Cuccioli di cane d’inverno: consigli utili per tenerli al caldo dalla nascita ai primi mesi

Cuccioli di cane d'inverno: ecco tutti i consigli per tenerli sempre al caldo

cuccioli di cane d'inverno

Oramai le temperature cominciano a scendere, ed è più che naturale che cominciate a chiedere come tenere al caldo i cuccioli di cane d’inverno. D’altronde, è piuttosto risaputo che i nostri amici a quattro zampe hanno bisogno di calore nei primi mesi di vita, onde evitare che possano essere vittime di brutti malanni. Soprattutto appena nati, è importante che stiano al caldo per evitare di essere soggetti ad ipotermia.

Nelle prime due settimane di vita, i piccoli non sanno assolutamente come regolare la propria temperatura corporea, ed imparano a farlo dalla mamma. Ma come comportarsi nel caso in cui la mamma non ci fosse? Spetterà a voi. Per cui vediamo bene come comportarsi in questa situazione.

Come tenere i cuccioli appena nati al caldo

Se i vostri cuccioli sono già stati separati dalla mamma nelle prime settimane di vita, allora dovrete essere voi ad occuparvi della loro temperatura corporea. Dovrete quindi rivolgere ai piccoli grande attenzione, soprattutto nei mesi invernali. In questo caso, la prima cosa che dovrete fare è preparare un’incubatrice in cui disporre coperte pesanti, in modo tale che i cuccioli possano trovarsi comodi e caldi.

Tendenzialmente, la temperatura dell’ambiente in cui si trovano dovrebbe aggirarsi tra 30/35 gradi, almeno per i primi dieci giorni di vita dei cani. Trascorso questo periodo, la temperatura può scendere a 25 gradi, ammesso che i cuccioli non presentino alcun problema di salute. Tenete conto che i piccoli saranno portati a scaldarsi a vicenda, rimanendo sempre vicini e dormendo uno sull’altro, ma questo spesso non basta per assicurare che la loro temperatura corporea sia stabile. Un ambiente riscaldato, e tenuto sotto controllo, è la soluzione migliore.

Cuccioli di cane d'inverno: consigli utili per tenerli al caldo dalla nascita ai primi mesi

Un’altra soluzione utile, che potrebbe anche esservi consigliata dal veterinario, è quella di ricorrere a borse dell’acqua calda per scaldare i cuccioli di cane d’inverno. In questo caso, però, dovrete stare molto attenti per evitare che il piccolo si bruci o si surriscaldi. Se non volete optare per le borse, potete provare con delle bottiglie contenenti all’interno acqua calda, così da ottenere lo stesso risultato. A tal proposito, vi suggeriamo di avvolgere la bottiglia in un panno o un asciugamano, così da renderla più morbida ed accogliente per i cuccioli. E soprattutto vi ricordiamo che dovrete sostituire l’acqua ciclicamente, così da assicurarvi che sia sempre alla giusta temperatura.

L’ultima soluzione, invece, è valida soprattutto per chi ha molta esperienza con le cucciolate. Ricorrere all’uso di una lampada per scaldare i piccoli potrebbe essere l’ideale, ma dovrete fare estrema attenzione, perché una dose eccessiva di calore potrebbe portarli alla disidratazione. In ogni caso, vi basterà verificare la loro condizione di salute per capire se la loro temperatura corporea è corretta. Un cucciolo che ha freddo tende a piagnucolare frequentemente, ed anche a non prendere peso in maniera consistente, perché impegnato ad utilizzare tutta l’energia che acquisisce per scaldarsi. Controllate lo stato di salute dei cuccioli e rivolgetevi ad un veterinario se necessario. Le prime settimane di vita sono certamente le più delicate da affrontare.

Cuccioli di cane d'inverno: consigli utili per tenerli al caldo dalla nascita ai primi mesi

Cuccioli di cane d’inverno: come tenerli al caldo

Se il vostro cucciolo ha già superato il primo mese di vita, allora dovrete comportarvi in modo diverso per assicurargli un ambiente caldo in cui vivere, soprattutto in inverno. Mettete da parte i consigli che abbiamo dato sui cani appena nati e vediamo cosa fare quando il vostro amico a quattro zampe ha già imparato a regolare la propria temperatura corporea.

Anzitutto, preoccupatevi della cuccia, il luogo per eccellenza dove il cucciolo va a ripararsi. Chiaramente, vi sconsigliamo vivamente di far dormire i cuccioli all’aperto. Anzi, dovete fare attenzione a dove mettere la cuccia, perché la posizione potrebbe significare davvero molto per la temperatura del cane. Evitate allora di tenerla in una zona colpita da correnti d’aria, e cercate piuttosto un luogo ben riparato, dove il cucciolo possa stare al caldo. Inoltre, se necessario, vi suggeriamo addirittura di rialzare la cuccia da terra di qualche centimetro, in modo tale da non disperdere il calore attraverso il contatto con il pavimento – in genere freddo nei mesi invernali -. In commercio esistono già lettini rialzati per i cani, ma se siete abbastanza abili potete anche prepararne uno da voi.

Ancora una volta, se necessario, utilizzate borse dell’acqua calda da disporre all’interno delle cuccia per tenere caldo al vostro piccolo amico a quattro zampe. Inoltre, se volete che il cucciolo mantenga la giusta temperatura corporea, non è importante solo costruire un giaciglio caldo, ma anche pensare alla sua alimentazione. Nonostante il cane consumi più energia per scaldarsi nei mesi invernali, non è assolutamente necessario aumentare le dosi di cibo, soprattutto se il vostro amico a quattro zampe non è attivo. In questo caso, non fareste altro che causargli problemi di sovrappeso e, conseguentemente, di salute. Valutate bene il tutto, e assicuratevi di trovare il modo giusto per tenere al caldo i cuccioli di cane d’inverno.

Cuccioli di cane d'inverno: consigli utili per tenerli al caldo dalla nascita ai primi mesi

Uscire con il cappotto

Tenere al caldo il cucciolo in casa è importante, ma lo è anche fuori casa. E nonostante il nostro consiglio sia quello di ridurre le passeggiate nelle giornate più fredde, così da evitare che il piccolo si ammali, è comunque importante uscire. Soprattutto per i cani che si trovano nella fase di socializzazione. Se fa molto freddo, vi suggeriamo di usare un cappottino per tenere caldo il vostro amico a quattro zampe – ammesso che apprezzi indossarlo -. Sceglierlo non sarà affatto difficile, soprattutto considerando che l’offerta sul mercato è davvero molto ampia quanto a taglie e modelli.

Ricordatevi però di non far indossare mai al vostro cucciolo un cappottino bagnato, perché questo non farebbe altro che abbassare la sua temperatura corporea quando il tessuto viene a contatto con l’aria. Se uscite per una passeggiata e il cappottino si bagna, asciugatelo voi utilizzando il phon oppure lasciate che si asciughi all’aria. Ma assolutamente non fatelo indossare al cane se umido. E una volta in casa, toglietegli pure il cappotto, perché altrimenti il piccolo non riuscirà a regolare al meglio la sua temperatura corporea all’interno dell’ambiente domestico.

Come vedete, si tratta di pochi suggerimenti, ma molto utili se tenete alla salute del vostro amico a quattro zampe.