I cani possono avvertire i terremoti prima che avvengano?

I nostri quadrupedi hanno cinque sensi davvero molto sviluppati, forse anche sei; ma i cani possono avvertire i terremoti prima, e in che modo? I dettagli

Fido ha mille talenti: è intelligente, intuitivo e ha davvero un sesto senso verso il mondo che lo circonda. La domanda però è: i cani possono avvertire i terremoti prima? Sì, la risposta in breve è questa; ma cerchiamo di capire perché.

cane in allerta

L’udito del nostro amico a quattro zampe, insieme all’olfatto, è davvero una sorta di superpotere. In poche parole, che però meritano di essere approfondite, è così che riesce a sentire prima di noi l’arrivo di una calamità naturale. Poi, le vibrazioni sotto le zampe sono un altro importante indizio.

I campanelli di allarme

cane sul luogo di un terremoto

I cani possono avvertire i terremoti prima, e chi vive in un’area a rischio può confermarlo sicuramente. In determinate situazioni avere un amico a quattro zampe nelle vicinanze è una vera e propria fortuna. Fido non aiuta solo a preannunciare, ma è un valido supporto anche nelle fasi di ricerca e salvataggio: avete mai sentito parlare del cane molecolare?

Rispetto a delle prove inconfutabili, ancora gli studiosi hanno un po’ di lavoro da fare: l’evidenza scientifica è piuttosto limitata, non esiste un elenco ampiamente concordato di segni che dovremmo cercare. Tuttavia i testimoni oculari raccontano di un cambiamento repentino nel comportamento di sempre. Da uno stato di tranquillità Fido potrebbe cominciare a mostrare:

  • Ansia;
  • Lamenti;
  • Guaiti;
  • Tentativi di fuga;
  • Angoscia;
  • Tremori;
  • Orecchie alzate e mascella tesa.

Se notiamo improvvisamente un atteggiamento che racchiude tutti questi segnali, per sicurezza, corriamo ai ripari insieme al nostro fidato quadrupede, sperando che si tratti solo di un falso allarme. Niente panico, però!

Cani e terremoti, cenni storici

Le prime osservazioni legate a cambiamenti di comportamento in prossimità dell’arrivo di un terremoto risalgono al 373 a.C., nell’antica Grecia. Racconti di quel periodo ci dicono che i cani ululavano e altri animali – come ratti e millepiedi – fuggivano giorni prima dell’arrivo della calamità naturale.

Nel 1975, ad esempio, i funzionari cinesi nella città di Haicheng furono allarmati dal comportamento ansioso di quadrupedi e altri animali. Hanno evacuato 90 mila residenti poche ore prima di un terremoto di magnitudo 7,3 che ha distrutto circa il 90 percento dell’architettura cittadina.

Quando il terremoto di Loma Prieta ha colpito la Baia di San Francisco nel 1989, numerosi proprietari hanno riportato comportamenti irregolari dai loro cani in vista del sisma di magnitudo 6,9. Abbaiare, piagnucolare, grattare e perfino scappare hanno segnalato che qualcosa stava per succedere.

Le teorie scientifiche

cane attento

Una teoria è che i cani possono avvertire i terremoti prima attraverso le onde P. Si tratta di compressioni che si irradiano dall’epicentro, scuotendo il terreno nella direzione opposta al modo in cui si muove l’onda. Queste sono più veloci della più grande onda S – o di taglio – e di solito non vengono captate dagli umani. Poiché quelle di tipo P arrivano pochi secondi prima di quelle S, i cani hanno un vantaggio notevole rispetto all’uomo.

Tuttavia, questa teoria non spiega le testimonianze che parlano di avvertimenti che arrivano ore o addirittura giorni prima del terremoto. Di conseguenza, alcuni scienziati hanno ipotizzato che l’udito sia la chiave per rilevare il movimento acuto, la macinazione e la raschiatura delle rocce sotterranee.

Lo studio a supporto

Questa teoria è supportata da una ricerca dello psicologo Stanley Coren. Per puro caso, se ne accorse mentre analizzava il disturbo affettivo stagionale nei cani a Vancouver, in Canada, raccogliendo dati bisettimanali su 200 esemplari.

Un giorno infatti un terremoto di magnitudo 6,8 colpì il Pacifico nord-occidentale e, 24 ore prima, il 49% del campione dimostrò ansia e il 47% aumentò il livello di attività. Dei 14 cani con problemi di udito o completamente sordi, inoltre, solo uno ha mostrato un cambiamento nel comportamento e questo viveva con un suo simile con udito normale.

Il ruolo di Fido in futuro

cane sul divano

Nonostante si debbano fare ancora dei passi avanti in ambito scientifico, le capacità dei nostri amici a quattro zampe sono sempre state preziose negli anni. Ad esempio, nel maggio 2013, funzionari della città di Nanchang, nella Cina orientale, hanno annunciato che le autorità stavano usando i cani come parte di un sistema di allarme antisismico. Negli Stati Uniti, il controverso geologo Jim Berkland ha predetto con precisione il terremoto di Loma Prieta del 1989 diversi giorni prima che si verificasse.

Quindi, un giorno i cani che possono avvertire i terremoti prima potrebbero avere un ruolo importante insieme alle apparecchiature di monitoraggio ad alta tecnologia per avvertire di un pericolo imminente? Per il momento, questa idea sembra inverosimile, ma chissà che in futuro le cose non cambino. Una cosa è certa però: se Fido dovesse improvvisamente mostrare i segni descritti in precendenza, non facciamoci prendere dal panico. È probabile che il terremoto non sia imminente. Oltretutto ci sono altre mille spiegazioni plausibili legate ad atteggiamenti simili.

Articoli correlati