La commovente storia di Mino, una cucciola di cane che da tre anni non si muove dalla tomba del suo fratellino umano (VIDEO)

La cucciola di cane Mino ha passato tre dei suoi quattro anni vigilando la tomba del suo padroncino Khet, un bimbo morto affogato in Vietnam

Mino sulla tomba di Khet

La protagonista del video di oggi si chiama Mino ed è una cucciola di cane che ha trascorso gli ultimi tre anni della sua vita senza muoversi dalla tomba del suo fratellino umano, un bimbo di nome Khet morto affogato nel fiume Mekong. Il video di questo dolcissimo animale ha fatto versare fiumi di lacrime a tutto il mondo del web.

La commovente storia di Mino, una cucciola di cane che da tre anni non si muove dalla tomba del suo fratellino umano (VIDEO)

Mino vive in Vietnam, nella provincia di Long An, sul delta del fiume Mekong. Il suo mantello era di un bel nero ebano ma a causa delle lunghe ore trascorse sotto il sole ormai è marrone scolorito.

Nguyen Thi Ut, la nonna del piccolo, ha raccontato in una intervista di come appena tre giorni dopo la sepoltura del nipote, sul retro della casa, il cane si mise sopra la tomba, senza abbandonarla più.

All’inizio cercarono di farla spostare di lì ma alla fine decisero di lasciarle fare ciò che voleva.

Mino era solo un cucciolo quando fu adottata da questa famiglia vietnamita. Il piccolo Khet aveva un anno e fin dal primo momento i due divennero inseparabili. Mentre i genitori del bambino lavoravano e i nonni si occupavano della casa, passavano tutto il tempo insieme.

Purtroppo la speciale relazione di questi due amici era destinata a finire nel modo più drammatico: un giorno, mentre la sua mamma stava cucinando, il piccolo Khet uscì dalla casa, si avvicinò troppo al fiume a cadde nell’acqua. Sfortunatamente nessuno riuscì ad arrivare in tempo per salvarlo.

La commovente storia di Mino, una cucciola di cane che da tre anni non si muove dalla tomba del suo fratellino umano (VIDEO)

Come è tradizione nelle campagne del Vietnam, il bimbo fu seppellito dietro la casa della famiglia e Mino non abbandonò più la tomba.

La cagnolina è molto socievole e affabile. Se arrivano degli ospiti, ad esempio, corre a salutarli. Però, poi, non esita a tornare sopra la lapide di Khet e vi resta tutta la giornata, indipendentemente dalle condizioni atmosferiche.

Non abbaia ne piange: semplicemente sta ferma lì senza muoversi. La nonna del piccolo è convinta che la dolce cagnolina sappia cosa sia successo a Khet e che sia consapevole che il corpo del bimbo sia lì sotto.

In famiglia vi sono altri bambini fratellini del piccolo deceduto, ma Mino, nonostante si mostri affettuosa, non è mai riuscita a instaurare con loro il rapporto speciale che aveva con Khet.

Questa storia ci dimostra che l’amore che un cane può provare per il suo umano preferito è più forte di tutto, anche della morte. Ce lo dimostra anche la vicenda di Bianca. Se vuoi conoscerla, LEGGI ANCHE : Bianca, la cucciola di cane che aspetta pazientemente il ritorno della padrona morta