Icfvet per cani: a cosa serve e cos’è questa medicina

Infezioni respiratorie, urinarie o della pelle addio: l'Icfvet per cani è l'antibiotico ideale per la salute del nostro amato Fido

pulire l'orecchio del cane

Tra i farmaci a uso veterinario, l’Icfvet per cani è uno dei più conosciuti e utilizzati: rappresenta un validissimo aiuto nella lotta a un vasto numero di infezioni batteriche e fungine.

Di fatto è un antibiotico che si somministra per via orale sotto forma di compresse. Ma vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Icfvet per cani: a cosa serve e cos'è questa medicina

Cos’è?

L’Icfvet per cani è un antibatterico per uso sistemico a base di cefalexina monoidrato, il principio attivo indicato per la cura delle infezioni batteriche che agisce in modo molto simile alle penicilline e con attività antimicrobica.

Quando si usa

Le compresse di Icfvet per cani sono indicate come antibiotico-terapia orale per il trattamento delle infezioni.

Icfvet per cani: a cosa serve e cos'è questa medicina

Parliamo nello specifico di infezioni del tratto respiratorio e urogenitale, della cute, delle infezioni localizzate nei tessuti molli e di alcune infezioni dell’apparato gastrointestinale.

Dosaggio

Come ogni terapia di tipo antibiotico, le compresse di Icfvet per cani vanno somministrate per almeno cinque giorni.

Icfvet per cani: a cosa serve e cos'è questa medicina

Ma attenzione, si tratta di una regola “generale”: il farmaco va somministrato solo ed esclusivamente sotto indicazione del veterinario, che saprà adeguare dosi e durata del trattamento a seconda del caso specifico.

Controindicazioni

Gli studi non hanno evidenziato problemi nel caso di somministrazione durante la gravidanza o l’allattamento, ma è bene sempre consultare il veterinario per valutare il rapporto rischi-benefici per il nostro amico a quattro zampe e i suoi cuccioli.

Icfvet per cani: a cosa serve e cos'è questa medicina

Come per tutti gli antibiotici, anche l’Icfvet per cani potrebbe causare effetti collaterali in caso di insufficienza renale. Il nostro amato Fido potrebbe non riuscire a smaltirlo del tutto con la pipì.

Gli unici effetti indesiderati dopo la somministrazione sono l’eventuale insorgenza di nausea e vomito.

Attenzione umani: nel caso di ipersensibilità alle cefalosporine e alle penicilline si dovrebbe evitare il contatto con il farmaco, magari indossando dei guanti, e soprattutto lavare immediatamente le mani dopo l’utilizzo per evitare eventuali eruzioni cutanee o gonfiori del viso, degli occhi o delle labbra e difficoltà respiratorie.

Conclusioni

In caso di una fastidiosa infezione con l’Icfvet per cani il vostro amico Fido non potrà far altro che ringraziarvi.

Icfvet per cani: a cosa serve e cos'è questa medicina

Non solo è efficace, ma in genere risulta piacevole al palato del cane e, nel caso in cui facesse dei capricci, basta triturarlo e aggiungerlo al suo pasto preferito.

Ricordiamo in ogni caso che è fondamentale consultare il proprio veterinario di fiducia prima di somministrare il farmaco.