Amstaff, curiosità e particolarità di questo cane: aneddoti e cose da sapere

amstaff sguardo fiero ed elegante

Amstaff, curiosità: cosa dobbiamo sapere per conoscere meglio questo esemplare? Quali sono le informazioni necessarie per scoprire come gestirlo al meglio? Ecco qualche consiglio.

Amstaff, curiosità: informazioni primarie sulla razza

Amstaff, curiosità e particolarità di questo cane: aneddoti e cose da sapere

Esemplare di Amstaff, fonte: Instagram, amstaff_cleo

Quando si decide di prendere un cane in casa, è importante tenere in considerazione alcuni dettagli sul suo conto. Ad esempio, qual è il carattere di un esemplare di Amstaff? Come si gestisce un cagnolone di questo genere?

Chi non la conosce bene, crede che tale razza non sia facilmente gestibile perché associa l’Amstaff al suo lontano parente o antenato, il Pitbull.

In realtà, ci sono moltissime differenze fra i due esemplari, che li rendono speciali ognuno a modo suo. Vediamo il temperamento specifico di un Amstaff.

Le caratteristiche più peculiari di questo cane sono: orgoglio, fierezza, socievolezza e intelligenza. Più nel dettaglio, possiamo affrontare questi temi così:

  • è un cane dall’animo forte e dallo spirito combattivo, sempre pronto ad affrontare le situazioni più difficoltose con coraggio e determinazione. È infatti ottimo come cane da guardia: il suo spiccato senso del dovere e di protezione lo rende un inseparabile amico dell’uomo
  • la sicurezza di sé e la fierezza del suo portamento permettono che abbia tutte le carte in regola per imporre il suo carattere dominante nel branco. Non è spaventato da nulla, anzi è sempre il primo della lista ad affrontare ogni momento di difficoltà. Se però vogliamo avere un rapporto tranquillo e rispettoso con lui, è importante dargli una giusta educazione al fine di fargli capire che le gerarchie all’interno della casa devono necessariamente esistere. Polso e autorità possono aiutarci a placare gli istinti troppo esuberanti di tale razza
  • la socializzazione con l’uomo o con altri animali è tranquilla, purché avvenga con calma e pazienza. Ha bisogno di prendere confidenza e di capire che chi è di fronte a lui non rappresenta alcun tipo di minaccia. Una volta capito questo, si porrà in modo assai disponibile anche nei confronti dell’addestramento. Quello che conta è cominciare la sua educazione fin da quando è piccolissimo
  • è perspicace e intelligente a tal punto da rendersi conto a prima vista di chi ha di fronte. Quando si rende conto che persone o animali a lui vicini sono ben disposti a diventare suoi amici senza alcun tipo di pericolo o minaccia, si mette subito in gioco! Diventa un cane affettuoso e giocherellone, sempre pronto al dialogo e alla protezione di tutti.

Dettagli sulla corporatura

Amstaff, curiosità e particolarità di questo cane: aneddoti e cose da sapere

Esemplare di Amstaff dallo sguardo dolce, fonte: Instagram, sammy_amstaff

L’Amstaff, anche detto American Staffordshire Terrier, è un cane di taglia medio-grande, con un’aspettativa di vita assai longeva, che si aggira intorno ai 10-15 anni.

La muscolatura di tale cane è molto tonica, piazzata e resistente. Tutta questa forza gli permette non solo di sorreggere un peso che varia fra i 25 e i 35 kg, ma anche di imporre la sua posizione dominante all’interno di un branco.

Grazie alla sua stazza, l’Amstaff è un ottimo cane da guardia e da protezione, ma allo stesso tempo anche da compagnia. È sveglio abbastanza da riuscire a capire che alcune persone vanno trattate con più delicatezza di altre, e viceversa.

Il suo pelo è tenuto molto corto e ha una lunghezza fissa per tutto il corpo. Lucentezza e brillantezza sono le caratteristiche che lo contraddistinguono. I colori tipici vanno falla tinta unita bianca con qualche sfumatura più scura, fino al nero, al rossiccio, al marroncino: moltissime varianti sono approvate dallo stesso standard.

Prendersi cura di un Amstaff: cosa significa?

Amstaff, curiosità e particolarità di questo cane: aneddoti e cose da sapere

Esemplare simpatico di Amstaff, fonte: Instagram, xx.jager

Amstaff, curiosità? Vediamo ora qualche informazione sulla cura di questo splendido esemplare.

La salute di questo splendido esemplare è abbastanza di ferro. Il cane di tale razza è longevo e molto resistente a qualunque tipo di ambiente e di situazione.

È soggetto, come moltissimi altri cani, alla displasia dell’anca, problema che si può riscontrare fin da molto piccolo e al quale si può cominciare a provvedere già dalla tenera età.

Un’altra particolare patologia alla quale sembra soggetto è la cardiopatia. Un controllo preventivo da cucciolo dal veterinario è quello che ci vuole per riuscire a gestire al meglio il suo stato di salute.

Per quanto riguarda l’alimentazione, essendo un cane di stazza grande è bene considerare il fatto che ha un grande bisogno di mangiare cibi sani e di avere una dieta equilibrata. Fra 500 e 600 grammi di alimenti quotidiani possono aiutare il suo sostentamento.

Ricordiamoci sempre, però, di fargli smaltire tutto questo cibo in modo costante e giornaliero. Soltanto così il nostro amico a 4 zampe potrà evitare sia di ingrassare, sia di reprimere tutte le energie che invece devono essere necessariamente sfogate.

Non è proprio definibile come il classico cane da appartamento per un motivo molto semplice. Necessita di tanto movimento quotidiano, quindi se avessimo un bel giardino dove lasciarlo libero di scorrazzare sarebbe una soluzione più che consona.