Home Razze di cani Bovaro del Bernese

Bovaro del Bernese

Bovaro del Bernese
cane bovaro del bernese nella neve

Esemplare di Bovaro del Bernese

Dati generali
Etimologia  Dal tipo di cane e dalla sua provenienza
Genitori Griffoncino del Belgio × Terrier
Presente in natura No
Longevità 6-8 anni
Impieghi Cane da pastore, cane da compagnia, cane da guardia, cane da lavoro
Taglia Grande

Il Bovaro del Bernese viene chiamato Bovaro Bernese o Gigante della montagna a causa della sua mole. Si può comunque subito affermare che è un cane molto docile e tranquillo.

Un errore che molte persone fanno è quello di confonderlo con il San Bernardo oppure con il Grande Bovaro Svizzero, esemplare che viene considerato una sorta di parente del Bovaro Bernese. Si deve però sottolineare che le differenze tra le due razze sono abbastanza evidenti.

Il Bovaro Bernese viene chiamato in lingua originale Berner Sennenhund ed è un esemplare molto comune in Svizzera, nazione che gli ha permesso di avere il nome con cui è conosciuto, anche perché Berna è proprio una zona della Svizzera.

Scheda informativa del Bovaro del Bernese
Anallergico No
Per bambini Paziente compagno per i più piccoli nonostante la stazza, se infastidito tenderà solo ad allontanarsi
Per anziani Calmo e dal carattere compatibile con loro, ma devono essere garantiti i suoi bisogni di esercizio primari
Con altri cani Generalmente indifferente ad eventuali provocazioni da parte di altri cani, per migliorarne il rapporto meglio che cresca con loro
Con gatti Collabora con loro se cresciuti insieme
Rumoroso Moderatamente, di norma abbaia per intimorire gli intrusi
Sport Agility, frequente esercizio fisico che stimoli corpo ed olfatto

Origini storiche della razza

La razza del Bovaro Bernese è considerata una delle più antiche in assoluto, dato che è considerato un discendente del lupo ed anche il progenitore di tutti i “molossoidi”.

Sono chiamati così tutti quei cani che fanno parte delle razze più resistenti e più vicine all’uomo, dato che lo aiutano persino a compiere lavori faticosi.

Già ai tempi degli antichi Romani, il Bovaro Bernese veniva considerato uno degli animali più fedeli all’uomo. Ci sono numerose testimonianze scritte e documenti antichissimi trovati da alcuni storici, che dimostrano che molte persone romane si servivano di questi esemplari per riuscire a realizzare campagne sulle Alpi o anche spedizioni.

Per qualsiasi motivo venissero svolte queste ultime, il compagno di viaggio preferito da soldati o anche da persone in viaggio era sempre il Bovaro Bernese. Quest’ultimo ha una capacità e agilità senza dubbio molto sviluppate, a cui si deve aggiungere anche un grande senso di intelligenza.

Questa è formata anche dalla capacità che il Bovaro Bernese aveva fin dall’antichità, di organizzare il proprio spazio e sfruttarlo al meglio, ma non solo. Un’altra grande capacità di questa razza è sempre stata quella relativa all’orientamento, dato che sembrerebbe sapersi orientare anche se si dovesse trovare in luoghi sconosciuti. A quanto pare, gli antichi Romani si facevano aiutare proprio da questi esemplari per non perdersi.

Importantissimo anche il compito che il Bovaro Bernese aveva sempre nell’antica Roma, per il controllo delle mandrie e del gregge. In poche parole veniva considerato come una vera e propria guardia, che sapeva svolgere benissimo il compito del pastore. Oltre a questo, nell’antichità veniva utilizzato anche per compiere lunghe spedizioni. La sua resistenza infatti è un’altra delle sue importanti caratteristiche. A testimoniare tutto ciò ci sono i vasi romani, i quali raffigurano degli esemplari che sembrerebbero ritrarre questa razza alla perfezione.

Prima di vedere la razza ufficialmente catalogata, si dovette però aspettare il Novecento e lo studioso Albert Heim, che fu uno dei pochi a concentrarsi sul Bovaro Bernese e non solo. Egli riuscì anche a studiare le differenze con il Grande Bovaro Svizzero, scoprendo che quella del Bovaro Bernese era proprio una razza totalmente distinta da quella del suo parente.

Ci sono alcune fonti che sostengono che la prima volta che fu visto il Bovaro Bernese, fu nel Medioevo, ma ovviamente questa tesi è erronea, perché sono presenti diverse fonti che lo vedono già presente nell’antica Roma. A quanto pare però, nel Medioevo erano molto numerosi i contadini e anche le corti che ne possedevano uno.

La prima volta che invece questa razza comparve in una mostra, fu il 1907, a Burgdorf, in Svizzera.

Prezzo

Il prezzo di un Bovaro Bernese può aggirarsi intorno alle 1000 euro. Precisamente, può partire anche da cifre più basse, ma può anche salire. In media, la cifra a cui di solito viene venduto può variare tra le 737 euro fino alle 925 euro.

Si tratta di un prezzo molto vario perché si devono considerare diversi fattori: l’allevamento, il pedigree, se l’animale viene acquistato presso un privato oppure presso un negozio, e varia anche in base a tanti altri fattori.

Carattere

Il carattere del Bovaro Bernese è quello di un cane molto affidabile, servizievole, giocherellone e anche molto attaccato alla famiglia. Non si deve fraintendere però: sebbene questa montagna di pelo sia assolutamente tranquilla, docile e anche molto dolce, ciò non significa che voglia accettare di farsi sottomettere.

Ciò vuol dire che non accetta di essere trattato male e se si innervosisce, potrebbe essere una valanga di pericolo. In più si tratta di un cane anche molto intelligente, che riesce a rendersi conto in pochissimo tempo se la sua famiglia viene minacciata da alcuni pericoli.

In tal caso, la valanga docile e pelosa si trasforma in un vero e proprio colosso minaccioso, dal quale è meglio stare alla larga, pena il fatto che ci si potrebbe trovare in serio pericolo. Insomma, si tratta senza dubbio di un cane che sa essere sia aggressivo, sia tranquillo nello stesso tempo. Nel primo caso però, se si innervosisce, non lo fa mai senza motivo, ma solo per difendere il suo territorio, la sua famiglia e soprattutto anche il suo territorio.

Attenzione però alla sindrome da abbandono, perché anche se si tratta di un vero e proprio gigante, tuttavia tende a sentirsi molto facilmente solo. Per questo motivo, ha spesso bisogno di compagnia e soprattutto vuole sentire la sua famiglia vicino.

Ha sempre voglia di giocare, ma non va mai ad infastidire gli altri per chiedere di giocare con lui. Non si tratta quindi di un cane invadente, ma piuttosto di un cane abbastanza silenzioso, che non tende ad abbaiare per infastidire.

Oltre a questo, si tratta anche di un tipo di cane molto semplice da addestrare, grazie alla sua capacità di ascoltare l’uomo. Si tratta anche di un tipo di razza incline anche a fare abbastanza amicizia anche con gli estranei, anche se inizialmente non nasconde la sua diffidenza.

Addestramento

È possibile addestrare un Bovaro Bernese senza incontrare grandi difficoltà. Prima di tutto è bene specificare che di solito, nella maggior parte dei casi, sarebbe inutile addestrarlo per la difesa, anche perché tende ad essere di indole protettiva.

Nonostante questa, se lo si vuole addestrare per essere più tranquilli e far sì che qualsiasi malintenzionato scappi, se prova ad entrare in casa, tutto ciò è possibile.

È possibile anche addestrare il Bovaro del Bernese con il fischietto, oppure anche con il clicker, e soprattutto anche con l’uso di gesti e anche di parole.

In generale, questa razza tende ad essere anche molto obbediente, ed è per questo motivo che accetta qualsiasi tipo di addestramento, anche se già utilizzando gesti e parole, è possibile fargli memorizzare diversi comandi.

Come accennato, si tratta infatti di un cane molto intelligente. Oltre a questo, è un grande giocherellone, ed è per questo motivo che non gli peserà in modo molto accentuato, il fatto di essere addestrato.

Cosa molto importante è il fatto di dover sottolineare che non occorre un esperto per riuscire ad addestrare questo tipo di cane. Piuttosto, è bene solo mostrargli tutto come un gioco, e non impiegherà molto tempo a memorizzare i comandi che gli vengono impartiti, e ad eseguirli quando gli vengono chiesti.

Caratteristiche fisiche

Il Bovaro Bernese è considerato un cane di taglia gigante, che vive in media dai 6 agli 8 anni e nonostante sia un colosso di pelo, ciò non significa che la sua corporatura non sia muscolosa.

Piuttosto, è molto agile e scattante, e soprattutto può essere anche di colori differenti.

Zampe

Le sue zampe sono letteralmente giganti, di dimensioni ben superiori rispetto alla media.

Corpo

Il corpo del Bovaro Bernese è molto agile, soprattutto ricco di muscoli ed anche molto folto di pelo.

Si tratta di un cane gigante, che ha una stazza imponente e soprattutto ha anche bisogno di molto spazio a disposizione.

Peso e altezza

Il peso di questo cane può andare dai 57 fino ai 60 kg per i maschi, mentre va dai 54 ai 58 kg per le femmine. L’altezza di un Bovaro Bernese può addirittura arrivare a raggiungere i 55 cm di altezza, o in alcuni casi addirittura 60 cm, soprattutto per gli esemplari maschi.

Per quanto riguarda la femmina invece, questa può arrivare a 52-55 cm circa.

Testa

La caratteristica degli adulti è quella di avere una testa senza dubbio di forma morbida, leggermente tonda, anche molto pelosa, soffice da accarezzare e il muso non troppo affusolato.

Coda

Molto robusta, ma nello stesso tempo anche molto lunga, gigante e folta proprio come la sua stazza.

Pelo

Può essere di varie tonalità, ma senza dubbio è molto folto in tutti gli esemplari. Esiste la tonalità completamente nera, quella grigia, ma a volte anche quella tigrata.

La maggior parte degli esemplari ha il pelo folto, ma in realtà ce ne sono anche alcuni a pelo corto.

Colori

I colori del Bovaro del Bernese possono essere molto diversi tra loro. La maggior parte di questi esemplari però hanno una macchia bianca che va dalla zona sotto al mento fino a una parte della pancia.

Nelle zone intorno invece e soprattutto sulla schiena, il pelo è nero. Le zampe e la parte interna di esse sono invece marroni.

Cuccioli

I cuccioli di Bovaro del Bernese maturano intorno ai 3 anni, e secondo gli esperti si tratta di un’età di maturazione abbastanza avanzata.

È bene sottolineare che una volta cresciuto, il Bovaro Bernese continuerà ad essere un “gigante cucciolo”, che ha molta voglia di giocare, ma nello stesso tempo non risulta fastidioso.

Un cucciolo di questa razza gigante non avrà solo bisogno di diverse razioni di cibo, acqua e soprattutto dei suoi spazi, ma più che altro anche di accessori giganti, che possano contenere la sua razza.

Ci sono padroni di Bovaro del Bernese che hanno dovuto addirittura richiedere un lettino o anche una cuccia su misura.

Proprio a causa della stazza del cane e anche della crescita frettolosa del cucciolo, è bene puntare direttamente su cucce abbastanza estese, magari molto grandi, che sembrano una sorta di casetta, in modo che una volta che il cucciolo cresce, non se ne dovrà acquistare una seconda.

Salute

Come tutti i cani, è bene sottoporre il Bovaro del Bernese a dei controlli veterinari regolari, e soprattutto è bene anche abituarlo ad una costante attività fisica, importantissima per esemplari di questa razza.

Dato che si tratta di un cane gigante, è bene anche abituarlo a non stare troppo in casa, ma farlo uscire spesso, oppure potrebbe sentirsi oppresso e triste, in uno spazio troppo piccolo.

L’ideale per mantenerlo in salute è anche pensare a non farlo mangiare troppo, cosa che potrebbe fargli venire problemi digestivi.

Si ricorda infatti che molti cani di questa razza sono abbastanza inclini a problemi del genere, oppure anche a problemi alla muscolatura, proprio a causa della loro stazza. Per evitare queste problematiche, è bene non esagerare con il cibo e soprattutto farlo muovere.

Indicazioni sull’alimentazione

Il Bovaro Bernese non ha bisogno di un’eccessiva quantità di cibo. Al contrario di quanto si possa pensare, non ha sempre fame, e sebbene sia di stazza molto grande, tuttavia questo non significa che abbia bisogno di razioni altrettanto giganti.

Piuttosto è bene sottolineare che non occorre neanche dargli avanzi di alcun tipo, in quanto si tratta di una razza dallo stomaco abbastanza delicato.

L’ideale sarebbe sempre chiedere consiglio al veterinario riguardo le porzioni giuste da affidargli, anche se in media tende, come tutti i cani, a consumare circa tre pasti al giorno.

È bene anche dargli esclusivamente cibo per cani e non cibi precotti o preparati in casa, che magari potrebbero includere diversi ingredienti e fargli male allo stomaco, che come si è già detto, tende ad essere abbastanza delicato.

Toelettatura

Il miglior modo per pensare alla toelettatura di un Bovaro del Bernese è cercare di avere prima di tutto tutti gli accessori utili per mantenere il suo pelo perfetto, dato che essendo un cane di stazza gigante, ha un bisogno continuo di cure.

Può essere molto utile però spazzolarlo tutti i giorni, soprattutto se si tratta di un cane che tende molto a stare fuori casa, e poi di notte dorme all’interno.

Allevamenti

Gli allevamenti di Bovaro del Bernese sono molto numerosi soprattutto nelle regioni alpine e settentrionali d’Italia, e ovviamente anche in Svizzera.

È un cane d’appartamento

Non sarebbe proprio corretto indicare che il Bovaro del Bernese sia un vero e proprio “cane d’appartamento”, ma non perché non sappia stare all’interno di una casa, né per il suo carattere, che in fondo è quello di un grande giocherellone.

Il problema piuttosto potrebbe risiedere nella sua stazza, e nel fatto che un ambiente chiuso potrebbe creargli problemi.

L’ideale sarebbe farlo vivere in una casa con un giardino, in modo che potrà uscire ed entrare a proprio piacimento, e sentirsi libero in uno spazio aperto.

Curiosità

Il Bovaro del Bernese è un ottimo cane per i bambini e anche per tutti i membri della famiglia. Uno dei suoi giochi preferiti è quello di prendere un bastoncino tirato dal padrone, ma ci sono davvero tantissimi giochi da poter fare con questo cane.

Classificazione FCI – n. 45
Sezione 2 – Cani di tipo pincher e schnauzer – Molossoidi e cani bovari svizzeri
Sottosezione 3A Bovari svizzeri
Standard n. 45 del 12/03/1993
Nome originale Berner Sennenhund
Origine Svizzera