Cane maschio o femmina, qual è il compagno giusto?

Cane maschio o femmina? Riempiono entrambi la vita di gioia, ma vediamo le loro rispettive caratteristiche per scegliere consapevolmente.

Stile di vita, abitudini, comportamento: ecco le discriminanti che ci inducono a scegliere o meno di adottare un peloso ed, eventualmente, se prendere un cane maschio o femmina.

A prescindere dal sesso, se si è convinti di prendere un amico a quattro zampe in maniera consapevole, questa decisione cambierà la vita di due (o più) esseri viventi. E la cambierà certamente in meglio.

Quando prendere un cane maschio

Cane maschio o femmina? I cani maschi, in quasi tutte le specie, tendono a essere più grandi e massicci rispetto alle femmine. Prima di optare per il maschietto quindi è bene accertarsi che ci sia spazio a sufficienza nella nuova casa.

Oltre allo spazio bisogna avere tanto tempo da dedicargli. Ha infatti necessità (così come la femmina) di essere seguito e amato per evitare che il veterinario diagnostichi l’ansia da separazione nel cane.

cane che guarda

Un aspetto da non sottovalutare è che un cane maschio tende a marcare il territorio. Lo farà quando esce per la passeggiata quotidiana e molto probabilmente anche una volta rientrato nel suo regno.

Per fare in modo che soddisfi quest’esigenza prima di tornare a casa, è consigliato fermarsi spesso lungo il tragitto e lasciare che annusi l’urina dei cani passati precedentemente.

Attenzione però: anche se in tanti dicono che i pelosi di sesso maschile hanno comportamenti territoriali e dominanti, non c’è nessuna prova scientifica che escluda che le femmine non possano comportarsi allo stesso modo.

cane maschio che fa pipì

Con la giusta socializzazione il rapporto con altri cani (maschi e femmine) può essere pacifico. In questo caso l’addestramento influisce direttamente sul carattere dell’animale.

Si consiglia la castrazione per evitare, a meno che non lo si voglia, gravidanze indesiderate: questa è infatti una delle cause principali dell’abbandono dei cuccioli. Il cane oltretutto tende a scappare per seguire il richiamo della femmina.

Quando prendere una femmina

Il comportamento cambia da esemplare a esemplare, indipendentemente dal sesso. In genere però le femmine sono più affettuose. E questo dipende principalmente dall’istinto materno nei confronti dei cuccioli.

Vengono quindi consigliate se in casa ci sono bimbi piccoli, ai quali comunque bisogna spiegare come interagire per far sì che la relazione si sviluppi in assoluta sicurezza e si mantenga tale.

Ecco allora cosa significa avere un cane quando si hanno figli.

cane che lecca bambino

Anche nel caso si opti per una femminuccia, viene consigliata la sterilizzazione: oltre alle già citate eventuali gravidanze indesiderate, si evitano probabili problemi comportamentali causati dai cambiamenti ormonali (come la gravidanza isterica).

Se si decide di non procedere con la sterilizzazione, il cane in calore avrà degli atteggiamenti da monitorare due volte all’anno.

Per avere il quadro completo potrebbe essere interessante conoscere anche i comportamenti e le necessità del cane sterilizzato.

Meglio un cane maschio o femmina?

Peso, dimensioni o istinto sessuale a parte, prendere un cane maschio o femmina non è molto diverso.
Entrambi possono essere più o meno socievoli, timidi o diffidenti: tutto dipende dal carattere e dall’addestramento che ricevono.

Non si può fare nemmeno scegliere in base alla razza: anche se è vero che i cani di una determinata razza hanno un determinato carattere, bisogna sempre tenere conto del fatto che ogni peloso ha una personalità diversa.

cuccioli di cane corso

Se si ha già un amico a quattro zampe in casa e si decide di adottarne un altro, potrebbe essere utile sapere come presentare cane adulto e cucciolo di cane.

In ogni caso ci sono tanti Fido in cerca di adozione nei canili, non dimentichiamo mai che scegliere di adottare un cane randagio è un doppio atto d’amore.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati