Montafia, c’è ancora speranza per Thor, questo cane Pastore Weimaraner smarrito quasi due anni fa

Thor è scomparso da quasi due anni, la speranza è l'ultima a morire ma c'è bisogno di scoprire qualcosa, anche per rivitalizzare le ricerche, ormai ferme

Il tempo passa e il dolore è accentuato al trascorrere dei giorni senza Thor, il cane Pastore Weimeraner scomparso ormai lo scorso 31 gennaio 2020. La famiglia di Montafia, in provincia di Asti, non ha perso la speranza, crede ancora nel miracolo, ma c’è tanto, ma davvero tanto bisogno di scoprire qualcosa, minima che sia.

Perché sono queste piccole cose, segnalazioni fugaci, avvistamenti poco chiari e non certificati, che in qualche modo alimentano la speranza. Credere di potercela fare, di poter un domani riabbracciare il cane, è importantissimo; allo stesso modo però concepiamo lo sconforto che può crearsi a quasi due anni di distanza.

Thor non si trova più e le ipotesi dietro la sua scomparsa sono innumerevoli. Gli appelli sui social non hanno fatto altro che alimentare le voci su questo smarrimento. In molti, che hanno conosciuto la vicenda, hanno fornito il proprio aiuto, dando consigli e asserendo ad eventuali segnalazioni, spargendo la voce (importantissimo) ma fino ad oggi senza risultati.

cane thor corporatura robusta

Non vogliamo dire che tutto ciò che sia stato fatto da quel 31 gennaio fino ad oggi sia stato invano, perché nulla lo è, ma che la verità sembra ancora lontana, pressoché nascosta. Le tracce del cane si sono perse a San Paolo Solbrito, comune nell’astigiano. Da là il nulla, a quanto pare.

Il cane in questione è un Pastore Weimaraner, dal tipico pelo raso e grigio, uniforme sul manto. Ad oggi il cane dovrebbe avere sui 5 anni o giù di lì; grosse dimensioni, occhi scuri, muso a mo’ di segugio. Al momento della scomparsa da Montafia, l’animale indossava il suo collare, probabile che oggi non ce l’abbia più.

cane thor orecchio reciso

Da sottolineare un dettaglio non da poco per l’identificazione: a Thor manca la parte finale dell’orecchio destro, come se fosse letteralmente reciso. Non sappiamo se sia munito di microchip. Offresi generosa ricompensa per il ritrovamento; per segnalazioni sul caso, contattare immediatamente il 331 787 0403. Grazie!

LEGGI ANCHE: Baronissi, non torna a casa Ares, le ricerche per il cane non si sono mai interrotte

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati