Cucciolo di cane non si muove e si lamenta: cause e come aiutarlo

cucciolo di cane non riesce a muoversi

Se conosciamo perfettamente il nostro piccolo amico a 4 zampe, sappiamo anche riconoscere quando qualcosa non va. Ad esempio, se il nostro cucciolo di cane non si muove, dovremmo preoccuparci? Da cosa può dipendere questo fastidio? Vediamo qualche info a riguardo.

Cucciolo di cane non si muove: cosa bisogna sapere

Cucciolo di cane non si muove e si lamenta: cause e come aiutarlo

Se conosciamo alla perfezione il nostro piccolo amico, dovremmo essere perfettamente in grado di capire se qualcosa non quadra. Quando il cane è ancora molto piccolo, però, questo risulta molto più difficile, per il semplice fatto che ci stiamo conoscendo pian piano e ancora non sappiamo tutto l’uno dell’altro.

Può succedere, dunque, che fin dalla tenera età ci sia qualcosa di strano che non segue i piani e intacca la salute del piccolo amico a 4 zampe. Ad esempio, se notiamo che il nostro cucciolo di cane non si muove, dobbiamo preoccuparci? Bhè, sicuramente non è un buon segno!

È consigliabile osservare in modo rigoroso il comportamento del piccoletto per cercare di capire la fonte del problema, ma stiamo ben attenti! Non temporeggiamo: contattare un veterinario tempestivamente è sempre la soluzione migliore.

Quali sono le cause?

Cucciolo di cane non si muove e si lamenta: cause e come aiutarlo

Se notiamo che il nostro piccolo amico ha molta difficoltà di movimento, dovremmo chiederci prima di tutto come poterlo aiutare a svolgere le azioni quotidiane della vita. Poi, contattare subito un veterinario per scoprire i motivi di tale disturbo.

Da cosa può dipendere il fatto che un cucciolo di cane non si muove? I fattori possono essere diversi. Vediamo insieme le possibili cause:

  • paralisi: questa può succedere all’improvviso, senza segni di preavviso di alcun genere. Da cosa può essere causata? Da moltissimi fattori in realtà, da infezioni o infiammazioni alla colonna vertebrale, ai muscoli o ai nervi, fino a possibili tumori o lesioni, o anche dalla puntura di una zecca. (Per maggiori informazioni sulla paralisi nei casi e come affrontarla, si rimanda al link)
  • artrite o artrosi: il cane che soffre di queste patologie fin dalla nascita può avere dei disturbi a livello di movimento fin dalla tenerissima età. In questi casi, probabilmente si tratta di malattie congenite che possono dare dei problemi alle ossa e di conseguenza alla salute dal cagnolino fin da piccolissimo
  • problemi ortopedici
  • scompensi ormonali
  • disturbi neurologici
  • mielopatia degenerativa: questa è una malattia che intacca il midollo spinale del cane, che di solito si verifica in tarda età, fra gli 8 e i 13 anni. Ma è anche probabile che qualche sintomo si inizi a verificare anche prima. Si può intuire che si tratti di questo disturbo quando manca la coordinazione degli arti: la conseguenza logica a tutto questo è una paresi degli arti innanzitutto posteriori, che poi giunge col tempo fino alle zampe anteriori
  • displasia dell’anca: molto comune nei cani, è una sorta di lussazione congenita dell’anca. Consiste in uno sviluppo anormale di tale articolazione che porta, col tempo, problemi a livello di movimento.

Nei casi più gravi si possono diagnosticare anche:

  • lesioni cerebrali
  • traumi
  • tumori
  • ictus
  • polipi

E i sintomi?

Cucciolo di cane non si muove e si lamenta: cause e come aiutarlo

Quali sono i sintomi che ci fanno capire che il nostro cucciolo ha difficoltà di movimenti? I sintomi sono abbastanza semplici da notare, anche perché di solito tutto inizia in modo graduale (a parte nei casi più gravi).

  • impossibilità di alzarsi: la zampe, spesso quelle posteriori, sono completamente inermi. Il cucciolo non riesce ad alzarmi perché le zampe non reggono il peso dell’animale, anche se limitato
  • camminata strana: questo significa che notiamo una difficoltà nello stare in piedi e muoversi. Quando il piccolo non riesce a seguire una linea dritta, si accascia a terra e non ha le forze, significa che c’è qualcosa sotto che gli impedisce il corretto movimento
  • tremare a momenti alterni
  • essere sempre stanco e affaticato
  • non avere lo stimolo neanche di alzarsi per mangiare e bere. O meglio, la voglia di sarebbe pure ma il piccolo non riesce a tenersi sulle zampe
  • cambiamenti del comportamento: se vediamo che il cucciolo è più scostante del solito e non riesce ad essere affettuoso come sempre, può voler dire che c’è qualche grande disagio che non riesce o non vuole esprimere
  • pianti, lamenti vari e nervosismo costanti

Cucciolo di cane non si muove: come possiamo aiutarlo?

Cucciolo di cane non si muove e si lamenta: cause e come aiutarlo

A volte, dato che il cucciolo di cane spesso è anche molto pigro, potremmo presupporre che la sua sia solo “non voglia” di alzarsi dalla cuccetta. Attenzione però: è importante distinguere quando si tratta di pigrizia e quando invece c’è sotto qualcosa di più grande.

Ovviamente, per intervenire e aiutare il nostro piccolo a risolvere i suoi problemi di movimento è importante prima di tutto capire quale sia il problema. Questo, ovviamente, possiamo farlo solo grazie alla chiamata al veterinario.

Molto probabile che la prima cosa che farà il veterinario dopo aver visitato il cucciolo di cane che non si muove è quella di dare una diagnosi accurata della questione. Poi, quasi sicuramente somministrerà un antidolorifico, nel caso in cui il problema sia a livello muscolare, per poi passare a un antinfiammatorio.

Si può dire che non c’è una cura adatta a tutti i problemi, o comunque non è detto che tutti questi problemi che impediscono al cane di muoversi liberamente possano essere curati al meglio.

La maggior parte di queste cause possono essere alleviate con i farmaci, i quali a loro volta potrebbero ridurre il fastidio e fare in modo che il dolore sia attenuato. È molto comune, però, la conseguenza spiacevole che ci fa capire quanto poco si possa fare per gestire problemi di questo tipo.

Sicuramente il fatto che il cane sia giovane può aiutare a recuperare un po’ tutta la faccenda. Ad esempio, nei casi molto comuni di displasia dell’anca, si può scegliere, grazie alla tenera età del cucciolo, di intervenire chirurgicamente il prima possibile per fare in modo che la situazione possa migliorare nel corso degli anni.

Dunque, purtroppo non deve MAI essere sottovalutato il fatto che un cucciolo di cane non riesce a muoversi, perché la cause e le conseguenze di tale difficoltà potrebbe non essere del tutto positive.

Se teniamo alla salute del nostro piccolo amico e abbiamo la volontà di aiutarlo a crescere nel modo migliore, è necessario che ci preoccupiamo di prenderci cura di lui come meglio possiamo.