Cagnolina in travaglio: cosa sapere

Con la cagnolina incinta bisogna conoscere le cose utili per la buona riuscita del parto; ecco quindi come aiutare la cagnolina in travaglio

Se avete deciso di fare accoppiare la vostra cagnolina e finalmente è arrivato il momento del parto è importante che sappiate aiutare la cagnolina in travaglio. Ecco quindi i consigli da seguire per accogliere alla vita i nuovi cuccioli e per fare in modo che la madre possa stare bene ed essere serena in una delle esperienze più incredibili della sua vita.

mamma e figli

Quando entra in travaglio

Munitevi di un termometro; quando la cagnolina entra in travaglio la temperatura corporea si alza; tutta la fase precedente al parto comincia circa 24 ore prima la nascita dei cuccioli. In questa fase la cagnolina si leccherà la vulva e avrà dei crampi addominali.

parto della cagnolina

Poco prima il momento del parto è possibile notare una sacca grigio chiara, proveniente dalla vulva; quello è un “sacco d’acqua” che indica l’arrivo dei cuccioli. Se entro un’ora dalla formazione di questa sacca, la cagnolina non avesse ancora partorito, è consigliabile chiamare il vostro veterinario e richiedere indicazioni.

Cucciolo in arrivo!

Una volta che il cucciolo ha superato il canale pelvico, significa che è nato. Il numero dei cuccioli lo saprete prima del parto, quindi prestate particolare attenzione se li partorisce tutti. I cuccioli usciranno uno ad uno all’interno di una specie di sacca che la mamma proverà a rompere con l’uso dei denti; nel caso in cui però la cagnolina non dovesse riuscirci, spetterà a voi rompere la sacca, affinché il cane respiri.

cagnolina incinta

Il cucciolo all’interno della sacca ha un’autonomia polmonare di soli 5 minuti; se entro quindi qualche secondo la cagnolina non dovesse riuscire a rompere la sacca, fatelo voi! Inoltre potrete eliminare anche la placenta e poi penserà a tutto la madre. Cercate inoltre di eliminare tutto il materiale in eccesso; le cagnoline solitamente lo mangiano dopo il parto, ma questo può creare infezione all’apparato gastrointestinale. Ripetete lo stesso procedimento, se necessario, anche con gli altri cuccioli.

Complicazioni

È possibile purtroppo che la vostra cagnolina abbia dei problemi durante il parto; se la cagnolina si fosse preparata al parto, ma ancora non ha partorito alcun cucciolo, è probabile che il veterinario dovrà intervenire facendo un parto cesareo.

In caso contrario potrebbero rischiare di morire sia i cuccioli che la madre. Inoltre se la cagnolina non dovesse partorire al sessantacinquesimo giorno dalla data di concepimento, è evidente che abbia un problema di addome teso e anche in questo caso è necessario chiedere immediatamente l’aiuto del veterinario. È raro però che la cagnolina in travaglio possa avere delle complicazioni della gravidanza, ma non è impossibile.

cuccioli nati

In definitiva se la vostra cagnolina dovesse essere incinta parlate con il vostro veterinario che in base alla razza, all’età e ad altri fattori clinici vi consiglierà al meglio su tutto ciò che c’è da fare durante il parto della vostra cagnolina. Infine se avete bisogno di sapere i periodi più fecondi per la vostra cagnolina o come fare accoppiare due cani è sempre importante chiedere il parere dell’esperto che vi aggiornerà su tutto ciò che occorre sapere sulla gravidanza e sul parto della cagnolina.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati