I cani possono mangiare i cappelletti ripieni?

I cani possono mangiare i cappelletti ripieni? Sfatiamo un falso mito e diciamo subito di sì, basta non esagerare con le dosi e fare attenzione al ripieno

Il nostro amico a quattro zampe non vede l’ora di partecipare ai pranzi e alle cene di Natale, ma non dimentichiamo che deve seguire una alimentazione sana e bilanciata. I cani possono mangiare i cappelletti ripieni, ma attenzione alle quantità. Questo vale per ogni tipo di pasta.

piatto di cappelletti ripieni per cani

Non ci sono effetti collaterali specifici in questo caso, e lo stesso è per gli agnolotti e i tortellini: tutti piatti tipici invernali e delle festività natalizie. La pasta, infatti, non fa male e oltretutto in commercio ci sono delle tipologie precotte pensate appositamente per il nostro fedele amico.

Cappelletti ripieni, sì o no?

I cani possono mangiare i cappelletti ripieni? Sì, perché possono mangiare la pasta. Tutto dipende dalle dosi e dal ripieno con cui intendiamo prepararli, ovviamente: non deve contenere cibi proibiti per i cani.

Accertiamoci che non ci siano nemmeno ingredienti mai provati prima: nel caso aspettiamo il benestare del veterinario di fiducia e facciamo una prova allergica con una quantità molto piccola. Se non succede nulla di sospetto, possiamo preparare la cena di Natale per bipedi e quadrupedi.

Il ripieno

cappelletti ripieni per cani su tagliere

Tutto sta nel ripieno e nel condimento. Se ci sono ingredienti potenzialmente dannosi per il nostro Fido, a prescindere dalle dosi, è altamente probabile che abbia disturbi gastro-intestinali. Meglio non prendere in considerazione sale e pomodori, per fare un esempio.

Se invece ne acquistiamo di particolarmente digeribili e con una farcitura che non faccia male allo stomaco sensibile del nostro amico a quattro zampe, è sufficiente seguire le indicazioni sulle quantità che ci dà il nutrizionista. Evitiamo anche aglio e cipolla, sono deleteri. E noi non vogliamo rovinarci (e rovinare a Fido) le festività.

Non è vero che la pasta fa male

La pasta è fatta con acqua, farina e, qualche volta, con le uova. Rappresenta quindi una valida fonte di carboidrati. La dieta del nostro cane, però, deve avere il giusto apporto di proteine animali. Può mangiare la pasta ma solo una volta ogni tanto, meglio se condita con della carne.

Attenzione a non mettere insieme pasta e cibo industriale: seguono processi digestivi differenti (e che avvengono quindi in tempi diversi) che possono causare problemi gastro-intestinali.

La pasta per Fido

cane cerca di mangiare spaghetti

Nei negozi specializzati e nei supermercati forniti possiamo acquistare la pasta precotta per cani, fatta con farine diverse che tengono conto di uno stomaco particolarmente delicato. Apparentemente è uguale a quella per umani, ma è più digeribile e ha i seguenti benefici:

  • È un’importante fonte di carboidrati;
  • Dà l’energia necessaria per affrontare l’esercizio fisico di cui il cane ha bisogno;
  • Aiuta a mantenere una alimentazione sana ed equilibrata, specie se preparata in casa.

Per prepararla basta solo reidratarla, solitamente si può mettere direttamente nella ciotola la quantità indicata e aggiungere l’acqua calda necessaria, lasciando che si assorba e si raffreddi prima di darla a Fido. È comunque meglio seguire le istruzioni.

Attenzione alle indigestioni

cappelletti ripieni con carne per cane

I cani possono mangiare i cappelletti ripieni e tutti i tipi di pasta che siano conditi senza nulla di dannoso, sia dentro che fuori. Attenzione però alle indigestioni, sempre in agguato specie se il nostro amico a quattro zampe ha libero accesso alla cucina la vigilia di Natale. Portiamolo dal veterinario se ci accorgiamo di:

  • Letargia;
  • Scarsa energia;
  • Stanchezza;
  • Aumento di peso;
  • Minzione e sete eccessive.

Esattamente come accade all’essere umano, questi sono i segnali di un’assunzione di carboidrati oltre le dosi consentite. Se poi inseriamo la pasta nell’alimentazione di tutti i giorni, il nostro fedele amico potrebbe andare incontro a patologie anche gravi come il diabete.

Consigli utili

Qualsiasi sia il menù di Natale e Capodanno, chiediamo il parere del veterinario che conosce i pregressi clinici e le caratteristiche di razza che potrebbero provocare al nostro Fido effetti collaterali difficilmente individuabili.

Se abbiamo il suo permesso, prepariamo una tavolata ricca di pietanze gustose. Teniamo conto che i cani possono mangiare anche gli agnolotti. Al nostro quadrupede piacerà molto partecipare ai festeggiamenti insieme ai suoi amici bipedi.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati