Che cos’è davvero un cane di razza?

Che cos'è davvero un cane di razza? A chi rivolgersi per un acquisto sicuro e tutelato, quali sono i gruppi e le razze più diffuse.

La domanda più ricorrente riguarda il pedigree del quadrupede di casa, ovvero che cos’è un cane di razza e quali sono le caratteristiche più importati. Un quesito molto presente tra i proprietari di cani acquistati presso centri e allevamenti gestiti da professionisti di settore. Una cane di razza è un animale che può vantare antenati di alto rango, o meglio esemplari di sangue e razza pura.

Ovvero per almeno tre generazioni precedenti i parenti del cane di casa non si sono incrociati con animali di altre razze, così garantendo una linea pura e del tutto originale. Questo arricchisce il pedigree dello stesso animale e ne aumenta il valore, specialmente se tra i progetti per il futuro rientrano le sfilate e le gare canine. Possedere un cane di razza è sempre stato un desiderio condiviso da molti, ma spesso a frenare è il prezzo del quadrupede.

Cifre non sempre accessibili e che possono aumentare a seconda della purezza della linea genealogica, ma anche delle cure e della gestione ricevuta fino a quel momento. Scopriamo insieme tutto quello che riguarda la razza, le registrazioni, le categorie e i vari passaggi di proprietà. Un modo sicuro per verificare l’origine certificata del cucciolo e la sua salute personale.

Pedigree, che cos’è e di cosa si tratta

cuccioli teneri

Il pedigree o certificato genealogico è l’iscrizione a uno dei Registri del Libro genealogico e viene rilasciato dalla sede centrale dell’ENCI. Che si occuperà di recapitarlo all’allevatore di competenza o alla Delegazione ENCI di competenza territoriale del nuovo proprietario del cucciolo appena acquistato. Venendo indicato all’atto della presentazione della domanda di iscrizione così da effettuare il relativo passaggio. La documentazione del pedigree contempla la presenza dei dati anagrafici del cane stesso ovvero razza, sesso, data di nascita, colore del mantello, oltre al numero del microchip.

La documentazione contempla la linea genealogica del cane dai genitori fino ai trisnonni e i relativi incroci, passando per le caratteristiche, i brevetti, i premi raggiunti e tutti i controlli medici affrontati dagli stessi parenti. I dati dell’allevatore e degli eventuali proprietari precedenti, seguiti dal numero d’iscrizione a uno dei registri di cui si compone il Libro genealogico. Una documento facilmente consultabile anche attraverso il sito dell’ENCI e ricco di informazioni sul cane appena adottato.

Un insieme di dati che confermano la regolare registrazione dello stesso e che facilitano il ritrovamento in caso di smarrimento, determinando la purezza della razza. In caso di assenza il cane non potrà prendere parte a fiere e gare di settore. Le tariffe dell’iscrizione sono abbordabili e facilmente consultabili sull’omonimo sito, una registrazione necessaria che ufficializza la provenienza e la serietà dello stesso allevatore.

Razze, cosa sono e come nascono

cucciolata

Scopriamo insieme cos’è un cane di razza, quali le differenze tra le varie tipologie sia fisiche che caratteriali. Per sapere che cos’è un cane di razza, quali le caratteristiche distintive come altezza, peso, colore, morfologia e attitudini. Ma è anche il carattere a definire un’appartenenza specifica, una selezione che perdura da migliaia di anni così da ottenere una linea pura senza variazioni. La lista delle razze è in continua evoluzione e aggiornamento, con selezioni attuali che portano alla creazione costante di nuove tipologie.

Il riconoscimento è affidato alla FCI, la Fédération cynologique internationale ovvero una federazione internazionale delle associazioni di allevatori canini fondata nel 1911, ma anche ad alcune associazioni collaterali. Le razze riconosciute sono circa 400, molte in via di sviluppo e sono suddivise in 10 gruppi riconosciuti dalla stessa FCI. La selezione canina ha avuto origine circa 200 anni fa, anche sono solo 100 anni che l’uomo stabilisce linee genealogiche e incroci.

Il rapporto uomo-cane è molto più antico e rimanda alla notte dei tempi quando i primi animali selvaggi si unirono agli accampamenti per ricevere cibo e offrire in cambio protezione e cura del focolare. Questo ha definito una serie di selezioni continue in favore di animali maggiormente predisposti per la guardia, per il lavoro e per la caccia. Fino a quelli più attuali scelti per le caratteristiche fisiche, per l’indole giocherellona, per il carattere e per la voglia di ricevere coccole.

Razze, suddivisione

cane sulla sabbia

Come anticipato è compito della FCI quella di stabilire che cos’è un cane di razza classificandole, dividendole in dieci gruppi che si differenziano per linea di incroci, carattere e caratteristiche fisiche. Eccoli di seguito.

  • Gruppo 1: cani da Pastore e Bovari (esclusi Bovari Svizzeri)
  • Gruppo 2: cani di tipo Pinscher e Schnauzer, Molossoidi e cani Bovari Svizzeri
  • Gruppo 3: Terrier
  • Gruppo 4: Bassotti
  • Gruppo 5: cani di tipo Spitz e di tipo primitivo
  • Gruppo 6: Segugi e cani per pista di sangue
  • Gruppo 7: cani da ferma
  • Gruppo 8: cani da ferma, da acqua e da riporto
  • Gruppo 9: cani da compagnia
  • Gruppo 10: Levrieri

La presenza di un pedigree conferma la purezza della linea di sangue del cane, certifica la sua provenienza e lo standard di razza. Incroci che spesso avvengono tra consanguinei e che negli anni ha modificato drasticamente la fisionomie di molte razze, tanto da stravolgerne i connotati solo per assecondare le richieste dei clienti. La purezza di razza spesso può portare ad altre problematiche ovvero sviluppando disagi, malattie fisiche e problemi respiratori. Oltre a ridurre l’aspettativa di vita dello stesso esemplare.

Razze, per un’adozione sicura

cucciolo di cane

Se la passione per alcune razze canine è molto forte e si vuole acquistare un esemplare, ecco come è bene comportarsi così da evitare problematiche e frodi. Negli anni si è sviluppata la pessima usanza di acquistare cuccioli attraverso social network e fantomatici allevamenti online, oppure cucciolate casalinghe di dubbia provenienza. Nella maggioranza delle situazioni i cuccioli sono il frutto di allevamenti clandestini, trasportati illegalmente attraverso viaggi pericolosi. Spesso strappati alle madri prima del tempo e senza tutte le vaccinazioni, con attestati e pedigree fasulli.

Frutto delle puppy mill o puppy farm, ovvero allevamenti clandestini dove le femmine sono costrette in gabbie anguste, in condizioni igieniche deplorevoli e obbligate a continue cucciolate. Per non incappare in questo genere di truffa e reati è necessario rivolgersi agli allevamenti certificati dalla stessa ENCI così da visualizzare l’animale dal vivo, controllando e verificando tutta la documentazione.

Oppure rivolgendo l’attenzione ai canili di zona purtroppo tristemente ricolmi di cani di ogni razza, incroci, meticci e anche di esemplari provvisti di pedigree. Strappando così un povero animale alla solitudine da box e assicurandogli un’esistenza piena di cure e amore.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati