Cucciolo di cane, primi giochi: quali sono quelli da fargli fare

cucciolo di cane primi giochi divertenti

Abbiamo appena adottato un cagnolino ma non abbiamo idea di come tenergli compagnia? Quali sono le prime mosse da fare per farlo stare bene e farlo divertire insieme a noi? Cucciolo di cane, primi giochi? Ecco di seguito alcuni consigli su come gestire al meglio i suoi primi giorni nella casa nuova.

Il gioco: quanto è importante?

Cucciolo di cane, primi giochi: quali sono quelli da fargli fare

Prima di vedere nello specifico quali siano i primi giochi con cui far divertire il nostro piccolo amico, è importante capire quanto sia fondamentale il concetto di gioco.

Il cane, soprattutto quando è ancora molto cucciolo, ha necessariamente bisogno di giocare, proprio come succede per i bambini in tenerissima età.

Quello che ci chiediamo in questa sede è: come mai il gioco diventa imprescindibile? Qual è la sua vera funzione? Vediamo insieme perché al piccolo di cane viene spontaneo giocare.

Il gioco, oltre ad essere qualcosa di piacevole e motivante, è anche ciò che stimola la socializzazione del cucciolo di cane. Non soltanto con i suoi simili (visto che, solitamente, i primi giochi sono fatti con i fratellini) ma anche con padroncini, altri animali etc.

Giocare per il cane significa approcciare al mondo esterno, avere un contatto che non sia solamente con la mamma e le sue mammelle.

Infatti, all’età di circa 3 settimane di vita, quando il cucciolo comincia a rendersi conto dell’ambiente intorno a lui, il cagnolino inizia ad interagire con i suoi fratellini.

Questo periodo è chiamato della “prima socializzazione”. In cosa consiste nel particolare? Non è altro che il primo approccio ad altri “esseri viventi”, che tendenzialmente sono, appunto, i componenti della sua famiglia, nonché esserini della sua stessa specie.

E quale potrà mai essere il primo tipo di rapporto che un cucciolo instaura col mondo esterno? Il gioco. Insieme ai suoi fratellini, dunque, il piccolo comincerà ad imparare come ci si relaziona con gli altri.

La prima cosa che viene naturale fare è quella di mordere. Il morso sembra essere il primissimo gioco divertente tramite il quale il cucciolo di cagnolino capisce quanto debba o non debba stringere. Attraverso uno specifico linguaggio, comprensibile quasi esclusivamente ai fratellini, i cani imparano a dosare la stretta.

Cucciolo di cane che morde sempre? Vediamo al link qualche informazione utile a riguardo.

Il gioco è importante, quindi, anche perché insegna al cucciolo ad affinare tecnica, strategia, a capire cosa significa fidarsi dell’altro ed essere compatibili, ad imparare quando non si deve esagerare.

Ciò che viene definita ”seconda socializzazione”, invece, è quella che riguarda il rapporto fra cucciolo e uomo o in generale esseri viventi di altra specie.

Essa avviene sempre tramite il gioco: così facendo, il piccolo riuscirà ad imparare un sacco di cose, a partire da come porsi con il resto del mondo.

Giocando, il cagnolino capisce tutte le necessità che servono ad affrontare la vita. Il cucciolo, divertendosi, deve anche rendersi conto che non si può fare sempre e solo come dice lui.

Anzi, soprattutto durante la seconda socializzazione è fondamentale sottolineare che, per il piccolo, il coltello non è sempre dalla parte del manico!

Dovremmo essere bravi noi padroncini, insomma, a fare in modo che lui sia educato un minimo, al fine di convivere nel modo migliore.

Il gioco rimane, quindi, il mezzo migliore tramite cui il cucciolo di cane, ancora in tenera età, può apprendere al meglio tutto quello che c’è da sapere sulla vita.

A volte, se ci poniamo in modo troppo carino e tenero nei suoi confronti, rischiamo di viziarli in modo eccessivo. Così facendo, lui si sentirà libero di poter superare qualunque limite. Questo non deve succedere!

Sempre giocando, perciò, dobbiamo imporci con polso e pazienza! Se ci accorgiamo che giocando sta prendendo troppo sul serio la questione e vuole portare la situazione solo dalla sua parte, allontaniamoci e non diamogli attenzioni.

È così che riuscirà a capire che bisogna venirsi incontro, pur giocando. Imparerà fin da piccolo che il morso deve essere leggero non solo coi fratellini, ma con chiunque!

Imparerà anche che tutto deve essere equilibrato e che ognuno svolge il suo ruolo. Capirà che noi dobbiamo essere ascoltati perché tutto quello che facciamo, pur giocando, è solo per il suo bene.

Insomma, il gioco è fondamentale per stimolare la sua intelligenza e la sua attività fisica, per instaurare un rapporto con tutti quelli che gli sono accanto.

È altrettanto importante però per insegnargli alcune piccole regole di base che aiuteranno a convivere in modo civile e amorevole.

Cucciolo di cane, primi giochi: quali sono i migliori?

Cucciolo di cane, primi giochi: quali sono quelli da fargli fareDopo aver valutato in breve l’importanza del gioco per, è importante ora valutare un altro aspetto, più concreto. Cucciolo di cane, prima giochi? Vediamo quali possono essere quelli più sicuri e divertenti.

Sicuramente il primo gioco che viene in mente è la classica pallina! A cosa serve? Come si usa? Non è scontato che il cane, fin da cucciolo, ci riporti subito la pallina, come comunemente si pensa.

La prima cosa che cerca di fare il piccolo è rincorrere l’oggetto in movimento e andarlo a ricercare in ogni angolo in cui essa si nasconde.

Per scegliere la giusta pallina, è importante considerare la giusta morbidezza. I cuccioli ancora molto piccoli hanno bisogno di poter mordere qualcosa che non sia troppo duro.

Questo perché i suoi denti non sono ancora perfettamente formati, dunque bisogna considerare le sue esigenze ed evitare che si faccia male.

Giocare con lui tirando la pallina e cercando di farla riportare presso di noi rafforzerà il nostro legame con lui. Piano piano imparerà a capire i nostri comandi e si divertirà come non mai.

Altro gioco intraprendente e gradito è la fune. Come si usa? Il cane deve poter tirare la fune verso di sé, noi dovremmo fare resistenza. Questo servirà al piccolo per cercare di vincere la sfida e imporre un po’ di supremazia sul padroncino.

Ovviamente, anche in questo caso deve esserci il giusto equilibrio fra noi e il cucciolo. Non facciamo arrabbiare troppo, né concediamogli sempre di vincere! Il tutto deve essere bilanciato.

Ricordiamoci, inoltre, che non dobbiamo mai strappare la fune dalla bocca del cucciolo: questo potrebbe provocargli dolore! Anche in questo caso, il gioco può essere funzionale a insegnare al piccolo dei comandi come “lascia” o “molla”.

Poi ci sono dei giochi come peluche o oggetti fatti appositamente per diventare dei “buoni amici” dei nostri piccoli amici.

Questi potrebbero essere di compagnia per coccole e tenerezze durante la notte o quando noi siamo assenti da casa. Così il piccolo non si sentirà mai solo.

Cucciolo di cane primi giochi? Questi sono alcuni fra i più comuni e bene accolti. Quello che bisogna insegnare al nostro amico è il valore delle cose e il valore del rispetto. Non si distrugge nulla, non si tratta niente con aggressività. Prendiamo sempre oggetti che siano adatto agli animali.

Trascorrendo tutto il tempo necessario col nostro piccolo cucciolo, lui imparerà a relazionarsi con noi e con tutto il resto del mondo. Giocare e divertirsi insieme è il modo migliore per vivere felici insieme.

Il gioco rimane l’elemento più importante per educare il cucciolo di cane e farlo divertire in modo intelligente.