Cani e piccoli animali: come farli convivere senza problemi

Cani e piccoli animali: è possibile rendere la loro convivenza pacifica? Ecco tutti i consigli ben precisi per far sì che sia tale.

Cani e piccoli animali: è possibile rendere la loro convivenza pacifica? Certo che sì. Il tutto sta nel modo in cui il padrone permette loro di gestire lo spazio e soprattutto anche i loro accessori. Dipende ovviamente anche dal tipo di animale che convive con il cane.

Se si tratta di serpenti oppure animali che tendono a stare tutto il giorno in una teca, non vi saranno problemi. Se invece si tratta di volatili che a volte vengono lasciati liberi in casa, meglio osservare bene il comportamento del cane e poi valutare se è il caso di separare bene gli spazi oppure no.

Come fare

Cani e piccoli animali: la convivenza tra loro può essere pacifica oppure no? Sì, anche se si devono seguire dei consigli ben precisi per far sì che sia tale. Prima di tutto, si deve parlare del tipo di animali che convivono con il cane.

Cani e piccoli animali

Con “piccoli animali” si può intendere cane e pappagallo oppure anche cane e criceto, o anche cane e qualsiasi tipo di volatile, o ancora cane e porcellino d’India. Di solito rientrano in questo discorso anche i rapporti tra cane e gatto, però per “piccoli animali” di solito si indicano volatili o anche criceti.

Il cane di solito non è aggressivo con le altre specie, anzi è il gatto che a volte potrebbe esserlo. In generale, il cane accetta altri animali in casa, a meno che questi non si rivelino particolarmente fastidiosi per lui oppure non vadano ad intaccare il suo territorio.

Consigli

In generale, si può affermare che come prima cosa l’ideale sarebbe abituare il cane alla presenza dell’altro animale. Questo significa farglielo vedere, magari le prime volte meglio dalla gabbia. Se infatti si tratta di un volatile e lo si libera subito, senza sapere la reazione del cane, si potrebbe rischiare qualche danno per il primo.

Cani e

Dopo che il cane avrà capito che ben presto in casa avrà un nuovo inquilino, abituarlo alla sua presenza. Solo ed esclusivamente se il cane, dopo giorni, non dovesse proprio sopportare la presenza dell’altro animale, magari perché canta o perché fa un verso particolare, allora meglio separare gli spazi.

Altre accortezze

Separare gli spazi significa cercare di limitare la zona confort del cane solo per lui. Con questa espressione si indica una zona in cui è presente la cuccia del cane, il suo lettino, i suoi giochi. Insomma, quella sarà la zona dove si potrà sentire al sicuro e che soprattutto avrà in pieno potere.

cane e papera

Stessa cosa deve esserci per l’altro animale, qualsiasi esso sia. Se poi per questo c’è pericolo, perché magari il cane si mostra particolarmente aggressivo nei suoi confronti, allora meglio cercare di proteggerlo e di lasciarlo in gabbia, soprattutto se il cane è presente nella stessa stanza.

Articoli correlati