Bloccato sotto il sole cocente, infestato dalle zecche e senz’acqua: per fortuna l’incubo di questo cane è finito

È finalmente finito l’incubo di questo dolcissimo cagnolino, bloccato da tempo sotto il sole cocente e infestato da migliaia di zecche

Bloccato sotto il sole cocente insieme ad altre tre cuccioli è la vita che questo dolcissimo cagnolino ha vissuto prima di essere miracolosamente salvato. La storia che vogliamo raccontarvi oggi fatta di abbandoni, di maltrattamenti e di dolore vede protagonista un dolcissimo pelosetto dal cuore grande.

Ci troviamo nella città di Tabaida, precisamente a Tenerife in Spagna. In un giorno di forte caldo, dove il sole picchiava forte, alcuni agenti della Guardia Civile hanno fatto un ritrovamento che fin da subito gli ha spezzato il cuore.

Bloccato sotto il sole cocente in gabbia

In una grotta, vicino ad un burrone infatti, sono stati ritrovati ben cinque cuccioli rinchiusi in gabbia senza acqua né cibo. Una scena piena di dolore, a cui gli agenti hanno deciso di intervenire subito per salvare i cuccioli fortemente in pericolo.

LEGGI ANCHE: L’adorabile cucciolo usa il suo musetto per raccogliere le mazze di baseball del campo

I cagnolini si trovavano in uno stato di malessere gravissimo. Una volta rotta la recinsione che li teneva intrappolati, gli agenti hanno preso in braccio i pelosetti scoprendo quanto fossero pelle ed ossa, deboli ma soprattutto con le orecchie piene di zecche.

L’infezione purtroppo si era sviluppata all’interno delle loro orecchie ed ha richiesto fin da subito l’intervento urgente di un veterinario. Dopo il salvataggio del cagnolino bloccato sotto il sole cocente insieme ai suoi amici, per lui si sono aperte le porte del Rifugio Comarcal Valle Colino dove ha trovato volontarie pronte a prendersi cura di lui.

Bloccato sotto il sole cocente con le zecche

LEGGI ANCHE: Veri eroi: i vigili del fuoco hanno salvato un cucciolo di cane avventuroso che era rimasto intrappolato

Il portavoce della struttura ha spiegato: “È necessario che il cittadino denunci ogni tipo di maltrattamento sugli animali, non è un’usanza, ma si crea una cultura, essendo contro ogni tipo di maltrattamento di animali, perché sono esseri che soffrono e sentono”.

Stando alle informazioni trapelate dagli agenti, il padrone dei cani è un cacciatore della zona, ora denunciato e già identificato da parte delle autorità competente.

LEGGI ANCHE: Il cane con il cuore spezzato dà l’ultimo commovente addio al suo amato migliore amico

“Le norme per il trattamento dignitoso degli animali stabiliscono sanzioni per le persone che trascurano o maltrattano i propri animali domestici. Bisogna assicurarsi che abbiano spazio a sufficienza, cibo adeguato o idratazione per tutto il tempo necessario” ha terminato il portavoce in merito ai cagnolini.

Quest’ultimi ora si trovano all’interno del rifugio dove stanno pian piano riprendendo il loro peso, circondati dall’amore delle volontarie e dei loro simili.

LEGGI ANCHE: La ragazza dà da mangiare a un randagio, ma non pensava di vederlo tornare con tutti i suoi amici

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati