Cucciolo di Setter Scozzese, salute e malattie: cosa sapere e come prevenire

Cuccioli di Setter Scozzese, salute: tutto quello che c'è da sapere

Spesso, quando ci si trova ad adottare un cane non ci si pongono abbastanza domanda sulle sue aspettative di vita e sulle eventuali patologie che possono interessarlo. E questo è un grande errore, sia per il vostro amico a quattro zampe che per voi stessi. Conoscere i cuccioli di Setter Scozzese salute diventa allora fondamentale prima di adottarne uno. Questo vi permetterà di capire come gestire il piccolo, assicurandogli così una vita lunga e serena. Si tratta di piccole accortezze che ogni padrone dovrebbe avere nei confronti del suo amico a quattro zampe, ma che troppo spesso vengono sottovalutate. Per evitare ogni problema, cerchiamo allora di capire meglio quali sono le aspettative di vita della razza. Conoscendola al meglio, vi sarà più facile capire come prevenire e/o curare alcune malattie, e come ovviare ad alcune patologie genetiche.

Tutto quello che sappiamo sulla salute del Setter Scozzese

Anzitutto, è importante sapere una cosa: il Setter Scozzese è un cane che vanta un’aspettativa piuttosto lunga. Un esemplare di questa razza, infatti, può vivere fino ai 12/14 anni. E non solo. Questi cani sono anche dotati di una salute pressoché impeccabile, fatta eccezione per alcune patologie ereditarie. Tra queste, quella che più spesso si presenta è sicuramente la displasia dell’anca, che colpisce la maggior parte degli esemplari affetti da patologie. Ecco perché si consiglia di controllare e monitorare con estrema attenzione i Setter da riproduzione, onde evitare che questa problematica possa trasmettersi di genitore in figlio.

In ogni caso, al di là di questa patologia, il cucciolo di Setter Scozzese potrebbe anche soffrire della sindrome della torsione dello stomaco, di epilessia o ipertiroidismo. A queste se ne aggiungono altre come l’atrofia progressiva della retina e l’abiotrofia cerebellare. Ma non è tutto. Nonostante si tratti di un cane forte e robusto sotto molteplici aspetti, se non curato attentamente può incorrere in problemi di vario genere. Tra questi, ad esempio, le infezioni ad occhi ed orecchie, dovute soprattutto ad una pulizia poco attenta e non costante. Queste problematiche, fortunatamente risolvibili, si riscontrano soprattutto nei cuccioli, perché più delicati rispetto agli esemplari adulti. E non solo. Mossi dalla curiosità e dalla voglia di giocare, spesso i piccoli finiscono per farsi male senza accorgersene, soprattutto considerando che la conformazione delle orecchie non le aiuta a proteggerle. Vediamo allora come prendersi cura al meglio dei cuccioli di Setter Scozzese salute.

Cucciolo di Setter Scozzese, salute e malattie: cosa sapere e come prevenire

La displasia dell’anca, una patologia ereditaria

Come molti di voi già sanno, la displasia dell’anca è una patologia che affligge il cane già dai suoi primissimi mesi di vita. Si tratta di una vera e propria malformazione dell’articolazione dell’anca, che non riesce ad inserirsi correttamente nella cavità ad essa dedicata, e di un difetto nella tensione e nella resistenza delle fibre muscolari. Queste due anormalità, combinate tra loro, provocano al cane non solo dolore, ma anche problemi nel normale movimento. E soprattutto, quello che spesso preoccupa molto i padroni è che si tratta di una patologia degenerativa. Nel corso del tempo, infatti, questa malformazione non fa altro che provocare una perdita della cartilagine articolare, con il conseguente sviluppo dell’artrosi nel cane. Un problema non semplice da gestire, ma che può essere evitato con un’attenta selezione da parte degli allevatori.

In ogni caso, riconoscere la displasia nel cucciolo potrebbe non essere così facile, perché alcuni dei sintomi sono facilmente confondibili con un atteggiamento pigro. Nel caso in cui il vostro piccolo sia affetto da questa patologia, potrebbe non avere voglia di correre, saltare o giocare con i suoi simili. Un’andatura claudicante potrebbe darvi l’idea di un cane affetto da qualche problema, ma riconoscerlo a vista d’occhio può rivelarsi ostico. In ogni caso, vi consigliamo di rivolgervi ad un veterinario non appena notate uno di questi sintomi nel cucciolo. Riuscire ad individuare la patologia sin da subito, può aiutare a migliorare la salute del piccolo e le sue condizioni di vita in futuro, nonostante non si tratti di un problema del tutto curabile. C’è comunque da considerare che il problema comincia ad essere visibile attorno all’anno e mezzo di vita, anche se nei casi più gravi diventa evidente già attorno ai 4/5 mesi. Ma sapendo che la razza tende a questa patologia, vi suggeriamo di verificare che tutto sia a posto non appena possibile.

Cucciolo di Setter Scozzese, salute e malattie: cosa sapere e come prevenire

Tutti i rimedi per la displasia

Chiarito che la displasia dell’anca è la patologia che più affligge gli esemplari di Setter Scozzese, è bene capire come aiutare il cane ad avere una vita quanto più serena possibile. Nei casi più lievi, la patologia si può approcciare con un trattamento di tipo conservativo. Questo significa che dovrete tenere sotto controllo il peso del cucciolo, oltre che il suo esercizio fisico – mai troppo e mai nel modo sbagliato -. Gli integratori alimentari possono essere un’altra valida forma di aiuto, che vi permetterà di gestire al meglio i dolori del piccolo. In casi più gravi, si può ricorrere invece ad una terapia antinfiammatoria o addirittura ad un’operazione chirurgica. Tralasciando i problemi più complessi, potete comunque sollevare il cane da dolore e fastidi prestando molta attenzione al suo stile di vita. E questo ben spiega, come dicevamo all’inizio di questo articolo, perché sia tanto importante conoscere cuccioli di Setter Scozzese salute.

 

La cura di occhi ed orecchie

Passiamo ora a problematiche più facilmente gestibili. Al pari di altre razze, anche i cuccioli di Setter Scozzese soffrono di piccole infezioni e disturbi ad occhi ed orecchie. Considerando che si tratta di cani che trascorrono molte ore all’aperto, non è certo così difficile che i piccoli possano essere soggetti agli attacchi di batteri. Gli occhi, infatti, si dimostrano particolarmente esposti, così pure come le orecchie, che hanno la conformazione perfetta per attirare sporco e non solo. Ma come si fa ad ovviare a problemi di questo tipo? Semplicemente controllando il cucciolo in modo costante e frequente. Può succedere, infatti, che il piccolo si graffi con un rametto o che si porti via un po’ di terra con il pelo delle orecchie. Se pulite immediatamente, queste piccole ferite non provocheranno alcun problema al vostro amico a quattro zampe. Ma se lasciate all’incuria, i batteri non faranno altro che proliferare, fino a causare terribili otiti o problemi ben più preoccupanti agli occhi. Nei casi estremi, questi possono portare alla perdita dell’udito o alla cecità. Vi consigliamo quindi di farci molta attenzione, e anzi di farvi suggerire dal vostro veterinario come pulire il piccolo al meglio.

Cucciolo di Setter Scozzese, salute e malattie: cosa sapere e come prevenire

Cuccioli di Setter Scozzese: salute e alimentazione

Un altro dettaglio molto importante da considerare ai fini della salute del cucciolo è l’alimentazione. Considerando che si tratta di una razza che si muove molto, è chiaro che dovrete fare in modo di soddisfare il fabbisogno energetico del cucciolo. Ma senza esagerare, anche se il dinamismo che lo caratterizza non gli permetterà di ingrassare. In ogni caso, per un cane in salute è sempre bene fare attenzione alla dieta. Nel caso del Setter Scozzese, è importante che il cibo sia di ottima qualità, sia che si tratti di crocchette sia di una dieta fatta in casa. In particolare, è importante dare da mangiare al cucciolo due volte al giorno, in un ambiente tranquillo e poco rumoroso.

Come anticipato, infatti, la razza soffre della sindrome della torsione dello stomaco. Proprio per questo motivo è consigliabile evitare che il cani mangi troppo in fretta o che si muova eccessivamente una volta terminato il pasto. Questo comporterebbe un eccessivo accumulo di gas nello stomaco e tutta una serie di problemi che ne conseguono. Dosate quindi con estrema cura la dose di cibo del cucciolo, e state attenti soprattutto la sera. Laddove notaste che il vostro cucciolo fatica a respirare, ha una salivazione eccessiva e mostra comportamenti anomali, vi suggeriamo comunque di portarlo dal veterinario. Diciamoci la verità: si tratta di un problema che si può prevenire con qualche accortezza, ma è comunque importante sapere che il vostro cane potrebbe soffrire di tale sindrome.

Come avete notato, quindi, conoscere i cuccioli di Setter Scozzese salute è fondamentale per assicurargli una vita serena e tranquilla. E per garantirla anche a voi, diciamoci la verità. Vivere con un cane che non gode di ottima salute non è un’esperienza piacevole, per cui diventa davvero importante saper come gestire il vostro amico a quattro zampe sin da cucciolo. Se avete scelto questa razza, siete molto fortunati. Si tratta di un cane forte, robusto e longevo, che però merita tutte le attenzioni del caso per eventuali problemi di salute. Resistente al freddo e al caldo, con cui riesce a muoversi indipendentemente dalle temperature, il Setter Scozzese è però un cane a rischio di patologie ereditarie. Un consiglio per evitarle? Affidarsi ad un allevatore che segue un attento lavoro di selezione e che esegue accertamenti sui suoi esemplari da riproduzione. Tenete a mente questo dettaglio prima di adottare il vostro cucciolo, poiché la sua qualità di vita potrebbe dipendere proprio da questa scelta.