Esiste il test del DNA per il cane? E in cosa consiste?

Fare il test del DNA al proprio cane è utile o soddisfa soltanto la curiosità del padroncino? Scopriamo questo nuovo strumento

Quando si parla di test genetici immaginiamo subito che siano una prerogativa di noi esseri umani, ma stavolta ti stupiremo. Esiste anche il test del DNA per il cane ed è utilissimo per diversi motivi.

Come tutti i test di questo tipo, prelevando un semplice campione di saliva o sangue dal tuo adorato Fido potrai scoprire molte cose sul suo conto, sui suoi avi e anche sul suo patrimonio genetico, inclusa la predisposizione a particolari malattie.

Insomma, il test del DNA per il cane è essenziale per conoscere a fondo Fido, cosa che vale sia per chi fa l’allevatore di mestiere e si occupa di razze con pedigree, sia per un comune padroncino che vuole il bene del proprio quattro zampe.

Come funziona

cane bianco e nero

Iniziamo col precisare che il test del DNA per il cane non sono esattamente come quelli umani, puoi trovarli facilmente in commercio sui siti web delle aziende che li producono e che si occupano personalmente di analizzarli e inviarti i risultati.

In genere si fanno su cani meticci, quindi su quattro zampe senza pedigree e dei quali non si conoscono esattamente le origini e la provenienza. Il test del DNA più comune è quello che puoi acquistare con l’apposito kit (anche su Amazon) ed è quasi del tutto identico a quelli che usiamo per noi umani.

Generalmente si preleva un campione di saliva dal cane, poi si invia nell’apposito contenitore che arriva in dotazione nel kit, seguendo attentamente le istruzioni di conservazione. A quel punto non devi far altro che attendere una risposta dall’azienda produttrice che deve analizzare il campione in laboratorio.

Perché è utile

cucciolo di cane

Ok, visto in modo superficiale forse il test del DNA per il cane ti sembra un tantino superfluo, un po’ come l’ennesima trovata di padroncini che si preoccupano troppo dei propri quattro zampe o che sono mossi semplicemente da una gigantesca curiosità. Ma ti ricrederai e per diversi motivi.

Innanzitutto con i test genetici puoi scoprire tante cose importanti sul tuo quattro zampe, a cominciare dai suoi geni. Le aziende che producono questi prodotti non si limitano soltanto a inviarti dei risultati, ma gestiscono dei registri che vengono continuamente aggiornati con i dati di cani, razze, malattie e marcatori genetici. E spesso ne scoprono addirittura di nuovi!

I test del DNA non servono soltanto per confermare che il tuo cane discenda da esemplari di razza pura (anche se è un aspetto comunque interessante), ma ti rivela molto di più sulla predisposizione a determinate malattie che potrebbe aver ereditato dai suoi avi. Delle frecce in più al tuo arco, utili per il bene di Fido.

Quanto è attendibile

cani che giocano al parco

Sull’attendibilità di questi test del DNA per il cane non possiamo mettere la mano sul fuoco. Considera che ogni azienda ne produce di propri e che di volta in volta confronta i risultati delle analisi con il proprio database. Diciamo che questo influisce parecchio sull’effettiva veridicità del test perché i dati raccolti non coprono tutte le razze canine esistenti nel mondo e potrebbero “falsare” il risultato, per mancanza di un confronto effettivo.

Il test genetico ti rivela un quadro del cane piuttosto completo, sondando geni dominanti e recessivi. Anzi sono spesso proprio questi ultimi, che potremmo definire “dormienti”, a lasciare più di stucco. I cani meticci (quindi senza pedigree) spesso nascondono la discendenza da razze pure, anche molto antiche, e non sempre emergono i tratti caratteristici di queste. Quindi senza un test del DNA non saprai mai se il tuo piccolo trovatello potrebbe discendere da un Alano!

La razza non è tutto

cagnolino marrone

La maggior parte delle persone che si interessano al test del DNA per cani è spinta dalla pura e semplice curiosità. In fondo possiamo comprendere quanto possa essere allettante scoprire le origini del proprio trovatello, risalendo ai suoi avi e alle razze da cui ha ereditato determinate caratteristiche.

L’unico consiglio che ti diamo, qualora ti decidessi a farlo al tuo Fido, è di non dar troppo peso alla questione-razza, come è già avvenuto ad altri padroncini. Tanto per spiegarci meglio, sapere che il cane discende dal Labrador, che è un cane coraggioso, buono e istintivamente portato al salvataggio, oppure sapere che discende da un cane da caccia come il Beagle di sicuro ha un effetto rassicurante. Sono cani con caratteristiche più che positive.

Ci sono casi, però, in cui i padroncini si lasciano influenzare (e preoccupare) troppo dai risultati del test. Basti pensare al caso del Pitbull, uno di quei meravigliosi quattro zampe che in passato è stato pervaso da pregiudizi che (purtroppo) ancora faticano a scomparire del tutto. Il tuo cane è e resterà sempre l’amico a quattro zampe che ti ha fatto innamorare, a prescindere da quali siano le sue origini.

Salute e stile di vita

cani sul prato

Conoscere in modo più approfondito le origini del tuo cane è utile (e tale dovrebbe essere lo scopo del test del DNA) principalmente per una questione di salute. La mappatura genetica ti mostra Fido sotto una luce diversa e di fatto determinare le razze da cui proviene è un valido aiuto per capire meglio quali sono le sue esigenze.

Ciascuna razza canina si distingue dalle altre non solo per un fatto estetico, ma soprattutto perché possiede tratti caratteriali ben precisi, predisposizione a determinate attività, livelli di energia. L’elenco potrebbe continuare, ma intanto pensaci bene: conoscere il mix di razze del tuo Fido può aiutarti a sviluppare una dieta specifica e un piano di cure preventive estremamente accurati.

Tanto per fare un esempio, la mielopatia degenerativa è una condizione debilitante che colpisce la colonna vertebrale del cane e che, dopo tanti anni, porta alla paralisi nei cani anziani. Dato che gli scienziati hanno isolato un marcatore genetico per questa malattia, con il test del DNA puoi scoprire se il cane potrebbe svilupparla nel tempo.

La ricerca è ancora agli inizi e, come abbiamo detto, non possiamo dire che i test del DNA per il cane siano attendibili al cento per cento. Ma continuando su questa strada potrebbero rivelarsi davvero molto importanti e risolvere alla radice problemi a cui altrimenti non saremmo preparati. Tutto deve andare in un’unica direzione: pensare al benessere di Fido, ai suoi bisogni e migliorare la qualità della sua vita. E ben vengano i test genetici se possono aiutarci a raggiungere questo scopo!

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati