Cane che non vuole fare il bagno: come scendere a patti

Se anche voi avete un cane che non vuole fare il bagno, ecco alcuni consigli da utilizzare per riuscire a lavare il vostro peloso

cane bagnato

Non tutti i cani amano l’acqua o qualcuno che li lavi; se il vostro è un cane che non vuole fare il bagno, ecco alcuni consigli che potrebbero fare al caso vostro.

La pulizia e l’igiene sono importanti e possono prevenire una serie di fastidi o malattie, legate alla scarsa igiene. Ecco cosa fare per avere il cane pulito e per non avere eccessive preoccupazioni, ogni volta che risulta necessario lavare il cane.

Cane che non vuole fare il bagno: come scendere a patti

Parlate con un comportamentista

Il comportamentista può essere davvero di grande aiuto, se il vostro è un cane che non vuole fare il bagno; questa figura professionale può essere chiamata anche prima che la situazione possa peggiorare e precipitare.

Cane che non vuole fare il bagno: come scendere a patti

Queste figure sono un rinforzo positivo sia per voi, che per il vostro peloso. Sono importanti figure professionali, che aiutano durante le fasi di addestramento, soprattutto se il cane in questione ha un carattere particolarmente difficile.

E per la toelettatura?

Lavare un cane che non vuole fare il bagno non è semplice; per questo è consigliabile che andiate in toelettatura, insieme ad un membro della famiglia o con qualcuno di cui il cane si fida. In questo modo, potete riuscire ad aiutare il toelettatore, durante il lavaggio del cane ed eviterete che il toelettatore o il cane possano ferirsi, soprattutto se il cane non riesce a rimanere fermo durante il lavaggio.

Cane che non vuole fare il bagno: come scendere a patti

Per evitare di dover portare spesso il cane in toelettatura, è importante che impariate a pulire il cane attraverso una pulizia più approfondita dei diversi punti del corpo, ma con meno bagni completi.

Al posto della toelettatura

Se avete quindi un cane che non vuole fare il bagno, esistono dei prodotti per la pulizia, che non comportano necessariamente l’ingresso ad una vasca piena d’acqua. Potete utilizzare uno scrubber portatile, che consente di usare poca acqua e poco shampoo. In questo modo potrete lavare Fido anche in giardino, risciacquandolo con il tubo dell’acqua.

Esistono altri strumenti in grado di dare una pulita al vostro cane, senza doverlo per forza stressare con un bagno completo. Questi includono:

  • Un guanto con setole per togliere il pelo in eccesso e per eliminare i nodi
  • Deodoranti spray che idratano ed odorano la pelle del cane, rendendo difficile il passaggio e l’annidamento dei batteri
  • Shampoo a secco, quindi senza acqua. Questi sono facili da usare e richiedono solo qualche minuto
  • Salviette per il corpo per cagnolini; queste sono umidificate, possono essere utilizzate tranquillamente e sono facili da portare e da usare. Potete utilizzarle per rimuovere un’eventuale sporcizia dal pelo del cane ed evitare che questo possa incrostarsi sul pelo

Cane che non vuole fare il bagno: come scendere a patti

In definitiva, ecco cosa fare se il vostro è un cane che non vuole fare il bagno; il bagno anche dal toelettatore può essere uno stress molto grande per il peloso. Spetta a voi riuscire a togliere ogni paura del vostro cane, legata all’acqua o al bagno in generale ed esistono una serie di escamotage, che potete utilizzare per fare in modo che Fido possa essere sempre pulito. Riuscire ad eliminare lo stress del cane durante il bagno, renderà il tutto decisamente molto più semplice, sia per Fido che per voi.

Per qualsiasi altra informazione, rivolgetevi al vostro veterinario o ad un comportamentista, che potranno darvi una serie di consigli da seguire e potranno aiutarvi nella gestione di questo problema.