Cani e confini da stabilire: quali sono quelli necessari

Cani e confini da stabilire: come si può fare? Stabilirli non è difficile, come non lo è insegnarli al cane. Servono costanza e attenzione.

Cani e confini da stabilire: come si può fare?

Cani e confini da stabilire: quali sono? Per capire cosa si intende per “confini” si deve pensare a quando il proprio cucciolo sale sul divano senza permesso, oppure a tutte quelle volte che si trova la sua pipì fuori dal suo apposito bagnetto.

Queste ed altre piccole cose che non vanno, hanno bisogno di alcuni “confini” da dover stabilire. Per riuscirci si deve insegnare al cane ad essere educato. Insomma, in qualche modo il cane deve capire dove sbaglia e cosa può fare e cosa no.

Quali sono i confini

Cani e confini da stabilire: si può? Certo che sì! Anzi, molti confini devono assolutamente essere posti all’amico Fido, o finirà con il compiere tutto ciò che vuole. Il cane deve rispettare le regole della casa, esattamente come fa un essere umano.

Cani e confini da stabilire: quali sono quelli necessari

Inizialmente sarà un po’ difficile per il cucciolo ambientarsi alle regole del padrone. I confini però sono necessari soprattutto quando riguardano il fatto di non far salire il cane sul letto se non si vuole, o sul divano.

Oltre a questi, i confini riguardano anche il fatto di insegnare al cane a non rubare il cibo e fargli avere pasti regolari. Stessa cosa per andare in bagno: avrà i suoi spazi e lo si deve educare a non lasciare ricordini in giro. Tutti questi confini sono assolutamente necessari per convivere bene in casa.

Consigli per stabilirli

A volte stabilire i confini può non essere semplice, ma ci si può riuscire senza problemi con pazienza e costanza. Prima di tutto inutile sgridare il cane: per educarlo può essere utile utilizzare snack ed anche giochi da dargli quando assume un comportamento corretto.

Cani e confini da stabilire: quali sono quelli necessari

In questo modo infatti il cane avrà modo di memorizzare quali sono i confini da rispettare e da non oltrepassare. Un altro consiglio è cercare di stabilire i confini fin da subito, cioè non appena il cane viene adottato.

Se infatti i confini vengono decisi dopo che il cane ormai si è abituato ad assumere il comportamento sbagliato, tutto è più difficile. Sarà più complesso infatti riuscire ad educarlo e ad eliminare le abitudini che non piacciono al suo padrone.

Altri confini

I confini a cui il cane si deve abituare possono essere anche di spazio. Se infatti si vuole stabilire un limite tra alcune stanze della casa, si può anche far installare un cancelletto. Questo sarà utile soprattutto nel caso in cui ci siano ospiti importanti in casa.

Cani e confini da stabilire: quali sono quelli necessari

In questo caso si può delimitare una certa area della casa da far utilizzare a Fido. L’idea del cancelletto è molto utile purché si usi solo in casi rari: inutile rinchiudere sempre il cane in una sola parte dell’abitazione.

In questo caso si sentirebbe in gabbia e si potrebbero determinare in lui dei comportamenti più ribelli di prima. I confini spaziali possono essere anche realizzati facendo un’area apposita solo per il cane. Qui andrà inserita la sua cuccia e il cane memorizzerà che quello spazio è un rifugio tutto suo