapere su questa pianta tossica per Fido e come dobbiamo comportarci

cane in casa a Natale

Natale vuol dire tante cose, passare del tempo in famiglia e con i propri cari, guardare film a tema e naturalmente scambiare tanti regali. Ma vuol dire anche dare spazio alla fantasia decorando casa in mille modi, tra Presepi, alberi di Natale e le piante ornamentali tipiche del periodo. Piante molto belle, ma che possono nascondere insidie per il nostro Fido. Se il cane ha mangiato la Stella di Natale dobbiamo stare all’erta, la pianta è tossica per i quattrozampe e può provocare seri problemi di salute. Ai cani piace mordicchiare tutto, lo sappiamo bene, per questo dobbiamo conoscere i rischi che può correre ed evitare di tenere alla sua portata tutto ciò che potrebbe fargli male.

Cos’è la Stella di Natale?

Il cane ha mangiato la Stella di Natale: è pericoloso per Fido?

Per capire bene perché un cane che ha mangiato la Stella di Natale corre dei rischi dobbiamo conoscere le caratteristiche di questa pianta natalizia. Anche se la conosciamo con questo nome, in realtà la pianta si chiama Euphorbia pulcherrima oppure Poinsettia, anzi quest’ultimo nome ha una storia davvero molto particolare. Quando è stata scoperta non si conosceva la famiglia botanica di appartenenza perciò le fu dato questo nome in onore di Joel Roberts Poinsett, il primo ministro statunitense in Messico che ha avuto il merito di introdurla nel suo Paese all’inizio dell’Ottocento.

La splendida pianta dai fiori rossi che oggi tutti conosciamo è originaria, appunto del Messico e del Centro America. Appartiene alla grande famiglia delle Euphorbiacee insieme a una grande varietà di piante succulente, arbusti e piccoli alberi. Oggi cresce spontaneamente anche in alcune regioni dell’Asia e in natura non è affatto piccola come siamo abituati a vederla nei vasi che acquistiamo per Natale. Pensate che quando cresce nel terreno può raggiungere addirittura i tre metri di altezza, proprio come un grande arbusto. Al contrario le Stelle di Natale coltivate in vaso restano molto piccole e di rado raggiungono il metro di altezza.

Perché questa pianta è pericolosa per Fido?

Il cane ha mangiato la Stella di Natale: è pericoloso per Fido?

Un cane che ha mangiato la Stella di Natale corre dei rischi perché questa pianta è tossica per i nostri amici a quattro zampe. Attenzione però a non lasciarci prendere dal panico perché è vero che è tossica, ma ingerirne piccole quantità non causa la morte di Fido. Ciononostante non dobbiamo abbassare la guardia ed evitare che il cane vi entri a contatto.

La pianta è tossica per i quattrozampe a causa della sostanza lattiginosa contenuta sia nelle foglie che nei fiori, ma anche nello stelo. Si tratta di una sorta di linfa urticante per i cani perché contiene un mix di composti organici (euforboni, alcaloidi, triterpeni) che, anche se ingeriti in piccole quantità, possono irritare le mucose di Fido, perciò provocano i tipici sintomi dell’avvelenamento. Naturalmente i sintomi sono lievi quando il cane mangia un pezzettino di foglia o di fiore, ma diventano più gravi se al contrario ne ingerisce grandissime quantità.

La Stella di Natale è tossica per i cani come tutte le piante natalizie, come l’agrifoglio o il vischio. La parte più dannosa è il fiore, quello di colore rosso che ci piace tanto, che contiene una maggiore concentrazione di linfa. Quando Fido li mordicchia è molto probabile che manifesti i sintomi di un lieve avvelenamento. Alla luce di tutto ciò dobbiamo assicurarci che non accada (e che non si ripeta) mettendo la pianta al riparo da eventuali “incursioni” di quel mattacchione di Fido.

Che succede a Fido se mangia la Stella di Natale?

Il cane ha mangiato la Stella di Natale: è pericoloso per Fido?

Il cane che ha mangiato la Stella di Natale mostra i classici sintomi da lieve avvelenamento. Parliamo di reazioni leggere ma che comunque devono metterci in guardia, perciò non andiamo nel panico se accade e limitiamoci a osservare cosa succede a Fido. I sintomi diventano più gravi quando il cane mangia grandi quantità di foglie o fiori, cosa altamente improbabile considerando che non hanno affatto un buon sapore.

In genere il primo sintomo che possiamo osservare è che il cane vomita, espellendo i pezzettini di foglie o fiori che ha ingoiato. Capita che possa reagire anche con altri sintomi come diarrea o aumento della salivazione, ma irrisorie quantità di Poinsettia non provocano sintomi tanto evidenti. Altra cosa che potremmo osservare è che il cane inizia a leccarsi frequentemente le labbra, cosa che già rientra tra i sintomi un pochino più gravi perché indica disidratazione, tipica dell’avvelenamento. Tipici sono anche affaticamento muscolare e debolezza generale, oltre a brividi di freddo e tremori.

Se la linfa entra a contatto diretto con la pelle del cane, inoltre, può provocare delle reazioni cutanee come arrossamento, gonfiore e anche un forte prurito. Generalmente capita che si manifestino nell’area intorno alla bocca, dove Fido ha mordicchiato la pianta facendone uscire il latte.

In casi molto rari, ma comunque pericolosi, la linfa potrebbe entrare a contatto con gli occhi del cane e in questo caso si arrossano e gonfiano. Reazione da non prendere assolutamente alla leggera perché dalla semplice lacrimazione degli occhi si potrebbe manifestare una patologia oculare più grave come cheratite o congiuntivite.

Tutti questi sintomi sono possibili ma non compaiono sempre e neanche tutti insieme. Dipende dal tipo di contatto che il cane ha avuto con la pianta e soprattutto da quanta eventualmente ne ha mangiata. Di solito i sintomi passano da soli ma se persistono corriamo immediatamente dal veterinario spiegandogli la situazione.

Cane ha mangiato la Stella di Natale: ecco cosa fare

Se il cane ha mangiato la Stella di Natale dobbiamo prima di tutto fare una cosa: non andare nel panico! Dobbiamo restare lucidi nell’eventualità che Fido si senta male ed essere pronti per agire senza perder tempo. Restare calmi prima di tutto!

La Stella di Natale non provoca la morte istantanea del cane, ma rosicchiarne foglie e fiori provoca lievi sintomi di avvelenamento a cui dobbiamo prestare attenzione. Per prima cosa togliamo la pianta dal pavimento e riponiamola in un luogo inaccessibile al cane. Dopodiché limitiamoci a osservare Fido per capire se insorgano i primi sintomi. Nella gran parte dei casi i sintomi sono lievi e vanno via da soli, ma se il cane ha mangiato grandi quantità di Stella di Natale è meglio chiamare subito il veterinario.

Un ultimo piccolo consiglio. Quando Fido vomita subito dopo aver mangiato la pianta è meglio toglierli per un po’ l’acqua e la pappa. Dopo qualche ora possiamo rimettergliele a disposizione ma badando bene di dargli poche crocchette.