I cani possono mangiare l’hummus?

L’alimentazione del nostro amico a quattro zampe è prioritaria, la sua saluta passa anche dallo stomaco. Ma i cani possono mangiare l’hummus? Scopriamolo

L’hummus è una salsa a base di ceci, completamente vegana, che sta cominciando a diffondersi a livello mondiale. Il gusto e le proprietà benefiche la rendono davvero eccezionale.

Non dimentichiamo, però, che quello che piace o fa bene a noi bipedi non è detto piaccia o faccia bene al nostro amico a quattro zampe. Ecco allora che è meglio partire dal presupposto che ci serve l’aiuto del veterinario di fiducia, soprattutto se siamo alla prima esperienza.

Colui che conosce eventuali pregressi clinici e caratteristiche di razza che possono incidere negativamente, ci confermerà che i cani non possono mangiare l’hummus. Non tanto per l’ingrediente base, ma per il modo in cui viene trattato.

L’hummus, cos’è

hummus non per il cane

Il cane può mangiare i ceci, ma cotti e conditi in un certo modo, anzi sarebbe meglio dire non conditi. Tra i cibi proibiti per i cani infatti ci sono, il sale, le spezie in generale, l’aglio e la cipolla: tutti ingredienti che arricchiscono il gusto di questa crema densa, spalmabile o mangiabile anche da sola.

I cani non possono mangiare l’hummus perché il procedimento con cui viene preparato è deleterio per lo stomaco sensibile del nostro amico a quattro zampe. Ma vediamo più nel dettaglio di comprendere cosa è meglio per colui che ormai fa parte della famiglia a tutti gli effetti.

Le proprietà dei ceci

cane che assaggia spuntino

Come già accennato, l’hummus ha come ingrediente principale i ceci. Nulla che di per sé faccia male alla nostra piccola palla di pelo, è tutto quello che viene amalgamato a essi il vero problema. Fra i tanti legumi che portiamo in tavola e che fanno parte dell’alimentazione umana, della dieta mediterranea e che vengono consigliati in moltissime occasioni ci sono senza dubbio i ceci. Contrariamente ad altro, che fa bene a noi bipedi ma male a Fido, siamo di fronte a un alimento che possiede molteplici proprietà benefiche per entrambe le specie.

Quello che fa la differenza, ma vale per qualsiasi altro tipo di ingrediente che decidiamo di preparare espresso per il nostro amico a quattro zampe, sono la modalità di cottura e la preparazione. Quello che rende nocivo per Bau l’hummus sono le spezie e gli altri elementi che lo rendono così piacevole al palato.

I cani potrebbero mangiare sia i ceci che i semi di chia: entrambi sono caratterizzati da un elevato contenuto di fibre che aiuta i quattro zampe a mantenere una naturale regolarità intestinale, migliorando il transito ed evitando costipazione e stitichezza. Attenzioni però, alle quantità, altrimenti si finisce con il dover curare la diarrea nel cane.

I cani possono mangiare i legumi

cane goloso

Chi ha dimestichezza con i quattro zampe sa che i cani hanno bisogno di ingerire soprattutto proteine di origine animale, ecco perché per esempio è frequente che si diano frattaglie ai cani. Anche se non è di immediata associazione, anche i ceci contengono molte proteine che possono fare bene al nostro peloso. Tuttavia non dimentichiamo di aspettare il nulla osta dello specialista e di seguire le dosi consigliate alla lettera.

Se questo legume non è mai stato provato prima, facciamo un tentativo con una piccolissima quantità, per scongiurare eventuali intolleranze o allergie. Se non succede nulla di sospetto procediamo secondo la prescrizione veterinaria, altrimenti optiamo per qualcosa che siamo certi non faccia male al nostro amico a quattro zampe.
Inoltre, teniamo sempre a mente che questo alimento non deve essere l’unico o il principale nella dieta del cane. Dobbiamo tenere conto, infatti, del suo fabbisogno giornaliero in base a età, stato di salute e stile di vita. I ceci contengono anche carboidrati, vitamine e minerali: sostanze che, nella giusta misura, non devono mai mancare.

Il cane può mangiare i fagioli

cane impaziente di mangiare

I cani possono mangiare l’hummus? No, meglio non condividere con i nostri amici a quattro zampe questo alimento, perché non è salutare per loro. Come già detto, si tratta di una crema di ceci e pasta di sesamo insaporita con aglio, succo di limone, olio d’oliva, peperoncino e prezzemolo, tipica della cucina mediorientale.

I cani non possono mangiare l’hummus anche perché, essendo arricchito di spezie, rischierebbe di fare loro male allo stomaco. Insomma, meglio evitare di dare alimenti al cane che siano conditi con questa salsa, o comunque evitare di dargliela direttamente. Non siamo di fronte a un alimento che può essere assunto solo se in piccole dosi, come per esempio nel caso di cani e sciroppo d’acero, ma di una salsa che non va neanche ingerita per errore.

Contiene degli elementi che se assunti tutti insieme possono essere anche estremamente nocivi per la nostra piccola palla di pelo. Abbiamo a che fare con sostanze che possono provocare al nostro adorato Fido diversi disturbi, come la diarrea, il vomito e i fastidiosissimi crampi addominali. È bene fare attenzione e controllare che il cane non abbia modo di andare a leccare in cucina l’hummus. Insomma, le porzioni devono essere posizionate lontano dalla sua portata, in un luogo possibilmente alto, o ben chiuso, dove l’amico a quattro zampe non può arrivare.

Prevenire è meglio che curare

cane con le orecchie lunghe che mangia

In tal caso si potranno prevenire situazioni di rischio e soprattutto si potrà evitare di far stare male il cane. Insomma, meglio impedire che il cucciolo finisca in questa situazione, anche per sbaglio. A essere a rischio sono le occasioni di festa e convivialità.

Se non possiamo tenere sempre sott’occhio la nostra piccola palla di pelo e magari siamo in compagnia di ospiti, il cane può agire indisturbato molto più facilmente. Per curiosità oppure per vera e propria fame non importa: non deve proprio succedere che ne assaggi neanche una. Avvisiamo anche i parenti e gli amici che sono insieme a noi.

Avere un kit per il pronto soccorso per cani è un’ottima mossa. Ma a prescindere, se sospettiamo un avvelenamento, contattiamo subito lo specialista o corriamo alla clinica veterinaria più vicina. La tempestività, in questi casi, fa la differenza. Molto dipende dalle dosi ingerite e una anamnesi il più possibile dettagliata da parte nostra è un grande aiuto per il veterinario che dovrà soccorrere la nostra piccola palla di pelo.

Di norma il cane dovrebbe automaticamente vomitare l’hummus dopo un po’. Anche questo è un dettaglio da non tralasciare. In sostanza non lasciamo nulla al caso e non improvvisiamo. Il fai da te può essere estremamente deleterio, peggiorando una situazione già critica.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati