Follicolite canina: sintomi, cause e rimedi

Come riconoscere la follicolite canina e come combatterla per mantenere protetta la vostra salute e quella del vostro cane

Follicolite canina

La follicolite canina è una delle patologie più comuni dei cani. Si manifesta nelle zone più pelose del corpo e può intaccare tutta la cute del vostro cane. È comune anche nell’uomo

Proprio per questa ragione è fondamentale che l’uomo si approcci a questo problema con massima attenzione: la follicolite è contagiosa e può passare facilmente dal cane al suo amico umano.

Follicolite canina: sintomi, cause e rimedi

Sintomi della follicolite canina

Il primo sintomo della follicolite canina è la comparsa di piccole puntine pruriginose di colore rosso, accompagnate da un forte prurito.

Il cane inizierà a leccarsi e grattarsi in maniera compulsiva, complicando la situazione. Con questa azione infatti le stesse puntine possono penetrare più profondamente nella pelle, creando anche pus e infezioni.

Follicolite canina: sintomi, cause e rimedi

Per questo è molto importante saper riconoscere i sintomi e intervenire immediatamente sul problema: una follicolite canina di tipo grave è in grado perfino di lesionare la pelle e peggiorare le ferite. Ecco quali sono gli altri sintomi comuni che indicano la follicolite canina:

  • Gonfiore;
  • Ferite superficiali;
  • Croste e incrostazioni della pelle;
  • Rossore;
  • Pustole;
  • Dolore che circonda tutte le aree interessate;
  • Pizzicore;
  • Perdita di pelo;
  • Opacizzazione della pelle.

La follicolite colpisce in particolare alcune zone del corpo del cane come ascelle, pancia, inguine e dorso. In queste zone le puntine possono trasformarsi in pustole con la caratteristica punta bianca. Questa patologia è causata da infestazioni batteriche da stafilococco.

Cause della follicolite canina

Tra le cause più comuni della follicolite canina troviamo l’ectoparassita, che scatena la malattia della rogna e di conseguenza comporta la comparsa di queste macchie pruriginose, funghi o batteri.
La follicolite può anche derivare da malattie sistemiche (malattie che colpiscono più di un sistema nel corpo) o malattie della pelle. In questi casi i cani hanno un deficit del sistema immunitario.
Per questo i batteri che normalmente vivono sulla pelle invadono il follicolo pilifero e provocano infiammazione e dolore. Disturbi ormonali come l’ipotiroidismo potrebbero causare una riduzione della funzione del sistema immunitario e, a sua volta, lo sviluppo della follicolite.
Follicolite canina: sintomi, cause e rimedi

Anche alcune malattie allergiche della pelle, come le allergie da pulci, sono tra le cause follicolitiche più tipiche nei cani: si tratta di una risposta eccessiva a specifici agenti infettivi o ambientali.

Nel caso delle allergie da pulci, i canini sono sensibili alla saliva delle pulci e sentono un forte prurito. Quando i cuccioli si grattano la pelle, inavvertitamente producono piccole ferite della pelle che potrebbero essere infettate dai batteri. Alcuni casi di allergia alle pulci possono causare follicolite batterica.

Rimedi per la curare follicolite canina

Il trattamento della follicolite canina varia a seconda della causa della malattia. Poiché il tipo più comune di infezione del follicolo pilifero è causato da batteri, la procedura prevede spesso la somministrazione di farmaci antimicrobici.

In ogni caso, solo il veterinario, dopo un’accurata visita, decreterà il grado di gravità e la cura della malattia: se ad esempio la causa scatenante è il demodex, un acaro che si annida sulla pelle sia degli animali che degli uomini, il veterinario quasi certamente prescriverà degli unguenti da utilizzare durante il lavaggio del vostro cane.
Follicolite canina: sintomi, cause e rimedi

In caso di follicolite canina in stato avanzato, il veterinario presumibilmente vi prescriverà una cura da praticare per via orale.

Se vi rendete conto che il vostro cane inizia a mostrare i primi sintomi della follicolite canina e non riuscite a recarvi da un veterinario, si può ricorrere a dei palliativi, che possono però solo alleviarne i sintomi, come impacchi di camomilla sulla pelle che hanno lo scopo di diminuire il prurito e il rossore.

Impacchi di tè nero, aloe vera e olio di cocco diminuiscono il prurito e creano sollievo al cane affetto da questa patologia. È bene ricordare che la follicolite è una patologia che colpisce sia l’animale che l’uomo; è una malattia considerata trasmissibile anche tra specie diverse e non è raro purtroppo essere contagiati se non si sta bene attenti.
Follicolite canina: sintomi, cause e rimedi
Se il vostro cane è affetto da follicolite canina, somministrate loro le adeguate cure e mettete sempre dei guanti. Lavate in lavatrice e disinfettate tutti gli indumenti che sono entrati in contatto con il vostro cane e se avete bambini, evitate che questi entrino in contatto con loro fino alla fine della terapia.