Cane con l’ematuria: come comportarsi e cosa fare

Cos’è e come trattare il cane con l’ematuria; la salute del peloso è di estrema importanza e spetta a voi aiutarlo quando sta male

Prendere un cane richiede un enorme senso di responsabilità, soprattutto quando questi si ammala; riconoscere i segni di un cane con l’ematuria è fondamentale per poterlo aiutare.

Mantenere in salute il peloso permetterà, sia a lui che a voi, di godere della rispettiva compagnia e di godere insieme di momenti indimenticabili.

cane che sta male

Cos’è l’ematuria

Un cane con l’ematuria è un cane che è affetto da sangue nelle urine; per cercare di trattare correttamente questo problema, il veterinario può procedere in tre direzioni, ovvero con:

  • L’uso di farmaci, quali antibiotici o acidificanti urinari, a seconda dalla causa scatenante
  • L’intervento chirurgico, come la rimozione di eventuali calcoli renali
  • Dieta apposita, soprattutto se il cane è affetto da calcoli renali

cane che sta maleIl veterinario per determinare la causa del disturbo, inizierà visitando approfonditamente il peloso ed eseguirà dei test specifici, come la conta delle cellule del sangue, la coltura urinaria, le analisi delle urine, i raggi X ed un emocromo completo.

Possibili cause

Tra le cause scatenanti di un cane con l’ematuria è possibile riscontrare:

  • Infezione del tratto urinario, che può essere trattata con l’ausilio di antibiotici e di una dieta speciale, soprattutto se sono presenti anche dei calcoli
  • Pietre vescicali che possono essere rimosse attraverso una dieta equilibrata e farmaci; alcuni calcoli però necessitano di un intervento chirurgico
  • Cancro del tratto urinario; in questo caso saranno necessari l’intervento chirurgico, la chemioterapia, la radioterapia o un’eventuale terapia alternativa
  • Trauma fisico che può comportare sanguinamento al tratto urinario. Sarà necessario, in questo caso, che il cane stia in assoluto riposo e che vengano eseguite eventuali terapie di supporto o eventuali interventi chirurgici
  • Ipertrofia prostatica soprattutto nei cani maschi non sterilizzati. La sterilizzazione solitamente risulta bastevole per risolvere tale problema

cane grossoOvviamente ogni causa richiede un trattamento specifico, che può essere ridotto o ampliato, in base alla gravità della causa. Sarà quindi il veterinario a decidere come procedere, solo dopo aver effettuato tutti i test necessari.

Come comportarsi a casa

Avere un cane con l’ematuria richiede particolare attenzione; i cani con questo problema devono essere costantemente monitorati e controllati. È necessario che prestiate particolare attenzione alla loro dieta e, che vi assicuriate, che il vostro peloso mangi e beva correttamente. È altamente probabile che il supporto farmacologico duri qualche giorno. Rispettare inoltre tutti i consigli e le direttive del veterinario permetterà al peloso di stare meglio e al problema di risolversi in tempi particolarmente brevi. Come già detto, particolare attenzione deve essere messa nella dieta per il cane, fondamentale, insieme all’acqua,per fare regredire questo particolare fastidio.

In definitiva ecco cosa fare e come comportarsi con un cane con l’ematuria. Eventuali effetti collaterali dei farmaci devono essere comunicati al vostro veterinario, che dopo un controllo, ridimensionerà i farmaci o stabilirà una cura alternativa.

cane che guarda

Per qualsiasi altra informazione in merito a questo problema, è necessario che vi affidiate al vostro veterinario; questi infatti potrà stabilire con certezza la causa e il trattamento da attuare, solo dopo aver effettuato dei test approfonditi. È importante però che non perdiate tempo e se doveste notare del sangue nell’urina è fondamentale che corriate dal veterinario per comprendere se la causa è da attribuire ad una malattia grave o facilmente curabile.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati