Perché ai cani piacciono i bastoncini?

Perché ai cani piacciono i bastoncini? Tutti i motivi che li spingono a cercare e scegliere rami e pezzi di legno da masticare con avidità

Uno dei misteri del mondo canino, una passione che questi amici nutrono in modo profondo e particolarmente intenso, riversando tutta la loro energia nei confronti di bastoncini di legno o di tipo alimentare.

Rosicchiare, sgranocchiare e masticare, pura gioia canina. Scopriamo insieme perché ai cani piacciono i bastoncini!

Predisposizione genetica

cane mastica legno

Masticare è una caratteristica del cane che rimanda al passato, all’istinto primordiale e che spesso è un segno distintivo di alcune razze in particolare. Un comportamento impresso nel DNA del cane di casa e che può presentarsi sin dalla più tenera età ovvero quando è ancora cucciolo ed è pronto a scoprire il mondo circostante.

Masticandolo letteralmente così da assaporare ciò che è nei paraggi, testandone il materiale, la consistenza ma in particolare per lenire il dolore dei denti in crescita. Come anticipato masticare è caratteristica tipica di alcune razze che adorando sgranocchiare sempre qualcosa, in particolare legnetti, e in questo caso non sarà difficile capire perché ai cani piacciono i bastoncini.

Rami, pezzi di legno o pezzi di bastoni, tutto ciò che si può mordere e distruggere con i denti, pura soddisfazione per alcuni cani di razza. In particolare quelli da caccia o da riporto che sono abituati a trasportare sempre qualche preda stretta tra le loro fauci, una condizione per loro del tutto naturale.

E che in assenza della stessa scaricano la tensione masticando qualcosa, in particolare un legno o un bastoncino. Ovviamente l’immagine è molto tenera, osservare un quadrupede che si diverte con un legnetto sembra un quadretto divertente che spinge ad assecondare la richiesta implicita.

Magari lanciando un bastone quando si è in giro a sgambare al parco, oppure offrendolo direttamente al quadrupede così che possa sfogarsi adeguatamente. Una pratica in apparenza innocente che potrebbe nascondere molte insidie, in particolare di natura fisica aumentando condizioni di stress e ansia già presenti.

Un atteggiamento da ridimensionare sin dalla più tenera età così da evitare che il cane ricorra ai bastoncini per sfogare la noia e un’emotività agitata oltre che nervosa.

Dentizione e ansia

denti e bastoncino

Come abbiamo visto i cani amano masticare i bastoni e i rami, l’immagine del quadrupede che rincorre un legnetto oppure lo trasporta o lo mastica è parte integrante del pensiero comune. Eppure la pratica andrebbe frenata e regolata subito fin dalla più tenera età, in modo che Fido non utilizzi i bastoncini per sfogare la sua frustrazione.

Vi ricorre con frequenza se il suo animo è molto stressato e nervoso, se durante la giornata è rimasto solo a lungo annoiandosi profondamente. Oppure se da piccolo è sempre stato abituato a mordere e sgranocchiare tutto ciò che finiva sotto le sue fauci e sotto i suoi denti in crescita.

La necessità di conoscere, testare e lenire il dolore dato dalla dentizione lo ha spinto a masticare tutto ciò che poteva capitargli a tiro. Un gioco o una marachella, in apparenza, ma che in realtà è un disturbo comportamentale dettato dall’ansia e dallo stress personale.

Carenza di vitamine

cane a pelo lungo

Non è difficile comprendere perché ai cani piacciono i bastoncini. Visto il formato, li confondono con ossi o con giochi per la masticazione. Un comportamento che è bene bloccare subito sin dai primi mesi di età, ma anche da vagliare con cura per comprendere le motivazioni reali che hanno spinto il quadrupede verso questo gesto.

Spesso è legato alla necessità di ricevere quantitativi maggiori di cibo, il cane non mangia a sufficienza o nel modo giusto. Così non ricava il corretto apporto nutritivo quotidiano e cerca nel legno dei bastoncini ciò che non trova nel pasto consueto ovvero qualcosa che compensi le carenza di minerali o vitamine di cui soffre.

Ma masticare un legno potrebbe risultare una pratica molto dannosa per la salute. Le schegge dello stesso potrebbero staccarsi e conficcarsi in gola o nello stomaco.

Condizioni emotive

cane trasporta bastoncino di legno

Alcune condizioni emotive possono spingere il cane a comportarsi in modo anomalo, magari sgranocchiando con foga un bastoncino di legno. Un comportamento che mette in atto quando è particolarmente stressato, agitato e annoiato, magari frustrato da lunghe ore di solitudine casalinga.

Del resto l’assenza lavorativa del proprietario lo costringe a molte ore di pura noia e solitudine che occupa dormendo o magari abbaiando. Ma anche mettendo in pratica comportamenti distruttivi come quello di masticare oggetti, mobili e bastoncini di legno.

Il tutto inciden anche negativamente sul benessere dell’arredo casalingo e dei tessili, fino a distruggere oggetti personali e abiti. I cani che non sfogano l’energia accumulata risultano particolarmente stressati, nervosi e molto agitati; specialmente se hanno trascorso troppe ore senza uscire e sgambare.

Intere giornate reclusi in casa senza la possibilità di una corsa al parco, di una passeggiata per i bisogni fisiologici e per interagire con i propri simili: la noia è un problema palpabile da non sottovalutare al pari dell’ansia, in particolare nei cani con un passato di puro disagio e abbandono.

L’assenza e la solitudine possono impattare negativamente sull’umore del cane di affezione, sulla sfera psicologica e sulla sua emotività, fomentando comportamenti sbagliati. Reazioni che possono scivolare nell’ossessività, come quella del masticare oggetti e in particolare pezzi di legno e bastoncini.

Il proprietario dovrà intervenire per tempo e nel modo giusto. Magari chiedendo supporto al medico di fiducia che potrà suggerire le soluzioni migliori da mettere in pratica.

Salute

cane e legno nella neve

È molto importante scoprire perché ai cani piacciono i bastoncini, perché occupano buona parte del loro tempo a rosicchiare legni e pezzi di bastoni recuperati in casa. Come abbiamo potuto appurare spesso è la noia a guidarli verso questa abitudine, oppure lo stress agevolato da lunghe ore di solitudine.

Ma le problematiche potrebbero essere tante e molto complesse, masticare potrebbe celare carenze alimentari e non necessariamente come conseguenza diretta di pasti squilibrati. I cani potrebbero cercare nella masticazione dei bastoncini il nutrimento che non riescono a immagazzinare perché vittime di qualche patologia silente e pericolosa.

Masticare il legno potrebbe servire per ridimensionare un dolore pressante ai denti e alla masticazione, utilizzato dal cane stesso per rinforzarli. Rosicchiare i bastoncini potrebbe apparire come un comportamento naturale ma celare moltissimi disagi che potrebbero impattare sulla vita del cane.

Le conseguenze negative

Mordere il legno potrebbe agevolare negativamente lesioni al cavo orale, perché il materiale potrebbe spezzarsi e trasformarsi in tante piccole schegge. Una presenza lesiva che potrebbe incastrarsi all’interno della bocca, dentro la lingua o ferire stomaco e intestino.

Lo stesso bastone potrebbe spaccarsi in tanti piccoli frammenti in grado di conficcarsi in parti nascoste del cavo orale, causando problemi respiratori ma anche infezioni. Non solo perché il legno potrebbe trasportare batteri e insetti che finirebbero all’interno della bocca del cane, con ripercussioni importanti sulla sua salute.

Una condizione che potrebbe richiedere l’azione del veterinario tramite l’utilizzo di medicinali specifici o di un vero e proprio intervento chirurgico per liberare il cane dalla presenza del legno.

Consigli utili

cane trasporta bastone in acqua

Ora che sappiamo perché ai cani piacciono i bastoncini è bene intervenire in modo risolutivo, in particolare se i quadrupedi sono giovani e pronti a farsi educare. Meglio eliminare del tutto questa abitudine dannosa. Come? Impedendo che i cani corrano alla ricerca di un nuovo pezzo di legno durante la sgambata, distraendoli con attività alternative.

Per farlo si può ridimensionare lo stress da solitudine affidandogli giochi e articoli in grado di sviluppare le attività cognitive. Sono soluzioni sicuramente più intriganti e molto stimolanti. Si dovrebbe inoltre dedicare più tempo alle uscite per le sgambate quotidiane o chiedendo il supporto di amici, parenti o di un dog sitter durante le lunghe ore di assenza lavorativa.

Quella del dog sitter è una presenza che può risultare utile durante la giornata in sostituzione del proprietario, così da rendere meno tediose le attese quotidiane. Chiedendo comunque supporto a una persona di fiducia che possa aver già stabilito un legame con il cane, di affetto, amicizia e di conoscenza diretta.

Suggerimenti

cane con bastone sulla sabbia
Se la problematica è legata alla tipologia di alimentazione è necessario intervenire. Occorrerà sostituire la dieta consueta con pasti maggiormente equilibrati, chiedendo supporto al veterinario che potrà creare un menu specifico per il cane di affezione, ben bilanciato e salutare.

Suggerendo prodotti e combinazioni utili per il suo benessere, così da migliorare la salute fisica ma anche quella cognitiva. Ma se l’abitudine dello sgranocchiare i bastoncini dovesse risultare complessa da estirpare è bene agire con furbizia, aggirando la problematica.

Offrendo un bastoncino per i denti ogni volta che il cane dovesse mostrare interesse nei confronti dei legnetti presenti lungo il percorso della passeggiata. O deviando l’attenzione da oggetti e pantofole casalinghe, attirandola con un bastoncino goloso e saporito da offrire durante un’attività ludica o come rinforzo positivo.

Magari inserito all’interno di un giochino o dentro un kong, l’ideale per distrarre il quadrupede e preservare la salute del corpo e dei suoi denti. Ma se la problematica dovesse persistere è bene chiedere consulto al veterinario di fiducia, così da scongiurare la presenza di malattie e problematiche fisiche.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati