Il cane più brutto del mondo

Il cane più brutto del mondo, sbaragliati gli altri 18 concorrenti.

Ognuno è bello a modo suo, partiamo da questo fondamentale principio. Ormai è normale vedere sempre più persone farsi belle per partecipare a concorsi di bellezza vari e cercare di vincerli, non è certo da tutti i giorni vedere un corso di “bruttezza” per cani.

concorso-scamp

Eppure esistono, eccome se esistono. A queste manifestazioni partecipano fra le creature più “diversamente belle” mai viste, esseri che potrebbero venir scambiati per altri animali quando in verità sono cani a tutti gli effetti.

Questi concorsi si svolgono annualmente e, come è giusto che sia, ogni anno c’è un vincitore. Il fortunato (o lo sfortunato, dipende dai punti di vista) vince un premio, che varia da manifestazione a manifestazione.

Quest’anno lo scettro del cane più brutto del mondo è toccato ad un meticcio, dal nome particolare Scamp The Tramp. La proprietaria Yvonne Morones di Santa Rosa, ha raccontato la sua particolare storia e come si sono incontrati per la prima volta.

cane-piu-brutto

Yvonne ci dice come ci sia stata una vera e propria attrazione fatale fra i due. Lei camminava per le strade della città, lui anche, il fato li fece conoscere e da allora non si sono più staccati l’uno dall’altro.

Nel concorso tenutosi al Sonoma-Marin Fairgrounds, nel cuore della regione vinicola della California, Scamp ha letteralmente sbaragliato la concorrenza. 18 concorrenti l’hanno preceduto e nessuno lo ha potuto battere in termini di “bellezza”.

La competizione però si è rivelata feroce a suo modo. Secondo posto affidato a Wild Thang, un Pechinese dall’aspetto alquanto inquietante a causa dei suoi minuscoli occhi e della sua smisurata lingua.

cane-scamp

Il gradino più basso del podio è toccato invece a Tostito, un chihuahua dalle orecchie stranissime e la lingua cadente. A primo impatto questo cane potrebbe sembrare una specie di Frankenstein.

Ci teniamo a sottolineare che la competizione non è superficiale come può trasparire, anzi, attraverso questi eventi si cercano di sostenere cause contro l’abbandono, favorendo la presenza dei centri di salvataggio.

 

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati