Sapete chi è Uggie? Ecco tutta la verità sul cane di The Artist

Uggie era una vera star e ha vinto un Palm Dog, il massimo per gli attori a quattro zampe. Divertente e talentuoso ha conquistato grandi e piccini

Uggie purtroppo è venuto a mancare recentemente, ad agosto del 2012, ma è rimasto nel cuore dei fan per sempre. Attori, registi e spettatori lo rispettavano e ne riconoscevano il valore, non solo professionale.

cane jack russel uggie

Durante i provini per The Artist è riuscito a ottenere la parte, nonostante in lizza ci fossero aspiranti di un certo calibro (come Hummer, Cosmo e Backie).

Chi è Uggie

Nato nel 2002, Uggie in un primo momento è stato addestrato da Omar von Muller, lo stesso che lo ha allevato per farlo diventare una stella del cinema. Poi, si è preso cura di lui Sarah Clifford, che ha continuato il lavoro precedentemente cominciato.

Il suo talento è stato tanto apprezzato da avere una stella con la sua impronta nella celebre Hollywood Boulevard, come il suo collega che ha interpretato Lassie. Ha cominciato da cucciolo: prima in televisione – con la pubblicità – e poi sul grande schermo.

La fama con The Artist

uggie, cane che ha vinto l'oscar

La fama mondiale è arrivata con The Artist di Michel Hazanavicius, il film francese muto dove ha recitato con Jean Dujardin e Bérénice Bejo. La pellicola, premiata con cinque Oscar, ha vinto anche un premio d’eccezione: un riconoscimento per l’esibizione acrobatica del jack russel più tenero del mondo. Uggie poi ha vinto anche il Palm Dog a Cannes nel 2011.

L’anno successivo, nel 2012, poco prima di ritirarsi, si è portato a casa il Golden Collar Award, ricevendo la menzione speciale ai Prix Lumière Awards, i premi francesi equivalenti ai Golden Globes dedicati ai migliori film e programmi per la televisione. Un vero fuoriclasse, insomma.

Una vita di record

cane uggie in scena film

Uggie è stato anche il primo cane-portavoce della Nintendo durante la promozione del videogioco in 3D Nintendogs + Cats; ed è stato lui il testimonial della PETA, che aveva il fine di sensibilizzare sull’adozione in rifugio. A tal proposito, vediamo perché i cani non possono vivere in canile.

Prima di andare in pensione, è apparso in vari camei: fino a quando la sua salute glielo ha concesso. Purtroppo un tumore alla prostata non gli ha lasciato scampo. Il veterinario – in accordo con il suo compagno di avventure di una vita intera, Omar von Muller – ha pensato che l’eutanasia fosse la soluzione migliore per non farlo soffrire più.

Una stella oltre la morte

cane uggie sul red carpet

La più grande fortuna della star di The Artist è stato inizialmente un errore: il suo temperamento nervoso, tipico della sua razza, ha fatto sì che un giorno aggredisse una capra che ‘pascolava’ in giardino. La sua famiglia di quel periodo, incapace di tenere a bada la sua esuberanza, decide di liberarsene: “Era un pazzo, energetico cucciolo e chi lo sa che cosa ne sarebbe stato di lui se fosse finito in canile. Il suo stile, il suo carattere brillante e la sua grande voglia di lavorare erano enormi”, ha ricordato la sua addestratrice, Sarah Clifford.

Come in qualsiasi film con happy ending che si rispetti, Uggie è stato salvato dal suo mentore, Omar von Muller, che lo ha reso famoso; il resto lo conosciamo bene. Poteva vantare parti in Mr. Fix It.; The Campaign e Water for Elephants.

Articoli correlati