Cucciolo di cane cieco: tutte le cure e le attenzioni che bisogna riservargli

Cucciolo di cane cieco: ecco tutto quello che c'è da sapere per accudirlo e crescerlo al meglio.

cucciolo di cane cieco

Adottare un cucciolo di cane cieco può spaventare, eppure si tratta di un’esperienza davvero fantastica per gli amanti degli animali. Può accadere, infatti, che all’interno di una cucciolata ci sia un esemplare con problemi di vista, a cui vanno dedicate cure ed attenzioni specifiche. Basterà quindi soltanto capire di cosa il vostro cane ha bisogno per farlo vivere in totale serenità. Certo, all’inizio il piccolo potrebbe non presentare sintomi evidenti della cecità, per cui starà a voi capire qual è il problema che lo affligge.

Considerate che i motivi per cui un cucciolo nasce cieco possono essere molteplici. Una particolare difficoltà nel parto o una situazione di malnutrizione potrebbero essere dei buoni presupposti per una condizione di cecità. Ma anche alcune malattie ereditarie o gravi patologie che affliggono la madre potrebbero portare alla nascita di un cucciolo con problemi di vista. Qualunque sia l’origine del problema, qui cerchiamo di capire insieme come prendersi cura di un cucciolo cieco. E scopriamo insieme come educarlo al meglio per garantirgli una vita serena e felice.

Cucciolo di cane cieco: come riconoscerlo?

Prima di capire come riconoscere un cucciolo nato cieco, vogliamo dirvi che non si tratta di una pratica troppo facili. Generalmente i cani che sono afflitti da cecità sin dalla nascita riescono a muoversi bene all’interno di un ambiente poiché hanno gli altri sensi maggiormente sviluppati. Olfatto e udito riescono a guidare i piccoli in ogni movimento, tanto da renderne difficile il riconoscimento. In ogni caso, vi basterà spostare la ciotola dell’acqua o la cuccia per rendervi conto che il cane è disorientato e qualcosa non va. Ma al di là di questo, ci sono altri sintomi che vi permetteranno di capire che il cucciolo non riesce a vedere bene.

Come anticipato, se notate che il cucciolo va a sbattere spesso contro mobili o muri, è molto probabile che abbia grossi problemi di vista. Allo stesso modo, quando il piccolo non è portato ad esplorare ambienti della casa che non conosce, non è che non lo faccia per paura, ma forse perché non vede affatto lo spazio in cui può muoversi. Al di là di questi atteggiamenti, ci sono però sintomi più prettamente fisici: la lacrimazione costante e le secrezioni purulenti sono spesso indicative di una grave condizione di cecità. Ma anche gli occhi di un colore anormale e fortemente infiammati possono farvi pensare che qualcosa in va. In tutti questi casi, vi suggeriamo allora di portare il piccolo dal veterinario per potervi accertare della sua condizione e cominciare un’educazione che tenga conto dei suoi problemi di vista.

Cucciolo di cane cieco: tutte le cure e le attenzioni che bisogna riservargliCome comportarsi con un cucciolo cieco

Anzitutto, una volta che vi siete accertati che il cane è cieco, è importante che cominciate a capire come comportarvi per educarlo e regalargli una vita serena. La prima cosa da fare, se ci permettete di dirlo, è non preoccuparsi eccessivamente e riversare le proprie paure sul piccolo. La natura è incredibilmente meravigliosa, e un cane non vedente impara a vivere perfettamente sviluppando gli altri sensi. Quello che conta, allora, è che non siate voi a rendergli la vita più complicata per via di preoccupazioni e timori. Chiaramente, dovrete fare attenzione all’educazione del piccolo – soprattutto quando è fuori casa -, ma non sarà niente di troppo complicato. Ammesso che voi riusciate a prendere questa esperienza con lo spirito giusto.

Per far vivere al meglio il vostro cucciolo in casa, dovete allora cercare di creare un clima sereno e tranquillo. Se possibile, evitate rumori forti o movimenti bruschi, perché potrebbero spaventare il cane. Cercate poi di organizzare gli ambienti domestici in modo tale che il piccolo possa orientarvisi al meglio anche senza vedere. Evitate quindi di cambiare la disposizione di mobili o di lasciare complementi d’arredo al centro della stanza, perché questi finirebbero con l’essere dei veri e propri ostacoli per il cucciolo. Quanto alla cuccia e alle ciotole, cercate di mantenerle sempre nello stesso posto, in modo che il cane si abitui a fare sempre gli stessi movimenti per raggiungerli. Soprattutto, se avete in casa scale o gradini, vi suggeriamo di trovare una soluzione per chiuderne l’accesso, in modo tale che il piccolo possa evitare di salirci e farsi male.

Insomma, sarà necessaria qualche piccola accortezza, ma il vostro comportamento dovrà essere all’incirca lo stesso. Certo, sarete più accorti ed attenti, ma cercate di non farvi prendere dal panico, perché rischiereste di far vivere una vita difficile alcun vostro cane. E siamo certi che questo non sia affatto il vostro intento.

Come accogliere un cucciolo di cane cieco in casa

Come abbiamo già detto poco sopra, per accogliere al meglio un cucciolo cieco è importante organizzare al meglio gli ambienti domestici. È importante che siano il più possibile liberi da ostacoli, onde evitare che il piccolo possa andarci a sbattere e farsi male. Soprattutto, una volta che il cane si è abituato alla casa, evitate di modificare la disposizione dell’arredamento perché questo non farà altro che farlo sentire disorientato e spaventarlo. Un ambiente sereno e tranquillo è quello che aiuterà il vostro amico a quattro zampe a vivere al meglio, per cui cercate sempre di tenerlo a mente nell’organizzazione della casa.

Cucciolo di cane cieco: tutte le cure e le attenzioni che bisogna riservargli

Per fargli conoscere al meglio l’ambiente in cui vivrà, vi consigliamo allora di guidarlo con il guinzaglio alla scoperta della casa. In questo modo, non solo il piccolo non sarà affatto intimorito, ma avrà una guida giusta che lo accompagnerà a conoscere tutti gli ambienti domestici. Questo gli permetterà di conoscere spazi nuovi, ma senza andare a sbattere e farsi male. È fondamentale che, soprattutto nei primi giorni, il cane possa annusare mobili ed oggetti, così da potersi orientare all’interno della casa sfruttando il suo olfatto. Come già detto, in un animale affetto da cecità gli altri sensi sono maggiormente sviluppati, per cui noterete che il cucciolo riuscirà a muoversi correttamente solo annusando gli ambienti in cui si trova. Proprio per questo, potete pensare di profumare con aromi diversi le stanze della casa, in modo che possa riconoscerle in base all’odore. Un’idea potrebbe essere quella di utilizzare la lavanda per la cucina e la cannella per la zona living, ad esempio. In questo modo il piccolo assocerà ogni aroma ad un ambiente, e si muoverà guidato dal suo olfatto.

Sembra incredibile (ed effettivamente lo è), ma il vostro amico a quattro zampe prenderà dimestichezza con la casa – e con i suoi odori – e non avrà più problemi a muoversi. Anzi, a volte vi sembrerà addirittura che non abbia neppure troppi problemi di vista.

Cucciolo di cane cieco: tutti i giochi perfetti per lui

Una volta che avete organizzato la casa in modo che il piccolo possa muoversi senza problemi, è importante che cominciate a pensare anche alla sua educazione. In questo senso, i giochi risultano abbastanza fondamentali. E un cucciolo cieco può utilizzarli esattamente come farebbe un qualunque altro cucciolo. Anzi, permettergli di giocare lo rende un cane normale a tutti gli effetti, come quello che è. Ma cosa comprare per farlo divertire in casa? Se considerate che udito e olfatto sono i suoi sensi più sviluppati, è chiaro che dobbiate optare per qualcosa che faccia davvero rumore, senza però spaventare il piccolo. Se riusciste a trovare qualcosa che emetta più suoni contemporaneamente sarebbe perfetto, perché così abituereste il vostro amico a quattro zampe a distinguere i rumori.

Ma se l’idea di un giocattolo rumoroso non vi piace, potete provare con i cosiddetti giochi rompicapo – il Kong, ad esempio -. Si tratta di oggetti all’interno dei quali potete nascondere un premio goloso, così da costringere il cane ad ingegnarsi per ottenerlo. Certo, un cucciolo cieco non potrà vedere dove si trova lo snack, ma il suo olfatto ben sviluppato lo aiuterà a trovarlo. Anzi, in questo modo il piccolo eviterà di annoiarsi e si sentirà coinvolto da voi in un’attività divertente. Chiaramente queste sono solo alcune delle idee di gioco da utilizzare con il vostro amico peloso. Ricordatevi che, anche se affetto da cecità, il cucciolo può giocare con voi in qualunque modo. Purché sia adatto alla sua “disabilità”.

Cucciolo di cane cieco: tutte le cure e le attenzioni che bisogna riservargli

Educare il cane cieco ad uscire di casa

Sicuramente la parte più difficile dell’educazione di un cucciolo di cane cieco è quella che riguarda lo spazio esterno. Portare fuori il vostro amico a quattro zampe potrebbe spaventarvi, ma è una cosa che va fatta, organizzata e pianificata. Anzitutto è importante che sappiate che i cani affetti da cecità si sentono più sicuri ad uscire con la pettorina piuttosto che con il guinzaglio. Vi suggeriamo di tenere in considerazione questo dettaglio, perché aiuterà il piccolo a sentirsi più tranquillo nell’esplorare spazi che non conosce. Anzi, evitate di utilizzare il guinzaglio estendibile, perché chiaramente un cane con problemi di vista non è in grado di gestire bene tanta libertà di movimento.

Detto questo, se volete educare il vostro cucciolo ad uscire, vi suggeriamo di seguire gli stessi itinerari ogni volta che lo portate a fare una passeggiata. In questo modo, il cane può abituarsi agli odori che si trovano nella zona e capire così quali movimenti seguire per evitare di farsi male. Se incontrate un altro cane o una persona che voglia interagire con il piccolo, fate sempre attenzione alle presentazioni. Evitate movimenti bruschi, e fate in modo che ci sia un contatto lento e cauto, sia nel caso dei suoi simili che degli umani. Il rischio è che il cucciolo possa spaventarsi ed assumere un atteggiamento aggressivo, finendo per mordere qualcuno perché terrorizzato. In ogni caso, basterà essere cauti ed attenti, e il piccolo potrà interagire al meglio con chiunque. Senza farsi male, chiaramente.

Aiutare il cucciolo a sviluppare gli altri sensi

Se la vista non è un senso su cui il vostro cane può fare affidamento, allora è importante che lo aiutiate a potenziare gli altri sensi, così da poter vivere al meglio sia dentro sia fuori casa. Attraverso una serie di giochi ed esercitazioni abituerete il piccolo a fare affidamento su udito e olfatto, ma riuscirete anche ad intrattenerlo con attività coinvolgenti che eviteranno di farlo cadere in uno stato depressivo. Un cucciolo di cane cieco va stimolato, così da permettergli di vivere una vita serena. Ecco allora qualche suggerimento utile per far muovere il vostro piccolo e farlo sentire un cane normale:

  • organizzate una piccola escursione o una passeggiata esplorativa in una zona nuova. Portate il piccolo al guinzaglio e premiatelo una volta che avete terminato il giro. In questo modo, il piccolo non avrà affatto paura di conoscere nuovi posti, ed anzi affronterà questa esperienza come fosse un gioco
  • organizzate una caccia al tesoro in casa. Date al cucciolo un oggetto con il vostro odore, lasciate che lo annusi e poi nascondetelo. Lasciate che il piccolo lo cerchi in ogni dove e, una volta trovato, premiatelo perché è stato bravo. Questo non solo lo farà divertire, ma lo aiuterà anche a sviluppare molto il senso dell’olfatto. E lo avvicinerà a voi, potete starne certi
  • utilizzate giochi che emettono suoni o piccoli campanelli per fare in modo che il cucciolo si abitui a distinguere rumori di ogni genere. Abbiate sempre l’accortezza di non esagerare, perché rumori troppo forti potrebbero spaventarlo. Siate cauti, ma fate in modo che il piccolo si abitui a suoni di ogni genere. D’altronde, la vita in città non è affatto silenziosa
  • la compagnia di un altro cane potrebbero essere davvero importante per un cucciolo cieco, sia in casa sia fuori casa. Questo potrebbe aiutarlo sia ad affinare i suoi sensi, sia a rendersi più avvezzo alla socializzazione. Un altro cane potrebbe essere visto come una spalla su cui poggiarsi, qualcuno che lo aiuti e gli dia sicurezza. Un’ipotesi da tenere in considerazione, senza dubbio.

Come potete notare, quindi, crescere un cucciolo di cane cieco richiede attenzioni particolari, ma si tratta di un’esperienza davvero incredibile se affrontata nel modo giusto. Dovrete essere pazienti e non farvi prendere dal panico, ma siamo certi che riuscirete a farlo, regalando così al vostro piccolo una vita serena e meravigliosa. Il vostro legame diventerà fortissimo, soprattutto perché sarete voi il punto di riferimento del cane. Sarete i suoi occhi in un mondo che non può vedere, ma che può annusare e vivere al meglio.