Zampe del cane: come pulirle e curarle

Come per noi le scarpe, ci dicono quanto sono sporchi i luoghi dove sono stati. Ecco perché pulire e curare le zampe del cane.

cuscinetti della zampa del cane

Non curare le zampe del cane è dannoso sia per noi umani che lo accompagniamo nelle sue più entusiasmanti avventure, sia per lui che ha solo quel paio di ‘scarpe’, anzi: quelle due. La pulizia e la cura in questo caso quindi sono fondamentali.

Bisogna prestare particolare attenzione a cuscinetti e unghie. Vediamo perché.

Perché è importante pulire le zampe del cane

La pulizia è importante sempre, lo diventa ancora di più nei momenti post passeggiata. Che sia per strada o al parco, le zampe del cane diventano ricettacolo di germi e batteri di ogni tipo. Calpestano qualsiasi cosa: erba, pietre, polvere, residui di cibo e molto altro. Ecco che può tornare utile sapere anche come fare il bagno al cane.

Zampe del cane: come pulirle e curarle

Per impedire che tutto questo varchi la porta della nostra amata e pulitissima (il più delle volte) casa  è bene stabilire un momento preciso dedicato alla pulizia delle zampe del nostro fedele amico. Questa diventerà un’abitudine, quasi un rituale. Una delle parti divertenti e condivise delle tanto desiderate passeggiate all’aria aperta.

Come pulire le zampe del cane

Basta avere a portata di mano un panno umido, magari con l’aggiunta di un po’ di aceto, e strofinare con delicatezza e cura le parti delle zampe del cane che toccano a terra: i cuscinetti per l’appunto.
Dopodiché è sufficiente asciugarle con un panno asciutto per evitare che il nostro amico quadrupede resti bagnato. Tutto qui.

Zampe del cane: come pulirle e curarle

Ecco che torna la parola “cuscinetti”. Sono infatti molto sensibili e vanno controllati con attenzione e periodicamente.
Se tendono a essere secchi e a screpolarsi, l’olio di mandorle fa al caso nostro o, meglio, del cane. Questo è un rimedio che aiuta a tenerli morbidi ed elastici. Un dettaglio fondamentale perché l’animale non soffra durante le uscite, e non solo.
È importante che venga curato anche il pelo: se diventa troppo lungo, allora è bene accorciarlo.

Anche le unghie sono importanti

Che Fido abbia la manicure sempre fatta, o quasi, è importante. A differenza dell’uomo non si tratta tanto di un fatto estetico, ma di salute. Vanno tagliate con regolarità per evitare che un’eccessiva crescita possa portare a rotture dolorose o a ferite dei cuscinetti: la forma a uncino, tipica delle unghie lunghe, può infatti provocarne la lacerazione.

I cani sarebbero portati a una gestione autonoma delle zampe, non sono abituati a intromissioni da parte di terzi. Perché questo diventi un rito, un’abitudine non traumatici è bene fare in modo che si abituino fin da cuccioli a questa pratica.

Zampe del cane: come pulirle e curarle

L’attività fisica, le lunghe passeggiate al parco o in città servono proprio per mantenere sotto controllo la limatura delle unghie. Questa però non è sufficiente: è necessario il nostro intervento (se istruiti a dovere) o quello di un esperto.

Nel taglio delle unghie del cane bisogna essere rapidi e precisi, per evitare che si spazientisca e subisca delle lesioni. Meglio, a tal proposito, usare il tagliaunghie al posto delle forbicine.

Zampe del cane: come pulirle e curarle

Il momento più importante è quando si stabilisce il punto in cui tagliare: è consigliato tenersi abbastanza lontani dalla parte in cui unghie e pelle si saldano insieme. Un taglio azzardato e poco preciso può provocare dolore, sanguinamento e successive infezioni.