Cuccioli di Shih Tzu: come pulirli e toelettarli alla perfezione

I cuccioli di Shih Tzu sono davvero dolci, ma bisogna fare attenzione alla toelettatura: sapere come pulirli è fondamentale per non avere sorprese

tre cuccioli di shih tzu

Il nome dei cuccioli di Shih Tzu, “cane leone”, parla chiaro e sapere come pulirli non è scontato come può sembrare. Sono caratterizzati da un mantello molto folto e da un’espressione del volto allegra e simpatica: solo guardarli mette di buonumore.

Adatti per le famiglie con bambini, nonostante le apparenze, hanno un corpo molto robusto che tende al sovrappeso, il loro peso può arrivare infatti anche a otto chili. Prioritario deve essere evitare la formazione di sporcizia e nodi, condizioni ideali per i parassiti.

La toelettatura

Cuccioli di Shih Tzu: come pulirli e toelettarli alla perfezione

I cuccioli di Shih Tzu, per essere coscienti di come pulirli, bisogna dire che hanno la necessità di una manutenzione giornaliera e che consenta di tenerli sempre in ordine. In questo modo favoriremo la buona salute. Il mantello, infatti, è lo specchio del corpo.

La toelettatura non prevede solo il taglio del pelo e il bagnetto, si tratta di una pratica ben più complessa. Per esempio, vanno tenute sotto controllo le orecchie – dove possono annidarsi fastidiosissimi animaletti – e potrebbe essere necessaria la rasatura del pelo. In questo modo il condotto uditivo esterno sarà più pulito e meno soggetto a infiammazioni o infezioni come le otiti.

Un’altra zona che va controllata con attenzione è quella oculare. Dobbiamo spazzolare i denti almeno una volta alla settimana, ed eventualmente ricorrere agli snack, disponibili nei negozi specializzati, pensati appositamente per l’igiene orale. A tal proposito, potrebbe tornare utile conoscere le conseguenze della formazione di placca e tartaro. Infine, è importantissimo il taglio delle unghie. Si deve ripetere circa una volta al mese, negli esemplari adulti; più spesso nei cuccioli.

Questione di abitudine

La toelettatura dovrebbe essere una pratica normale, per far sì che sia così dobbiamo abituarlo fin dai primi mesi di vita. Inoltre, la condizione del mantello di questa razza dalle mille sorprese non può essere saltuaria.

Spesso, invece, i proprietari si rivolgono al professionista del settore quando già la condizione del pelo è compromessa. Fido deve vivere serenamente l’intervento del toelettatore. Bisogna che non si ribelli quando viene toccato e maneggiato.

Spazzolare il manto vuol dire disfarsi dei peli morti, consentire alla cute di respirare e ai peli di crescere con regolarità. Così riduciamo il rischio di nodi e matasse, e di dover rimuovere spighe e corpi estranei di vario tipo, che possono essere anche molto pericolosi.

Il bagnetto significa shampoo specifico, con un Ph adeguato alla cute del quattro zampe, e non mantenere la sporcizia che i cani di piccola taglia sono inevitabilmente più soggetti a raccogliere durante le passeggiate quotidiane.

Per gli esemplari di cuccioli di Shih Tzu a pelo lungo sapere come curarli vuol dire fare attenzione alle frange. Una buona regola è quella dei bagni regolari: il pelo pulito è più difficile che si spezzi e cresce prima di quello sporco.

Qualità dei prodotti

Cuccioli di Shih Tzu: come pulirli e toelettarli alla perfezione

La qualità dei prodotti è direttamente proporzionale alla frequenza consentita per il bagnetto del nostro amico a quattro zampe. È consigliabile, inoltre, l’utilizzo di un balsamo creato ad hoc per Fido.

Sapere usare l’asciugacapelli, poi, vuol dire non trascurare le orecchie comprese di padiglione auricolare. Durante questa pratica, il mantello è bene che venga spazzolato assecondando le linee del pelo.

La toelettatura per il cucciolo

I cuccioli di Shih Tzu, per sapere come pulirli al meglio, è bene che si dica una cosa: prima di compiere un anno perdono tutto il pelo, si tratta di una muta completa.

In questa prima fase il problema dei nodi è amplificato, ecco perché è consigliabile tosare il pelo e mantenerlo molto corto. In genere si agisce su corpo e zampe; sulla coda, la testa, le orecchie e il muso è sufficiente accorciarlo.

Il taglio leone

Alcuni bipedi tengono particolarmente al taglio che rispecchia in tutto e per tutto il nome del nostro fedele amico. Nonostante le apparenze, non si tratta di una pettinatura particolarmente virile: al contrario, rende Fido ancora più adorabile.

Alcuni lo chiamano anche “taglio peluche”. Che lo si faccia ricorrendo al fai da te o a un toelettatore esperto, consiste nel tagliare il pelo su tutto il corpo, coda e zampe comprese. Quello che circonda la testa, invece, va mantenuto lungo così da conferire un aspetto soffice e morbido.

Parassiti, l’importanza dell’igiene

Cuccioli di Shih Tzu: come pulirli e toelettarli alla perfezione

I parassiti sono degli animaletti davvero dispettosi che è bene tenere alla larga dai nostri amici a quattro zampe. Possono essere esterni, e colpire pelo e cute, o interni ed essere particolarmente pericolosi per la salute intestinale.

Da tenere alla larga ci sono anche i flebotomi, altrimenti conosciuti con il nome di pappataci. Anche loro si nutrono del sangue del nostro adorato Fido e portano patologie anche di una certa entità.

Parassiti esterni

Gli ectoparassiti sono quelli che decidono di abitare i nostri fedeli amici. Nella fattispecie si tratta di zecche, pulci e acari. Individuarli non è la pratica più semplice, soprattutto negli esemplari con il mantello scuro. Questo succede perché i loro escrementi si mimetizzano più facilmente che sui mantelli chiari.

Se notiamo sintomi quali prurito e perdita del pelo, dobbiamo metterci in allerta e contattare il nostro veterinario di fiducia che conosce eventuali pregressi clinici e caratteristiche di razza. Lui ci dirà quale trattamento è più adeguato al nostro peloso.

Parassiti interni

Cuccioli di Shih Tzu: come pulirli e toelettarli alla perfezione

I cuccioli di Shih Tzu, per sapere come pulirli con efficacia, devono essere tenuti alla larga anche dei parassiti intestinali. Per essere certi della loro presenza è importante l’aiuto del veterinario.

Possono presentarsi tondi (come gli ascaridi) o piatti (come la tenia). Si cibano delle spostanze nutritive presenti nell’intestino, provocando disagi anche di una certa entità al nostro amico a quattro zampe, soprattutto se vengono presi sottogamba oppure non individuati in tempo.

Oltre a perdere il pelo, Fido si presenta con il manto opaco, lo stomaco gonfio e la stitichezza. Il nostro obiettivo principale è quello di impedire lo sviluppo di malattie legate alla malnutrizione. Nell’intestino ci possono essere anche parassiti unicellulari (come i coccidi).

Altro disturbo intestinale da evitare è la giardiasi, provocata da un parassita protozoo che può colpire varie specie animali, non solo i felini. E’ molto frequente nei cuccioli perché si trasmette attraverso le feci e si manifesta con diarrea accompagnata da muco e sangue. Il pericolo maggiore è la disidratazione.

Altre patologie

I cuccioli di Shih Tzu, per sapere come curarli con cognizione di causa, è bene che si sappia che devono evitare aree infestate da zanzare e flebotomi: possono veicolare patologie anche di una certa entità. La più pericolosa è la dirofilariosi.

Si parla di un parassita vermiforme che vive nel cuore del nostro amico a quattro zampe. Può raggiungere dimensioni anche importanti e provocare gravi problemi al cuore. A tal proposito potrebbe tornare utile saperne di più sulle malattie cardiache che colpiscono i cani.La sua forma infestante, la microfilaria, si trova nel torrente circolatorio, dal quale può essere risucchiata dalla zanzara e trasferita in un nuovo ospite, durante il pasto di sangue successivo.

Tra le malattie che possono essere causate dai flebotomi, c’è anche la leishmaniosi. La leishmania è un protozoo che ha bisogno di un vettore per passare da un ospite all’altro: il flebotomo, per l’appunto. Tra i sintomi ci sono:

  • Rarefazione del pelo;
  • Ulcere cutanee;
  • Crescita incontrollata delle unghie;
  • Mucose anemiche;
  • Congiuntivite;
  • Perdita di peso;
  • Aumento del volume dei linfonodi;
  • Debolezza generalizzata.

La leishmania, inoltre, è responsabile di lesioni importanti degli organi interni. A essere maggiormente colpiti sono i reni, la milza e il fegato.