Home Razze di cani Alaskan Klee Kai

Alaskan Klee Kai

Alaskan Klee Kai
cane Alaskan Klee Kai

Esemplare di Alaskan Klee Kai

Dati generali
Etimologia “Klee kai” significa piccolo cane in inuit
Genitori Alaskan Husky x Siberian Husky
Presente in natura No
Longevità 12-16 anni
Impieghi Cane da compagnia, cane da guardia
Taglia Medio-piccola

L’Alaskan Klee Kai è un cane particolare: la razza infatti è la versione in miniatura del Siberian Husky. Ha origini statunitensi ed è una razza relativamente giovane: risale infatti agli anni Settanta.

L’Alaskan Klee Kai è simile all’Husky, ma mostra anche delle differenze fondamentali, specie in termini di temperamento. È una razza più affettuosa, ma sicuramente non meno energica.

Scheda informativa dell’Alaskan Klee Kai
Anallergico No
Per bambini Sì, con la dovuta attenzione, soprattutto se si tratta di bambini molto piccoli potrebbe perdere la pazienza
Per anziani No, per il bisogno di esercizio ed il carattere forte
Con altri cani Necessaria una socializzazione sin da piccolo per far si che conviva serenamente con i simili
Con gatti Tenderà a cacciarli se non viene abituato alla loro presenza da cucciolo
Rumoroso Moderatamente
Sport Esercizi fisici e passeggiate frequenti, agility e giochi d’intelligenza

ORIGINI STORICHE DELLA RAZZA

Il nome dell’Alaskan Klee Kai [si pronuncia klii-ki] significa “piccolo cane” in dialetto inuit. La razza fu sviluppata nei primi anni Settanta da Linda Spurlin a Wasilla, in Alaska. La donna aveva avuto a che fare con un husky sotto la media e se ne innamorò.

Questo innamoramento la portò a credere che un Husky in miniatura sarebbe stato il compagno ideale per qualsiasi persona: così, la Spurlin ha iniziato a allevare Alaskan Husky e Siberian Husky, per ottenere esemplari ciò che voleva.

Pare che abbia incrociato le razze anche con razze di taglie molto più piccole. Circa dieci anni dopo aver mostrato al mondo la razza che aveva creato, la Spurlin si ritirò e non ne allevò più. Alcuni allevatori hanno però continuato il suo lavoro.

Nel 1997, lo United Kennel Club ha riconosciuto l’Alaskan Klee Kai. Nonostante ciò è una razza rara: al mondo ne esistono circa 1000 esemplari.

PREZZO

Essendo un cane molto raro, l’Alaskan Klee Kai ha un costo davvero alto: si va dai 1800 ai 2500 euro per un cucciolo.

CARATTERE

Vispo e dolcissimo, l’Alaskan Klee Kai ha un carattere generalmente mite. Tuttavia non va sottovalutato: esattamente come il Siberian Husky è un vulcano di energia che tende a correre, saltare e ad avere materialmente bisogno di valvole di sfogo.

Tende ad essere particolarmente fedele e devoto nei confronti del padrone, cui si lega in maniera quasi indissolubile: cerca il più possibile di seguirlo o almeno di tenerlo sotto controllo da lontano, assicurandosi che sia tutto a posto.

È invece diffidente nei confronti degli estranei, cosa che da una parte lo rende un perfetto cane da guardia, dall’altro richiede una socializzazione precoce necessaria per evitare scatti d’ira o aggressività.

La socializzazione va applicata anche agli altri animali: l’Alaskan Klee Kai, infatti, ama stare al centro dell’attenzione e non è particolarmente indulgente con chi gli ruba la scena. Non tollera particolarmente gli altri cani né tanto meno i gatti.

Se si intende farlo coesistere con altre specie è bene introdurlo con calma e moderazione all’altro animale. Si tratta di una razza molto territoriale che non è neanche troppo adatta ai bambini piccoli. Si consiglia il suo inserimento in famiglie con bimbi dai 7 anni in su.

Per evitare gli stati ansiosi dell’Alaskan Klee Kai è necessario fare almeno una volta al giorno una lunghissima camminata e una sessione di gioco. Una volta stanco, il cane sarà ben felice di passare il resto della giornata sul divano.

Occhio alle passeggiate: per merito dei geni dell’Alaskan e del Siberian Husky, il Klee Kai è un vero cacciatore e tende a inseguire le piccole prede, dai piccioni ai topi, passando per scoiattoli e gatti randagi.

Bisogna anche stare attenti al loro bisogno di coccole: pur essendo piuttosto silenziosi e poco inclini alle lamentele, questi cani possono abbaiare e gemere per il dispiacere se trascurati o lasciati soli per molto tempo.

ADDESTRAMENTO

L’Alaskan Klee Kai è un cane contraddittorio: è splendidamente adatto all’addestramento, ma deve prima convincersi che la cosa gli piaccia. Con la giusta dose di fermezza e volontà mostrerà tutta la sua velocità nell’apprendere i comandi di base.

La sua intelligenza lo può “scalare” la vetta fino a imparare qualsiasi comando con poco sforzo e molto divertimento. Gli esemplari di questa razza sono poi desiderosi di compiacere e altamente motivati ​​dal cibo.

Sono inoltre bravissimi nell’agility, che per altro può aiutare a sfogare parte della loro grande energia durante il giorno.

CARATTERISTICHE FISICHE

L’Alaskan Klee Kai è un cane piccolo, intelligente ed energico. Ha un’aspettativa di vita che vai dai 12 ai 16 anni.

Zampe

Le zampe sono dritte, parallele e ben distanziate. Presentano ossa da moderate a fini, in proporzione alle dimensioni del cane. I metacarpi sono flessibili e forti, corti e leggermente inclinati.

I gomiti non sono né vicini al corpo né fuori ma sono posizionati su un piano parallelo al corpo. I piedi sono di dimensioni proporzionali all’osso, di forma ovale e ben articolati.

Corpo

Il corpo è massiccio, con il garrese leggermente più alto della groppa. Il collo è di media lunghezza, arcuato e ben eretto.

Le costole sono ben sporgenti e la schiena è forte e curva verso il basso e verso l’interno: sembra quasi a forma di cuore. L’andatura è fluida e agile, come quella dei suoi antenati artici.

Peso e altezza

L’Alaskan Klee Kai deve rimanere un cane di piccola, al massimo di media taglia. L’altezza viene misurata dal garrese al suolo. Ci sono tre varietà:

  • Toy, fino a 35 centimetri d’altezza;
  • Miniature, fino a 40 centimetri d’altezza;
  • Standard, fino a 45 centimetri d’altezza.

Il peso dovrebbe essere proporzionato all’altezza e alla struttura ossea, senza apparire né troppo pesante né troppo sottile. Il massimo, in linea generale, è di 10 kg.

Testa

La testa è proporzionata alle dimensioni del corpo. Il cranio è leggermente arrotondato e un po’ largo, si assottiglia gradualmente dal punto più largo agli occhi.

Questi ultimi sono di medie dimensioni e possono essere di qualsiasi colore o combinazione di colori. Gli occhi a mandorla sono i più comuni, seguiti  da ovali e rotondi. La mascella inferiore è forte, ma non sporgente.

I l naso è nero per i cani i cui colori del mantello sono sfumature di nero o grigio. Le labbra sono ben chiuse.

Coda

La coda è folta e posizionata appena sotto il livello del garrese. È generalmente arricciata in maniera naturale e può ricadere al centro della schiena o pendere su entrambi i lati del corpo, a seconda dello stato d’animo del cane.

Pelo

L’Alaskan Klee Kai ha sia pelo che sottopelo. Il pelo è folto e lungo, ma non oscurare il contorno del cane. C’è una folta pelliccia a ridosso del collo e gli esemplari con il pelo più lungo possono presentare delle parti particolarmente pelose anche sulla parte posteriore delle zampe anteriori.

Il sottopelo è morbido, denso e di lunghezza sufficiente a sostenere il mantello esterno.  L’assenza di sottopelo durante la stagione della muta è normale.

Colori

L’Alaskan Klee Kai si presenta nei toni del nero e grigio, a volte anche del rosso. La maschera facciale è generalmente distinta da un colore più chiaro, così come gola, petto, piedi, zampe e parte inferiore.

CUCCIOLI

I cuccioli di Alaskan Klee Kai sono simpatici e giocherelloni, ma possono diventare aggressivi se non correttamente socializzati. Sono molto sicuri di sé, ma soffrono parecchio l’assenza del padrone, specie quando sono molto piccoli.

Tendono a legarsi in maniera davvero intensa e a cercare di trasmettere molto amore alla loro figura di riferimento. Sono anche dei grandi esploratori, dunque è prudente tenerli d’occhio specie se hanno accesso a giardini o spazi che danno loro una possibilità di fuga.

SALUTE

Per una questione genetica, gli Alaskan Klee Kai tendono ad avere una costituzione robusta. Tuttavia, come ogni razza, possono sviluppare nel corso della vita alcuni problemi tipici.

Molto comune è l’errato sviluppo dei denti, che può però essere prevenuto con le consuete visite dal veterinario durante i primi mesi di vita del cucciolo.

Gli Alaskan Klee Kai possono anche soffrire di catarratta, che può manifestarsi anche in età precoce. Abbastanza frequente è la displasia dell’anca, che si sviluppa per via dell’anomalia di crescita di una o entrambe le articolazioni dell’anca.

I cani di questa razza sono anche predisposti alla lussazione patellare, per questo è particolarmente importante fare attenzione ai movimenti del cucciolo.

Infine, un altra cosa da sapere è che questi cani sono molto resistenti al freddo ma tollerano pochissimo il caldo: le alte temperature li mettono a rischio. Occhio dunque a non lasciarli in spazi assolati o a non alzare troppo i riscaldamenti.

Indicazioni sull’alimentazione

Gli Alaskan Klee Kai hanno bisogno di cibo di alta qualità. Necessitano di mangimi che forniscano loro le giuste energie, senza però eccedere perché sono propensi all’obesità.

La razione giornaliera ideale va dai 400 ai 500 grammi di croccantini o di cibo umido da dividere in due dosi.

I cuccioli dovrebbero essere nutriti almeno tre volte al giorno. Gli adulti potrebbero farsi bastare una sola mangiata giornaliera, ma è bene lasciare loro a disposizione la ciotola piena sia pranzo che a cena.

Toelettatura

L’Alaskan Klee Kai è facile da curare perché è un cane assolutamente pulito. Passa molto tempo a curarsi da solo e non ha il classico “odore da cane”, così come difficilmente ha un alito pesante.

Il Klee Kai perde il pelo due volte l’anno e neanche in modo eccessivo. In questi periodi bisogna semplicemente spazzolare il cane, cercando di evitare arruffamenti.

La spazzolatura, in ogni caso, dovrebbe essere settimanale. Per una migliore salute del cane sarebbe infine ideale abituarlo sin da subito alla pulizia dei denti e al taglio bimestrale delle unghie.

ALLEVAMENTI

In Italia non è facile trovare degli allevamenti di Alaskan Klee Kai. Non ne esistono di certificati, almeno al momento della stesura di questo testo.

È UN CANE D’APPARTAMENTO?

L’Alaskan Klee Kai può adattarsi alla vita d’appartamento, ma di fatto ha bisogno di almeno una buona, lunga camminata e di una sessione di gioco giornalieri.

CURIOSITÀ

L’Alaskan Klee Kai può avere gli occhi di colore diverso: non si tratta di un difetto e non c’è nulla di cui preoccuparsi.

cane che vuole le coccole

Alaskan Klee Kai, storia di questo Siberian Husky in miniatura

Il suo nome significa "piccolo cane" e in effetti è una sorta di Husky in miniatura: la storia dell'Alaskan Klee Kai è unica nel...
Alaskan Klee Kai che osserva

Alaskan Klee Kai prova ad impietosire il proprietario per avere il suo cibo (video)

Il video di Asher, l'Alaskan Klee Kai che con una sceneggiata degna da premio Oscar prova ad impietosire il proprietario per avere il suo cibo