La carne cruda ai cani fa bene? Tutto ciò che c’è da sapere

Sono onnivori e di conseguenza non hanno problemi a mangiare la carne, ma possiamo darla cruda ai cani? Tutti i dettagli che bisogna conoscere

Chi ha un amico a quattro zampe solitamente ha due opzioni per quanto concerne la dieta: o somministrargli cibo per cani confezionato o fargli seguire una dieta in casa.

Se sceglieste la seconda opzione è importante sapere quali sono le materie prime consentite e in che quantità vanno inserite in una dieta sana ed equilibrata, che permetta a Fido di crescere sano e forte, e di rimanere in salute il più a lungo possibile.

La carne cruda ai cani fa male al cane oppure è possibile dargliela senza che ci siano come conseguenze dei problemi a livello digestivo o gastrointestinale? Se siamo alla prima esperienza, il parere del veterinario è di fondamentale importanza: niente fai da te o sentito dire.

Indice

Carne ai cani, cruda o cotta

Quanta carne cruda posso dare al cane

Dieta Barf e il ruolo della carne

Ricetta con carne cruda, un esempio

Carne ai cani, cruda o cotta

ciotola con carne cruda per il cane

Prima dell’addomesticamento, i cani si nutrivano di ciò che trovavano in natura. È importante ricordare, prima di affrontare tale discorso, che il cane è diretto discendente del lupo e in quanto tale mangia qualsiasi animale presente in natura e al di sotto della sua posizione nella catena alimentare.

Non sarebbe quindi strano vedere il proprio cane che mangia qualsiasi cosa reputi commestibile. Tuttavia esiste una dicotomia di pensiero. Ci sono quelli che affermano che dare la carne cruda ai cani faccia bene, perché mantiene intatte tutte le caratteristiche nutritive di cui necessita il nostro amico a quattro zampe; dall’altra parte esiste una scuola di pensiero che afferma che la carne non cotta possa provocare la ehrlichiosi e la salmonellosi, malattie potenzialmente mortali.

Tuttavia per evitare di dovere a che fare con queste malattie è possibile mettere nell’abbattitore la carne e scongelarla solo qualche ora prima di somministrarla al cane oppure potete cucinarla per qualche minuto, giusto il tempo di scottarla. In ogni caso, le modalità di cottura devono essere semplici e prive di condimenti e spezie, dannose per lo stomaco sensibile del cane

Qual è la migliore?

Non ci sono serie motivazioni che avallino la teoria che la carne cruda faccia male alla nostra piccola palla di pelo, anzi. Il corpo del cane, come già accennato, è simile a quello del lupo e di conseguenza possiede:

  • Una dentatura forte in grado di rompere con facilità addentare e strappare la carne;
  • Uno stomaco piccolo ma allo stesso tempo abbastanza muscoloso da riuscire a digerire la pesantezza dalla carne;
  • Un intestino abbastanza corto da riuscire a digerirla prima che questa vada in decomposizione;
  • Saliva e succhi gastrici hanno le peculiarità di riuscire ad assimilare con molta facilità le proteine della carne.

Appurato con assoluta certezza che i cani possono mangiare la carne curda, è fondamentale chiedersi la quantità che gli può essere somministrata e la frequenza con la quale va inserita nel piano alimentare settimanale.

Quanta carne cruda posso dare al cane

cane azzanna carne cruda

L’alimentazione del nostro amico a quattro zampe deve seguire diverse variabili che tengono conto del passare del tempo, sostanzialmente. Ovviamente, anche la quantità cambia in base a diversi fattori quali:

  • La qualità;
  • Il tipo di carne;
  • L’età del cane;
  • La razza a cui appartiene;
  • La sua stazza;
  • Eventuali patologie che lo accompagnano.

È importante sottolineare che la carne non deve l’unico alimento della dieta di un cane. Gli amici a quattro zampe, essendo onnivori, necessitano di altri cibi che fanno bene ai cani come le verdure, la frutta e i carboidrati. L’importante è evitare categoricamente i cibi proibiti per i cani. Quindi, niente sale e altre spezie, condimenti, cipolle, zucchero e qualsiasi altro alimenti che appesantisca il pasto.

Le proteine di origine animale sono molto importanti, ma non bisogna eccedere con le quantità. Come accennato, il nostro amico a quattro zampe ha uno stomaco molto piccolo che favorisce la digestione, quindi è preferibile dare al cane piccole porzioni suddivise in due o tre pasti nell’arco della giornata, che devono essere accompagnati necessariamente da altri alimenti. Questo per rispettare il loro fabbisogno giornaliero.

Che tipo di carne posso dare al cane?

Partiamo dal presupposto che va bene somministrare qualsiasi tipo di carne. Tuttavia ai cani di piccola taglia è preferibile dare carne di pollo, coniglio o tacchino. Gli esemplari con una stazza maggiore, invece, possono tranquillamente mangiare anche carne un po’ più grassa come quella di pecora, capra o di bovino.

Questa è possibile darla a pezzetti tagliati piccoli soprattutto se si tratta di un cane di piccola taglia. Ricordatevi inoltre che la conformazione fisica del cane è adatta a masticare e digerire la carne. In definitiva non è vero che la carne cruda sia vietata ai cani, ma solo se si trova nelle condizioni di poter essere mangiata senza incorrere nel rischio di malattie che possono compromettere la salute di Fido.

Inoltre è bene ricordare che è assolutamente sconsigliato dare al cane le ossa di pollo, perché potrebbe compromettere irreparabilmente la sua salute. Infine è bene sottolineare che la leggenda che narra che i cani che mangiano la carne cruda diventano aggressivi è totalmente errata ed è un pregiudizio senza fondamento.

Dieta Barf e il ruolo della carne

dieta barf per cani

In merito alla dieta barf alcuni pensano che fosse l’alimentazione a cui i nostri amici a quattro zampe sarebbero stati destinati se non fossero stati addomesticati; altri invece pensano che il cibo secco sia la soluzione più indicata.

Un’alimentazione crudista prevede carne non cotta (spesso organi e muscoli), ossa intere o schiacciate, frutta, verdura, uova crude e alcuni prodotti a base di latte (anche se bisogna fare attenzione a eventuali allergie perché il lattosio è tra i cibi proibiti).

I benefici della carne cruda ai cani

Prima di stabilire cosa dare da mangiare al nostro amico a quattro zampe, parliamone con il nutrizionista e capiamo cosa è meglio per la salute di Fido. Nonostante ci siano voci discordanti, qui di seguito elenchiamo i pro di un’alimentazione a base di cibo crudo:

  • Manto più lucido e brillante;
  • Pelle più sana;
  • Denti più puliti;
  • Maggiore energia;
  • Feci più piccole.

Il parere dello specialista è importante perché solo lui può fare una valutazione completa, analizzando il pregresso clinico e le caratteristiche della nostra piccola palla di pelo.

E i rischi

Del tutto contraria alla dieta bar è l’American Veterinary Medical Association (AVMA). Citando una serie di ricerche, infatti, scoraggia l’assunzione di proteine animali crude o poco cotte perché possono contenere patogeni potenzialmente letali. Altri possibili svantaggi includono i batteri nella carne cruda; le ossa intere e il rischio di soffocamento; fratture dei denti del cane o lesioni interne; il passaggio da cibo secco a crudo.

Quest’ultimo infatti deve essere fatto attraverso un processo lento. Se notiamo poi che Fido non si sente bene, rallentiamo ancora di più, e riduciamo le dosi. Le diete crudiste, inoltre, sono sicure solo per i cani di età pari o superiore ai tre mesi. Ecco un possibile programma:

  • Primo giorno: solo acqua, niente cibo;
  • Secondo giorno: un quarto di dieta a crudo e tre quarti di dieta regolare;
  • Terzo giorno: 50% dieta cruda e 50 di alimentazione regolare;
  • Quarto giorno: tre quarti di alimentazione barf e un quarto di quella standard;
  • Quinto giorno: solo dieta crudista.

Dividiamo la dose giornaliera in due pasti al giorno: uno al mattino e uno alla sera. Così ridurremo la possibilità di incorrere in malesseri e fastidi gastrointestinali.

Ricetta con carne cruda, un esempio

pezzi di carne cruda

L’equilibrio nutrizionale varia in base alla razza e alle dimensioni del nostro adorato Fido. La dieta con carne cruda da dare ai cani deve tenere conto anche di questo aspetto. Vediamo gli ingredienti per un pasto sano e genuino:

  • Poco più di un chilo di carne macinata di ottima qualità;
  • Un etto di fegatini di pollo;
  • Una carota tritata;
  • Una piccola mela;
  • Mezzo chilo di spinaci;
  • Due uova intere;
  • Un vasetto di yogurt bianco;
  • Un cucchiaio di semi di lino macinati;
  • Uno di olio d’oliva.

Una volta reperiti gli ingredienti, basta mettere la carota, la mela e gli spinaci nel robot da cucina e tritarli finemente; aggiungere gli altri ingredienti a eccezione della carne e amalgamare bene il tutto; trasferire il composto in una ciotola grande e aggiungere la carne.

Formiamo delle polpettine dalle dimensioni del palmo di una mano, e posizioniamole su una teglia rivestita da carta forno. Cuciniamole a 180 gradi fino a cottura completa. Questa è un’ottima soluzione anche da congelare e tirare fuori all’occorrenza: meglio se la sera prima rispetto a quando è previsto che le polpette vengano cucinate.

LEGGI ANCHE: I cani possono mangiare la carne di maiale?

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati