Cuccioli di Rottweiler, sono pericolosi? Ecco cosa c’è da sapere su di loro

Quali sono le informazioni più importanti da sapere riguardo i cuccioli di Rottweiler? Sono pericolosi? Scopriamo insieme dei dettagli sul loro conto.

rottweiler tenerissimi

Sono pericolosi i cuccioli di Rottweiler? Cosa bisogna sapere prima di scegliere di adottare un cagnolino di questa razza? Ecco qualche dettaglio che ci descrive al meglio il loro temperamento.

Cuccioli di Rottweiler: informazioni generali

Cuccioli di Rottweiler, sono pericolosi? Ecco cosa c'è da sapere su di loro

Cosa sappiamo riguardo i cuccioli di Rottweiler? Qual è il carattere che contraddistingue questi splendidi esemplari che da piccolini sono di una dolcezza infinita?

Partiamo da un presupposto: il Rottweiler è un cane che va assolutamente addestrato fin dalla tenerissima età. Il primo motivo è la sua stazza: la taglia è grande, tanto che un adulto può arrivare a pesare addirittura fra i 40 e i 55 kg, contando un’altezza che varia fra i 50 e i 70 cm, a seconda dell’esemplare.

Dunque, già questa è una validissima ragione per valutare l’idea di dare al nostro cucciolo di Rottweiler un’educazione e un addestramento che siano degni di questi nomi. Altrimenti, una volta cresciuto, diventerà un po’ complicato cercare di tenere a bada un esemplare del genere: farsi obbedire senza aver mai insegnato come rispettare alcune regolette sarebbe davvero impossibile!

Lo scopo dell’educazione dei cuccioli di Rottweiler è appunto quello di instaurare un rapporto solido e sereno con noi padroncini fin da subito. Un altro fine, sicuramente, è anche quello di far sviluppare in loro un carattere tranquillo ed equilibrato che possa essere gestito facilmente.

Il punto fondamentale della questione, allora, è questo: agire con pazienza, fermezza, polso, autorità ma anche calma e amore. Questi sono i termini davvero più appropriati che possono essere utilizzati quando si decide di accompagnare un Rottweiler cucciolo nel percorso della socializzazione.

Ma i cuccioli di Rottweiler sono pericolosi? È veritiero il mito che li ritrae come dei cani aggressivi e assolutamente non in grado di gestire il proprio istinto? In realtà, bisogna argomentare un po’ questi aspetti per cercare di capire come educare nel modo migliore e più funzionale i nostri piccoli amici.

Carattere: come gestire i cuccioli

Cuccioli di Rottweiler, sono pericolosi? Ecco cosa c'è da sapere su di loro

Cosa c’è da sapere, dunque, riguardo i cuccioli di Rottweiler e il loro livello di aggressività? Questi piccoli e almeno apparentemente dolcissimi esemplari sono davvero pericolosi come comunemente si pensa? Cerchiamo di andare più nel dettaglio della questione.

Purtroppo la fama di questa razza non è poi cosi bella. Solitamente, la gente pensa che il Rottweiler sia un cane aggressivo, ingestibile e non capace di relazionarsi con l’uomo, tanto meno con altri animali.

Il Rottweiler è utilizzato tendenzialmente come un cane da caccia o da difesa. La sua indole, più che aggressiva, sarebbe da definire esuberante e impetuosa.  Il punto della situazione, allora, può essere questo: il Rottweiler è molto intelligente a tal punto da capire facilmente quando ci si trova di fronte ad una situazione disagiante o di pericolo. In tal caso, non indietreggerà di certo, anzi tirerà fuori l’artiglieria pesante e agirà per proteggere sé stesso e tutti coloro che ama.

Già da cucciolo, infatti, si affeziona in modo simbiotico e quasi morboso ai suoi amici umani, in particolare a colui che riterrà essere il suo modello e punto di riferimento essenziale.

Qualora si rendesse conto che i suoi amici umani fossero in pericolo, il Rottweiler non si farebbe alcun tipo di problema nello scatenarsi a difenderli, a qualunque costo.

Riesce, infatti, a legarsi profondamente al suo padrone e instaura con lui un legame di fedeltà talmente grande e solido che non riuscirebbe mai a tradirlo né a lasciarlo in balìa degli eventi sfortunati.

Dunque, se parliamo di cuccioli di Rottweiler pericolosi, dobbiamo prima di tutto riferirci al nostro impegno riguardo la loro educazione. Tutto sta nell’insegnare loro ciò che c’è da sapere sui rapporti sociali e su come controllare le proprie emozioni, soprattutto quelle più istintive e dirette.

Sicuramente, il carattere dei cuccioli di Rottweiler è assolutamente dominante, su questo non bisogna avere dubbi. Ma da qui a parlare di “pericolo”, ce ne passa! Quello che è certo è che vuole primeggiare sempre, far valere la sua idea e cercare in ogni modo possibile di imporre la sua posizione in un contesto di socialità.

Ecco allora cosa si può concludere: i cuccioli di Rottweiler, fin da piccolissimi, amano essere i “primi della classe”. Se venissero contraddetti o se qualcuno provasse a rubar loro il posto, non riuscirebbero facilmente a gestire le proprie sensazioni. Diventa difficile, a quel punto,  contenerli, se non fossero educati a dovere.

La reazione che può essere considerata “aggressiva”, la maggior parte delle volte non è altro che una sorta di difesa. Dunque, la primissima cosa di cui ci si deve preoccupare di fronte ai cuccioli di Rottweiler è quella di addestrarli ed educarli in modo repentino, ferreo e assoluto.

Una volta arrivati a conclusione di tale percorso, i piccolini saranno abbastanza in grado di auto-gestirsi: questo potrà di certo aiutare sia noi che loro nello sviluppo di una bella amicizia.

È vero che i Rottweiler di carattere non sono proprio i cani più tranquilli e rilassati che esistano, tanto meno sono i classici cani d’appartamento o da tenere legati in giardino. Ma è altrettanto vero che, quando si affezionano, non hanno occhi per nessun altro.

Differentemente da quanto si pensi, dunque, i cuccioli di Rottweiler, se allevati nel modo giusto, diventano i migliori amici anche dei bambini che fanno parte della loro famiglia. Con un Rottweiler al fianco, possiamo mettere la mano sul fuoco che nessuno farà mai del male ai più piccini.

Svolgono davvero il ruolo di perfetti protettori, ai quali non sfugge assolutamente nulla e dei quali ci si può ciecamente fidare al 100%. Ovviamente, conquistare la loro fiducia e insegnare a controllarsi è il primo passo per renderli delicati e sensibili anche nei confronti dei bambini.

Dal canto loro, questi piccini dovranno comportarsi a modo e non esagerare di fronte ai cagnoloni. Rispetto reciproco è la parola d’ordine per lo splendido rapporto che si creerà.

Addestramento: come avviene l’educazione?

Cuccioli di Rottweiler, sono pericolosi? Ecco cosa c'è da sapere su di loro

Il Rottweiler è un cane che non si può definire di certo adatto a chiunque, anzi. Se fossimo alla prima esperienza con un animale, sarebbe meglio scegliere una razza di più facile gestione. Scopriamo perché.

Quello che è necessario capire riguardo questi cani è un aspetto: i Rottweiler devono necessariamente essere educati e addestrati fin dalla tenerissima età, fin da quando riescono a camminare in autonomia.

Tutto ciò è davvero imprescindibile! Se fossimo esperti ma non ci sentissimo all’altezza di addestrare un cucciolo di tale razza che potrà diventerà un adulto dalla stazza piazzata e possente, potremmo pensare di chiedere anche l’aiuto di un professionista.

Il Rottweiler, senza dubbio, è generalmente un cane dominante. Ecco perché comunemente gli si attribuisce il termine “aggressivo”. In realtà, tutto dipende da come il cane viene educato fin dalla tenera età. Quello che deve imparare è gestire i suoi istinti più profondi.

Come si addestra un cucciolo di Rottweiler? Sicuramente, la prima cosa da fare è questa: procedere per rinforzi positivi. È vero che ci vuole autorità e polso nella sua educazione, ma è altrettanto vero che non bisogna mai esagerare, mai alzare troppo la voce, tanto meno assumere atteggiamenti aggressivi o violenti. Purtroppo, di fronte a questi potremmo ottenere delle risposte negative.

La socializzazione è fondamentale: i cuccioli di Rottweiler, al fine di essere meno irruenti, devono assolutamente avere contatti con umani e animali fin da quando sono ancora controllabili, ovvero in tenera età.

Quello a cui bisogna puntare, insomma, è creare una situazione quanto possibile equilibrata. Il carattere del Rottweiler deve essere necessariamente bloccato nei suoi più innati istinti di dominatore. Una volta arrivati a questo, non sarà difficile stabilire un rapporto con lui.

A modo suo, il Rottweiler sa essere dolce, affettuoso, coccolone e soprattutto un ottimo cane da guardia per tutta la famiglia e per la casa. Dunque, cosa rispondiamo alla domanda “cuccioli di Rottweiler, sono pericolosi”? Ebbene, la risposta è: no, se vengono addestrati nel modo più funzionale possibile.