Cosa fare se il cane ha mangiato le cipolle?

Cosa succede se il cane ha mangiato le cipolle? Scopriamo cosa può succedere in questi casi.

Sappiamo bene quanto ai cani piaccia in modo particolare mangiare e soprattutto sperimentare dei cibi e, dunque, dei gusti sempre nuovi e succulenti. Tuttavia, dobbiamo fare attenzione a tenere a bada le sue papille gustative: ci sono degli alimenti che possono danneggiare lo stato di benessere di Fido?

Ovviamente, non tutti i cibi sono adatti all’alimentazione dei nostri piccoli amici a 4 zampe: ci sono alcuni che fanno davvero male al loro organismo. Dunque, dobbiamo essere bravi a scegliere con cognizione tutto quello che serve per non creare eventuali problemi di salute.

Insomma, quali sono questi alimenti vietati? Ad esempio, cosa succede se il cane ha mangiato le cipolle? Cerchiamo di scoprire nello specifico qualche informazione a riguardo, per capire come aiutare Fido a stare bene ed essere sempre sereno e rilassato.

Cane e alimentazione sbagliata

cane si diverte con la zucca

Cosa sono le cipolle? Fanno male al nostro amico a 4 zampe oppure no? Fido può mangiarle senza problemi, come condimento, oppure è meglio evitare? Cerchiamo di analizzare nello specifico questa tipologia di alimento. Partiamo dal vedere cos’è.

La cipolla è un ortaggio che fa parte della categoria “a radice”. È un bulbo che ha una specifica caratteristica: non cresce molto in profondità della terra. Come sappiamo, la cipolla può essere di vario tipo: a bulbo giallo, rosso o bianco. Solitamente, nella nostra alimentazione la utilizziamo come condimento per fare dei bei soffritti o per dare sapore a determinate pietanze.

Si serve sia cotta che cruda, a volte anche fritta: in base ai gusti e alla pietanza nello specifico, ci si adatta. Ora veniamo ai nostri piccoli amici a 4 zampe: loro possono mangiare la cipolla? Fa male o no? Sfatiamo questo mito una volta per tutte! La risposta alla domanda è abbastanza chiara: i cani NON devono mangiare la cipolla!

Questo alimento per loro è davvero deleterio. Vediamo il perché. La cipolla, secondo alcuni studi, sembra essere davvero tossica per i nostri piccoli amici a 4 zampe, poiché contiene una sorta di tossina che va ad incidere negativamente sulla produzione dei globuli rossi.

Tale sostanza si chiama n-propil disolfuro: è un ossidante il cui effetto nocivo è davvero sconveniente e sicuramente poco adatto all’organismo di Fido. Noi, ovviamente, da buoni padroncini quali siamo, teniamo in modo particolare ai nostri cuccioli, dunque ci dobbiamo preoccupare moltissimo di aiutarli a stare bene in ogni momento della vita.

Qualunque veterinario, infatti, sicuramente sconsiglia di offrire un piatto a base di cipolle ai nostri cagnolini! Tuttavia, dobbiamo fare una premessa: è vero che la cipolla è tossica, ma è altrettanto vero che essa, se assunta per sbaglio in piccola quantità, non è mortale. O meglio: sicuramente, non è nociva quanto, ad esempio, lo è l’uva! Essa è tassativamente vietata per i cani!

La tossicità o meno della cipolla, dunque, dipende da tantissimi fattori: prima di tutto, dalla quantità che viene assunta dall’esemplare; poi, anche dalla stazza di Fido e dal suo stile di vita, eventualmente anche da potenziali allergie o intolleranze.

Di base, sicuramente non è un alimento consigliato nella sua dieta, anzi! Tuttavia, qualora dovesse succedere che il cane ne mangi un po’, potremmo valutare di gestire la situazione in modo abbastanza tranquillo, senza grosse o gravi conseguenze.

Pericoli della cipolla

cagnolino steso sull'erba

Cosa succede se il cane ha mangiato le cipolle? Come abbiamo sottolineato, tutto dipende dalla quantità e da altre caratteristiche tipiche del singolo individuo. Quali sono i pericoli specifici in cui si può incorrere? Il problema sta nelle tossine contenute nella cipolla.

Queste, infatti, quando arrivano ad accumularsi nell’organismo di Fido, possono creare dei danni a vari apparati o organi, poiché il suo corpo non è ben predisposto nei confronti di tale alimento. Sembra che la conseguenza “peggiore” dell’assunzione costante di cipolle sia quella che alcuni studiosi hanno definito “anemia emolitica”.

In cosa consiste? Essa non fa altro che innescare il processo di cui accennavamo sopra: i globuli rossi iniziano a distruggersi e ad avere problemi di rigenerazione. Dunque, questo problema abbastanza importante deve essere preso in tempo e curato a dovere sul nascere, perché altrimenti creerebbe un malfunzionamento dell’intero organismo. A lungo andare, ovviamente, non porterebbe a niente di buono.

Abbiamo detto che l’assunzione di cipolla non è mortale: vero, ma questa idea vale solo se la quantità è davvero ridotta e assunta per sbaglio. Se si dovesse proporre frequentemente la cipolla a Fido e essa dovesse essere parte integrante della sua alimentazione, non dovremmo stupirci nel vedere gli effetti collaterali.

Il rischio più grande in cui si può incorrere a seguito di un consumo fin troppo eccessivo è un avvelenamento e un’intossicazione che, in breve tempo, possono essere anche fatali. Dunque, facciamo assoluta attenzione a non lasciare cipolla in giro per la casa, tanto meno a inserirla nell’alimentazione standard di Fido.

Cosa fare in casi estremi

cane si diverte con osso

Se il cane ha mangiato la cipolla, dobbiamo preoccuparci? Sì, ma solo se in grande quantità. Tuttavia, cerchiamo di capire anche un altro aspetto: tutti i tipi di cipolle sono tossici? Tutte le modalità di cottura possono portare uno scompenso all’organismo del nostro amico a 4 zampe? Ebbene sì.

Che esse siano cotte, crude o fritte, poco importa: quello che conta è il fatto che Fido non deve assumerle! L’incidenza di tale pietanza sui globuli rossi non è di certo bloccata dalla cottura, tanto meno dalla frittura. È sempre consigliato, allora, evitare di proporgliela, così risolviamo il problema a monte.

Cosa fare nello specifico se il cane ha mangiato la cipolla, che sia per sbaglio o per nostra incoscienza e inconsapevolezza? Come abbiamo già detto più volte, se Fido mangiasse una piccola quantità di cipolla, non succederebbe nulla di troppo grave. Dunque, se dovesse cadere un pezzettino a terra o se il cane dovesse assaggiarne per sbaglio uno spuntino, non dovremmo preoccuparci troppo.

Se dovessimo sospettare che Fido sia particolarmente incline a mangiare la cipolla, perché gli piace e non riesce a farne a meno, e dunque dovessimo credere che lui ne abbia assunta una grande quantità, muoviamoci immediatamente.

Contattiamo all’istante il veterinario. Quali sono i sintomi da intossicazione? L’anemia causata dall’abbassamento dei globuli rossi può portare una sintomatologia molto varia: inappetenza costante, letargia generale, gengive molto pallide, debolezza frequente e svogliatezza, apatia; a volte, il tutto può anche essere associato a diarrea, vomito, aumento del battito e problemi respiratori.

L’unica cosa da fare se il cane ha mangiato la cipolla in grandi quantità è contattare il veterinario e esporre la situazione nel dettaglio. Sarà lui a darci la migliore soluzione che si adatti precisamente alla situazione del nostro piccolo amico in difficoltà..

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati