Cuccioli di Yorkshire Terrier: tutto quello che bisogna sapere su di loro

Cuccioli di Yorkshire Terrier: ecco tutto quello che c'è da sapere per prendersi cura di questi piccoli dal cuore tenero.

Anche voi appassionati di cuccioli di Yorkshire Terrier? Bene, allora siete davvero sulla pagina giusta. Soprattutto se la vostra idea è quella di adottare o acquistare un cane di questa razza. Chiaramente, prima di farlo, è importante che ne conosciate tutte le caratteristiche, così da sapere perfettamente come comportarvi nei confronti del nuovo arrivato in casa.

Troppo spesso, infatti, si pensa di conoscere una razza canina perché si ha avuto l’occasione di incontrarne numerosi esemplari nel corso della vita, ma poi non è esattamente così. Ed è proprio questo il caso dello Yorkshire Terrier, un cane che per molto tempo è stato trattato come un giocattolo per via delle sue piccole dimensioni. Mai atteggiamento più sbagliato, permetteteci di dirlo, perché questo è un Terrier a tutti gli effetti. E deve essere trattato come tale.

Vediamo allora, al di là di questa, quali sono le altre caratteristiche tipiche dei cuccioli di questa razza.

Cuccioli di Yorkshire Terrier: è tutta questione di carattere

Per quanto piccolo, lo Yorkshire Terrier si dimostra un grande compagno di vita sin dai suoi primi mesi. Non appena incrocerete lo sguardo del vostro cucciolo, infatti, vi sarà impossibile non accorgervi di quanto sia tenero ed affettuoso. Non c’è da stupirsi che si dica che una delle prime preoccupazioni della razza sia quella di trascorrere molto tempo con il padrone e con gli altri membri della sua famiglia. È davvero così, fidatevi. Ma nonostante questo, un cucciolo non vi darà problemi nel rimanere da solo, ammesso che riusciate ad abituarlo al meglio e a fornirgli stimoli per non annoiarsi.

Al tempo stesso, si dimostra un inguaribile giocherellone già dai suoi primissimi mesi di vita. E questo è un’altro dei motivi per cui si rivela essere perfetto per la vita all’interno di una famiglia. Un cucciolo di Yorkshire Terrier è un compagno di giochi perfetto per grandi e piccini, ammesso che questi sappiano come interagire con un cane di taglia così piccolo. È importante sapersi divertire ma senza essere maldestri, perché il vostro piccolo potrebbe risentirne.

Cuccioli di Yorkshire Terrier: tutto quello che bisogna sapere su di loro

Vi stupirà sapere, a questo punto, che la razza si dimostra invece poco accogliente nei confronti degli sconosciuti. Questo atteggiamento dipende dal fatto che il cane tende ad essere sospettoso verso chi non ha mai visto o chi entra in casa – motivo per cui abbaia rumorosamente -, ma può essere tranquillamente risolto con un po’ di buona socializzazione nei primissimi mesi di vita.

Sarà quindi importante mettere il piccolo nella condizione di incontrare quante più persone possibili, ma senza dimenticare che deve anche socializzare con i suoi simili. Lo Yorkshire Terrier ha un’indole molto coraggiosa, che spesso può risultare scomoda nel rapporto con gli altri cani. Può succedere, infatti, che finisca con l’attaccare un cane di taglia ben più grande, creando così non pochi problemi. È chiaro che dobbiate fare in modo che questo non accada e che il vostro cucciolo sia quanto più socievole possibile con chiunque incontri, umano o animale.

Come addestrare un cucciolo di Yorkshire Terrier

Non lasciatevi ingannare dalla sua piccola taglia, perché questo cane ha davvero un temperamento incredibile. Forse anche troppo. Nella sua educazione, infatti, dovrete essere  fermi, costanti e decisi. È importante che stabiliate limiti e regole che il cucciolo non deve assolutamente trasgredire, così da evitare che prenda cattive abitudini di vita. Di suo, il cucciolo è molto intelligente e sveglio, per cui impara davvero rapidamente quello che gli insegnate.

Dovete però fare attenzione a come sviluppate l’addestramento, perché questo deve necessariamente essere in positivo. Più nel dettaglio, significa che dovrete ricorrere alla ricompensa – specialmente affettiva – ogni qual volta il cucciolo si comporti correttamente. Questo non significa che dovrete essere sempre teneri nei suoi confronti, ma piuttosto che dovrete riuscire ad equilibrare il vostro aspetto più autoritario con quello in grado di dare feedback positivi al vostro amico a quattro zampe. E ricordate, soprattutto, che potete cominciare ad educare il vostro Yorkshire Terrier a partire dai tre mesi circa.

È a questa età, ad esempio, che dovrete abituarlo a fare i bisogni fuori casa. Armatevi allora di pazienza, autorità e dolcezza, e cercate di portare fuori il vostro cucciolo nei momenti giusti della giornata: al mattino, prima dei pasti, e poi la sera. Ogni qual volta il vostro amico a quattro zampe riesca a fare quello che gli state chiedendo, ricordatevi di premiarlo. In questo modo capirà di aver fatto la cosa giusta, e sarà poi portato a farla di nuovo. E ancora. E ancora. E così, nel giro di qualche settimana, avrete un cucciolo ben educato. Almeno sotto questo punto di vista.

Cuccioli di Yorkshire Terrier: tutto quello che bisogna sapere su di loro

Prendersi cura del cucciolo: consigli utili

Abbiamo già anticipato che i cuccioli di Yorkshire Terrier si distinguono per la loro incredibile voglia di giocare. Sono animali energici e pressoché instancabili, che dimostrano una resistenza fisica maggiore di razze ben più grandi di stazza. Vi state chiedendo cosa significa tutto questo? Che il vostro amico a quattro zampe ha bisogno di giocare con voi, di muoversi e divertirsi quanto più possibile. Tutto questo, chiaramente, nei limiti del rispetto della sua piccola taglia. Ci teniamo allora a ripetere che è importante non essere maldestri con questo cucciolo, onde evitare di creargli traumi o problemi di sorta nell’enfasi del divertimento.

Portare lo Yorkshire Terrier al parco è comunque consigliato, trattandosi di una razza che ha bisogno di esercizio fisico per il suo benessere. Fate solo attenzione agli orari in cui decidete di uscire a passeggiare con il cane, soprattutto in estate, perché questo Terrier tende a soffrire molto il caldo. Prediligete allora le ore mattutine e serali, ma non evitate di portarlo fuori, perché il vostro amico a quattro zampe ne ha davvero bisogno. Anzi, è proprio tutto questo movimento a tenerlo in forma e ad evitargli di ingrassare. In questo senso, è molto importante che stiate attenti all’alimentazione del cucciolo, che deve essere gestita con estrema cura. Vi suggeriamo di consultare il veterinario e decidere quale tipologia di dieta seguire, così da poter organizzare i pasti nel corso della giornata, che dovranno essere sostanzialmente due.

Ma al di là del cibo e del gioco, dovete fare molta attenzione alla crescita del vostro Yorkshire Terrier nei primi mesi di vita. La razza, di per sé, tende a soffrire di displasia e lussazione della rotula, per cui dovrete stare molto attenti con i movimenti che gli fate fare. Cercate di farlo muovere ma con cautela, onde evitare di creargli problemi di sorta. Fate anche estrema attenzione alla dentatura del vostro cucciolo, perché potrebbe avere delle mancanze nel corso dello sviluppo. Onde evitare pessime ripercussioni sul cane adulto, cercate di seguirlo nel corso della crescita.

Perché scegliere un cucciolo di Yorkshire Terrier?

Se state cercando un cane perfetto per la vita in famiglia, allora questa è davvero la razza giusta. Senza essere troppo ingombrante, ed adattandosi quindi anche ad appartamenti piccoli, lo Yorkshire Terrier possiede tutte le caratteristiche di un buon cane da compagnia: l’affettuosità, l’intelligenza e la voglia di giocare. Questo significa che è perfetto per convivere sia con gli adulti sia con i bambini, che possono così imparare a rapportarsi con un animale domestico che non sia troppo grande. Ma dietro la piccola taglia di questo cucciolo si nasconde una grande forza, che è una delle caratteristiche che più fa innamorare i suoi padroni.

Cuccioli di Yorkshire Terrier: tutto quello che bisogna sapere su di loro

Al tempo stesso, questo cane si dimostra tanto intelligente da poter essere educato alla perfezione in tempi rapidi (seppur con un po’ di pazienza). Se state pensando di adottare un cucciolo, allora siamo dalla vostra parte. È una scelta perfetta sia per padroni alle prime armi sia per cinofili esperti. È affettuoso quanto basta, indipendente al punto giusto da poter rimanere in casa da solo, divertente e molto adattabile. Questo cane non solo può vivere in appartamento con voi senza creare alcun tipo di problema, ma può anche seguirvi in viaggio, soprattutto considerando la sua piccola taglia. Ve ne renderete conto voi stessi: nel giro di poche settimane sarà praticamente impossibile fare a meno del vostro cucciolo di Yorkshire Terrier.

Certo, fate la scelta di adottarne uno solo se vivete tutte le condizioni adatte per potergli dedicare attenzioni. Ricordatevi, infatti, che questa razza ha come priorità quella di trascorrere molto tempo con la sua famiglia. Se non potete rispettare questa sua esigenza, forse allora non è propriamente il cane giusto per voi. In caso contrario, se anche voi state cercando un perfetto animale da compagnia, allora vi suggeriamo davvero di proseguire su questa strada.

Cuccioli di Yorkshire Terrier: cani dal cuor tenero

Prendersi cura di cuccioli di Yorkshire Terrier è un’esperienza incredibile, soprattutto per l’incredibile affetto che questi regalano. Dolci, teneri e divertenti, sono quello che serve in ogni casa. È abbastanza stupefacente pensare a come un cane di taglia così piccola possa regalare così tanto amore, eppure lo Yorkshire Terrier ci riesce. Non dilunghiamoci oltre. Siamo certi di avervi già convinto a fare questa scelta. L’importante, come già detto, è che stiate attenti nell’accompagnare la crescita del vostro piccolo. Onde evitare problemi in futuro, è bene che prestiate grande attenzione al suo sviluppo, non solo fisico ma anche psicologico.