Perché il cane guaisce?

Ecco come imparare a riconoscere e comprendere i motivi del perchè il cane guaisce e i metodi da adottare affinché questi smetta di farlo

I cani hanno tantissimi modi per comunicare, ma la parola non è uno di quelli. Sta quindi a noi umani cercare di comprendere la loro lingua e i loro modo di comunicare. In questo articolo scoprirete i motivi del perché il cane guaisce sempre e tenteremo di darvi consigli su come farlo smettere.

perché il cane guaisce

Bisogni e stati fisici

Sin da cuccioli i nostri cani emettono dei suoni particolari. Ognuno tuttavia è legato ad uno stato d’animo o ad un bisogno. In mancanza di linguaggio, sta a noi determinare quando e perché il cane guaisce e cercare di porre rimedio.

perché il cane guaisce

Di seguito sono elencati i principali motivi del perché il cane guaisce:

  • Piange per il distacco con la madre, questo avviene nello specifico quando prendete con voi dei cuccioli. Questi infatti sentono il distacco e soprattutto durante i primi giorni, tenderanno a piangere
  • Paura o senso dell’abbandono, soprattutto nelle ore notturne e/o durante le notti in cui piove e tuona e il cane si sente lasciato solo
  • Dolore. In questi casi il cane potrebbe provare dolore legato o ad una condizione di salute già precaria o quando insorge una nuova malattia legata allo stomaco, alle orecchie o agli arti

Altre motivazioni

Per fortuna quando un cane piange, non lo fa solo per dolori o per sensazioni di malessere. Al perché il cane guaisce si può rispondere anche in altri modi. Ecco le altre motivazioni:

  • Emozioni positive: un cane guaisce perché è felice ed esprime in questo modo il sentimento di felicità. Questo di solito è accompagnato da movimenti quali girare su stesso, salti o corse.
  • Necessità di espletare i propri bisogni. Se il vostro cane è abituato a fare delle passeggiate per espletare i propri bisogni, non è così strano che guaisca per cercare di comunicarvi che quel giorno è il caso di fare una passeggiata in più. I cani che sono stati educati sin da piccoli a fare i bisogni per strada, tenderanno a trattenere le feci e la pipì pur di non farla in casa.

Allo stesso tempo è importante mantenere le abitudini delle passeggiate per evitare che il cane faccia la pipì in casa.

cane che guardaSe vedete che il vostro cane è particolarmente agitato e piange pur non avendo dei disturbi fisici evidenti, provate a fargli fare una passeggiata e guardate come si comporta.

Considerazioni finali

Tra le prime cose che impara un cane c’è appunto quella di guaire, questo perché sin da cuccioli hanno la consapevolezza che piangere è l’unico modo per attirare l’attenzione su di sé quando questi si sente trascurato.

Lo imparano già con la madre, che sentendo piangere il cucciolo, accorrono immediatamente in loro aiuto. Essendo i cani dotati di un’intelligenza incredibile, capiscono che ripetendo il pianto, attirano in questo modo anche il padrone umano.

cane che si appoggia sul padrone

È importante però che il cane non venga mai ignorato. Si è sempre pensato che ignorarlo sia il miglior modo per farlo smettere di piangere. In realtà non è così.

I cani come gli umani piangono per delle ragioni, che queste siano palesi o meno; ignorarli li rende ancora più tristi e stressati. È importante scoprire e comprenderne le motivazioni e aiutarli a superare la fase di bisogno.

Articoli correlati