Maltese smarrito si riunisce alla sua proprietaria disabile: una donna ha fatto un viaggio di 500 km per accompagnarlo a casa

Il grande cuore della donna ha permesso al cane di tornare a casa, regalando a questa storia un lieto fine

Questa storia a lieto fine è una di quelle che vorremmo sentire più spesso. Una donna disabile, cercava disperatamente il suo cane smarrito esattamente un mese prima. Il piccolo, un Maltese di nome Chris, è scappato di casa a febbraio, con grande sgomento della sua umana, Stacey Staton Elam.

Non era mai successo che si allontanasse così tanto da casa. Ha pianto per lui per un mese intero, senza smettere mai di cercarlo e pubblicare annunci. Dopo questo lungo e angosciante periodo, la donna ha ricevuto la telefonata tanto attesa dal Pender County Animal Shelter.

APPROFONDIMENTO: Tutto sulla razza Maltese

Cane smarrito si riunisce con la sua proprietaria disabile

Dei volontari avevano trovato e raccolto il suo dolce Chris. Grazie al microchip sono riusciti subito a risalire alla sua identità e al numero di telefono della donna. C’era solo un piccolo problema: l’associazione si trovava a più di 500 km da casa sua!

La donna ha tirato un bel sospiro di sollievo, ma essendo disabile, purtroppo per lei il viaggio era troppo lungo e faticoso da affrontare. Non si sa come il piccolo sia finito così lontano da casa.

LEGGI ANCHE: Cani che si coccolano con la loro mamma dopo che notano il suo pancione

Cane smarrito si riunisce con la sua proprietaria disabile

Il rifugio ha pensato quindi di lanciare una richiesta di aiuto su Facebook. Quando Holly Stahl ha scoperto l’SOS, si è immediatamente proposta per aiutare. L’anima gentile ha fatto un viaggio di 9 ore per riunire il cane con la sua proprietaria. La donna era davvero legatissima al suo cane.

L’aveva aiutata a superare la dolorosa perdita di suo marito, da cui prende il nome. Il giorno che è tornato a casa, era proprio il loro anniversario di matrimonio.

“So che c’è lo zampino di mio marito Chris da lassù in questo”, ha detto Stacey con grande emozione.

In una società spesso criticata per l’egoismo e il menefreghismo, questi piccoli gesti di umanità scaldano proprio il cuore.

LEGGI ANCHE: “Hachiko” dall’Ucraina: trova una nuova casa dopo aver aspettato per settimane il proprietario deceduto in guerra

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati